Donne al centro Barletta
Donne al centro Barletta
Attualità

Ascolto e accettazione di sé: da Barletta un messaggio per le donne

Successo per il talk di sei giovani professioniste al "Bahia Wellness"

Ricordare alle donne quanto sia importante amarsi e prendersi cura di se stesse. Questa la consapevolezza che ha portato sei giovani professioniste di Barletta a organizzare il talk "Donne al centro", in partnership con BarlettaViva e Divine del Sud. Un momento di confronto e condivisione, moderato da Francesca Rodolfo, presidente di Divine del Sud e giornalista, che ha permesso agli astanti di riflettere su quanto si possa fare, nella vita di ogni giorno, per contrastare la violenza.

Sabato sera, al Bahia Wellness Barletta, sei storie diverse si sono intrecciate per un unico messaggio: la forza e l'indipendenza sono una conquista personale che parte dalla propria interiorità per fiorire all'esterno.
6 fotoDonne al centro - Barletta
Donne al centro BarlettaDonne al centro BarlettaDonne al centro BarlettaDonne al centro BarlettaDonne al centro BarlettaDonne al centro Barletta

Guardarsi allo specchio

Di fronte all'omicidio di Giulia Cecchettin e di tutte le altre vittime di femminicidio, le sei protagoniste dell'evento hanno scelto di non percorrere la strada del silenzio, ma quella del rumore.

«Quando una donna si guarda allo specchio e si piace, difficilmente potrà farsi scavalcare da ogni tipo di violenza – esordisce così Ludovica Filannino, laureata in amministrazione aziendale, beauty consultant e titolare del Bahia Wellness Barletta – una donna che non si prende cura di se stessa è invece vulnerabile».

L'amore per se stesse come missione

Le imperfezioni non rappresentano un ostacolo per l'accettazione di sé, ma quei tratti autentici che rendono unica ogni persona.

«La mia missione è quella di ricordare a tutte le donne, anche a chi è in terapia, quanto sia importante amare e apprezzare se stesse – dichiara Sabrina Regano, Beauty & Spa Therapist, certificata in estetica oncologica – una parte fondamentale del mio lavoro è prendermi cura delle anime di chi mi sceglie».

Tra equilibrio e sane abitudini di vita

Dell'accettazione di sè fanno parte anche lo stile di vita e l'equilibrio interiore.

«L'alimentazione è solo un tassello di una serie di abitudini sane che, per consolidarsi, hanno bisogno di essere costruite e coltivate con costanza – spiega Alessandra Palmitessa, specializzata in nutrizione clinica, sportiva e dieta chetogenica– e che, come tali, prevedono le dovute eccezioni che permettono di capirsi e amarsi».

Ascoltarsi per affrontare la quotidianità con fiducia

Anche l'esercizio fisico riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo di capacità cognitive, comportamentali e relazionali per affrontare la quotidianità con fiducia in sé.

«Spesso si inizia ad andare in palestra perché ci si sente in competizione con altre donne o perché si è persuasi da immagini di bellezza artefatta provenienti dai social – aggiunge Rosaria Ragnatela, allenatrice di CrossFit, laureata in scienze delle attività motorie e scienze pedagogiche – quando il vero motivo per cui svolgere attività fisica è imparare ad ascoltare e a rispettare il proprio corpo, gestendo lo stress e sviluppando empatia».

Il corpo della donna come tempio

L'ascolto è proprio un'altra delle parole chiave che hanno attraversato il talk di ieri sera.

«Il corpo di una donna può essere considerato come un tempio che dona vita, che è risorsa e sprigiona energia ed è per questo meritevole di tante cure– sottolinea Paola Solofrizzo, osteopata D.O. titolo conseguito con percorso magistrale presso A.T. Still Academy- con il lavoro che svolgo trasmetto alle donne l'importanza di ascoltare i bisogni del proprio corpo per raggiungere benessere e consapevolezza».

Cambiare look per scalare le montagne

Spesso la forza si cerca in grandi azioni, ma non ci si accorge di come siano i dettagli a fare la differenza nella percezione di sé.

«Una donna sicura di sé è pronta a scalare le montagne – racconta Maria Fiorella, hairstylist e titolare del salone Hermione di Barletta – nel mio lavoro mi rendo conto ogni giorno come la sicurezza parta dalle piccole cose, un nuovo look o un colore diverso sono spesso indice di profondi cambiamenti interiori».

Nuovi inizi

La serata è stata anche occasione per presentare una new entry del team del Bahia Wellness center, la massaggiatrice Lucienne, che è pronta a mettere a disposizione degli altri le proprie competenze. Come hanno fatto tutte le giovani professioniste l'altra sera: al termine del talk sono rimaste a disposizione dei presenti per consigli e consulenze professionali gratuite.
  • Violenza
Altri contenuti a tema
La Asl Bt presenta #panchinarossa La Asl Bt presenta #panchinarossa Appuntamento domani alle 10.30 al "Mons.Dimiccoli"
Ragazzi dipingono di rosso una panchina: è dedicata a Giulia Cecchettin Ragazzi dipingono di rosso una panchina: è dedicata a Giulia Cecchettin L'iniziativa del Movimento AMICO. ha coinvolto i giovani studenti dell'Istituto Comprensivo "D'Azeglio De Nittis"
1 Ancora violenza a Barletta: pestato a sangue un quarantenne nel centro storico Ancora violenza a Barletta: pestato a sangue un quarantenne nel centro storico Tra impotenza delle istituzioni e ignavia legislativa, continuano gli episodi di (micro)criminalità in città
11 Furti, aggressioni, vandalismo: a Barletta se non è allarme, poco ci manca Furti, aggressioni, vandalismo: a Barletta se non è allarme, poco ci manca Continua incessante l’escalation di microcriminalità in città
1 Ennesimo episodio di aggressione a Barletta Ennesimo episodio di aggressione a Barletta La denuncia di un genitore barlettano: il fatto è avvenuto in zona orto botanico
“Libere dalla violenza”, a Barletta un percorso fotografico per sensibilizzare “Libere dalla violenza”, a Barletta un percorso fotografico per sensibilizzare L’esposizione nella galleria del Curci sarà visitabile sino al 12 giugno
Aggressione in centro, la solidarietà dell'associazione "Le Avvocate Italiane" Aggressione in centro, la solidarietà dell'associazione "Le Avvocate Italiane" «Ogni azione violenta se non viene fermata genera altra violenza»
Aggressione in centro a Barletta, parla la ragazza: «Ho agito per paura» Aggressione in centro a Barletta, parla la ragazza: «Ho agito per paura» Dopo l’episodio avvenuto in corso Garibaldi, la giovane barlettana ha contattato la nostra redazione
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.