Castello di Barletta
Castello di Barletta
Storia e cultura

Le prospettive del Circuito del Contemporaneo in Puglia, mostre e talk al Castello di Barletta

martedì 13 ottobre 2020 fino a venerdì 16 ottobre
Continuano le attività del Circuito del Contemporaneo, progetto promosso dalla Regione Puglia in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese e la direzione artistica della storica dell'arte Giusy Caroppo che si pone l'obiettivo operativo di costituire stabilmente in Puglia una rete policentrica d'eccellenza per la produzione e fruizione di arte contemporanea (arti visive, performative, identitarie).

Nell'ambito della manifestazione, durante l'ultima settimana di apertura delle mostre nel Castello di Barletta "INHUMAN" (con il sudafricano Kendell Geers, il russo Oleg Kulik e lo statunitense Andres Serrano) e "HEIMAT" (dell'artista pugliese Jasmine Pignatelli), il 13 e il 16 ottobre sono previsti due talk con tavola rotonda, che "aprono" la discussione – da qui il sottotitolo di OPEN - sulle molteplici tematiche delle mostre e sulle prospettive del Circuito del Contemporaneo, inserito nella visione di sistema culturale in Puglia.

Martedì 13 ottobre, con inizio alle ore 18, sarà in programma l'incontro "Umano e inumano. La lotta per i diritti. Quando l'arte racconta la libertà, l'identità, la dignità della vita". Introduzione del Direttore artistico del Circuito del Contemporaneo e curatrice delle mostre INHUMAN e HEIMAT Giusy Caroppo; saluti istituzionali affidati al Sindaco di Barletta Cosimo Cannito, l'assessore alle Politiche Sociali Anna Maria Salvemini. Interverrà il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Il talk vedrà la presenza di Titti Caterina De Simone, già Presidente del Comitato per le Pari Opportunità della Camera dei Deputati e Consigliera del Presidente della Regione Puglia; Luigi Pannarale, vice Presidente della Società Italiana di Filosofia del Diritto, Professore di "Sociologia del diritto", Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari; Francesca R. Recchia Luciani, Professoressa di "Storia della filosofia dei diritti umani", Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari. Modera Giuseppe Monterisi, dottore in Giurisprudenza.

Venerdì 16 ottobre, alle ore 18 nella Sala Rossa del Castello, sarà invece in programma l'incontro "Dal Circuito del Contemporaneo, al PACT, al comparto delle creatività contemporanea nazionale: come fare sistema nella ripartenza." Prevista una Tavola rotonda tra i settori del Distretto Produttivo Puglia Creativa, Artisti, Creativi, operatori nell'ambito dell'arte contemporanea, performing Art, valorizzazione del patrimonio e rappresentanti delle istituzioni, territoriali e regionali. Il talk sarà moderato da Giusy Caroppo, direttore artistico del Circuito del Contemporaneo e Vincenzo Bellini, presidente del Distretto Produttivo Puglia Creativa. Saluti istituzionali affidati al Sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, l'assessore Beni e Attività Culturali Graziana Carbone. Interverranno: Mariastella Margozzi, Direttore regionale Musei Puglia e Abruzzo – MIBACT; Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia; Giuseppe D'Urso, Presidente del Teatro Pubblico Pugliese; Giuseppe Teofilo, Presidente della Fondazione Pino Pascali-Museo d'Arte Contemporanea.

Sarà possibile accreditarsi per interagire con i relatori, porre domande o fare proposte per una visione condivisa delle azioni future attraverso la pagina dell'evento Fb "Puglia.Circuito del Contemporaneo – Open Talk " e all'indirizzo circuitodelcontemporaneo.talk@gmail.com.

Dalle ore 16.00 alle ore 18.00, prima dei talk sarà possibili visitare le mostre con la guida delle mediatrici culturali e storiche dell'arte Claudia Dipaola, Antonia Frisario, Michela Laporta.

Le mostre INHUMAN ed HEIMAT sono aperte sino a domenica 18 ottobre compresa, dalle ore 16.00 alle 20.00 (ultimo ingresso 19.15) tutti i giorni tranne il lunedì (chiusura settimanale); sabato e domenica orario continuato dalle 10.00 alle 22.00 (ultimo ingresso 21.15).

L'ingresso è gratuito, non è necessaria la prenotazione; la visita è consentita indossando la mascherina, seguendo il distanziamento interpersonale per un massimo di 25 persone per gruppo e prestandosi al controllo della temperatura all'ingresso del Castello e ad eventuale attesa della guida. La visita alle mostre ha una durata media di 45 minuti.
  • Arte
  • cultura
Prossimi eventi a Barletta
Arrivano le cooperative di comunità nella provincia di Barletta-Andria-Trani sab 31 ottobre Arrivano le cooperative di comunità nella provincia di Barletta-Andria-Trani
Altri contenuti a tema
1 Barletta celebra la cultura ebraica: «Dalla Puglia è nata l’Europa ebraica» Barletta celebra la cultura ebraica: «Dalla Puglia è nata l’Europa ebraica» Si è conclusa ieri la due giorni di eventi della XXI edizione della giornata europea della cultura ebraica
"Intra Moenia", la fortezza di Barletta osservata dal basso verso l'alto "Intra Moenia", la fortezza di Barletta osservata dal basso verso l'alto Successo per il primo appuntamento dell'evento “Intra et Extra Moenia"
Turismo e cultura in crisi: dalla Regione 50 milioni a fondo perduto Turismo e cultura in crisi: dalla Regione 50 milioni a fondo perduto Dei 50 milioni stanziati, 40  sono al comparto  del Turismo e 10 a quello  della Cultura
Sky Arte alla scoperta delle bellezze di Barletta Sky Arte alla scoperta delle bellezze di Barletta Quanto girato andrà in onda nel programma televisivo “Sei in un Paese Meraviglioso”
3 L'arte sui muri di Barletta, Borgiac colpisce ancora L'arte sui muri di Barletta, Borgiac colpisce ancora Il maestro dedica un murale a San Pietro nel centro storico barlettano
Eventi estivi a Barletta, il Comune propone di utilizzare i fondi della Disfida Eventi estivi a Barletta, il Comune propone di utilizzare i fondi della Disfida Il settore Cultura del Comune di Barletta sta lavorando ad un bando rivolto agli operatori del settore
1 Settore cultura dimenticato, «la programmazione deve coinvolgere imprese, associazioni e lavoratori» Settore cultura dimenticato, «la programmazione deve coinvolgere imprese, associazioni e lavoratori» Il commento di Rosa Cascella, segretaria cittadina del Partito Democratico
5 I silos di Barletta: elementi integrati nel paesaggio I silos di Barletta: elementi integrati nel paesaggio Il gruppo dei professionisti è cresciuto ancora, andando a coinvolgere tutti i giovani della provincia BAT
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.