Ghiaccio
Ghiaccio

Il freddo nel cuore di Barletta

«Non voglio essere un cittadino di serie B solo perché non abito in centro»

«Il freddo e la neve stanno terminando, ma i disagi sono ancora presenti in alcune zone di Barletta. Scrivo questa lettera e vi ringrazio per lo spazio concessomi non per puntare il dito e sparare a zero, ma per far sì che qualcuno possa leggerla, magari facendola diventare motivo di spunto e/o riflessioni. Grazie all'amministrazione Cascella ho assistito ad un fenomeno davvero strano, una sorta di discriminazione delle zone periferiche della città.

Tutto è partito da Capodanno, quando alle ore 4 del mattino del giorno 1 Gennaio, il corso e le zone adiacenti al centro cittadino erano state già pulite dalla Bar.Sa, in periferia non è stato affatto così. Il giorno 3 Gennaio 2017 via Barberini presentava ancora residui di botti sparati così come Via Dante Alighieri e Via Romanelli. A proposito di lavoro fatto superficialmente da parte della Bar.Sa, quando il sindaco Cascella ha dato il via alla raccolta porta a porta, aveva promesso più pulizia e meno spese. Ma è andata davvero così?

Nel mio complesso in zona Patalini, a volte la Bar.Sa si presenta nei giorni sbagliati per ritirare l'immondizia. Questo succede soprattutto con la carta. La gente paga 2-3-400 euro per un servizio indecente come questo. Ultimo episodio non meno importante è di questi giorni. La neve ha creato disagi enormi in tutta la città. Cascella ieri ha permesso la riapertura delle scuole, dopo verifiche accurate. Ma quali verifiche? Chi le ha fatte queste verifiche? Oggi alcune scuole sono state costrette a mandare a casa i propri alunni dopo il consenso dei Carabinieri per il troppo freddo e per la mancata efficienza dei riscaldamenti. E se fosse successo qualcosa? È stata rivendicata l'importanza del diritto allo studio, ma il diritto alla salute di ogni cittadino? In periferia questa mattina a terra era ancora presente il ghiaccio perché come sempre, in centro il sale è stato gettato, qui non è stato fatto. Il sindaco questo l'ha verificato? E la Bar.Sa? Ha verificato il disagio che si è venuto a creare a migliaia di persone non residenti in centro?

Sono stufo di passare come un cittadino di serie B solo perché non abito in centro. Sono una persona come tutti gli altri, le tasse le pago per avere dei servizi funzionanti e pretendo lo stesso trattamento degli altri cittadini».

Un cittadino che AMA la sua città
  • Periferia
  • Lettera aperta
Altri contenuti a tema
3 Barletta wasteland, degrado tra parchi e periferie Barletta wasteland, degrado tra parchi e periferie Proseguono a tamburo battente le denunce di Carlo Leone (Rivoluzione Cristiana)
1 Periferie al centro, protocollo d'intesa con ARCA Puglia Periferie al centro, protocollo d'intesa con ARCA Puglia 385mila euro per la riqualificazione in via Leopardi, via Da Vinci e via Pirandello
Diritto di proprietà per le case della 167, il consiglio dice sì Diritto di proprietà per le case della 167, il consiglio dice sì Alle 17:00 una conferenza per illustrare la delibera
1 Centrare le periferie, Cascella: «Visione unitaria della città» Centrare le periferie, Cascella: «Visione unitaria della città» Presentato il progetto condiviso, in arrivo 6 milioni di euro per ogni comune
Bando per le periferie, domani la conferenza con i sindaci della Bat Bando per le periferie, domani la conferenza con i sindaci della Bat Giorgino, Cascella e Bottaro presenteranno i contenuti del progetto "Centrare le periferie"
“Centrare le periferie”, 17 milioni di euro per il progetto condiviso “Centrare le periferie”, 17 milioni di euro per il progetto condiviso Le ultime delibere della giunta comunale di Barletta
Annibale, un viaggio: «Caro Cascella, il passato politico ritorna» Annibale, un viaggio: «Caro Cascella, il passato politico ritorna» Il giornalista Nino Vinella invia una lettera aperta al primo cittadino
"Centrare le periferie" per riqualificare Barletta "Centrare le periferie" per riqualificare Barletta La dichiarazione del sindaco Cascella: «Garantire coesione sociale»
© 2001-2017 BarlettaViva è un portale gestito da Sviluppo Massivo sas. Partita iva 06237280729. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.