Barletta Vico
Barletta Vico
Calcio

Calcio, la festa del Puttilli vede vincere il Catanzaro sul Barletta

1 – 0 per i calabresi, ma bisogna ancora crederC1

Tanta era la tensione, e forse proprio la tensione ha giocato un brutto scherzo ai biancorossi. Di scena al Puttilli per la semifinale di andata dei play off di seconda divisione girone C Barletta Catanzaro. Storia di due città amiche, di due tifoserie gemellate che si trovano a scontrarsi nel pieno rispetto reciproco. Spalti davvero gremiti per questa sfida che ha il sapore di una festa dello sport. 3522 spettatori paganti, di cui 452 ospiti per un incasso pari a 42279 Euro. Questi sono i numeri dell'attaccamento della città a questa squadra, che durante la stagione ha meritato di raggiungere l'Olimpo delle grandi in campionato, pur essendo una comune mortale. Una squadra costruita per raggiungere la salvezza, ma che è andata ben oltre, e ora non molla, e tenta di realizzare l'ennesimo miracolo.

Spalti davvero pieni in ogni ordine di posto. Un mix di colori si alza da un "Puttilli" bollente. Nessuna novità per i due tecnici. Sciannimanico deve rinunciare agli infortunati di lungo corso Fanasca, Carozza e Sportillo e schiera quindi la solita formazione con Di Masi, Gambuzza e Marchetti centrali, Cutrupi e Legittimo sulle fasce a completare il reparto difensivo. Sulla linea mediana agiscono capitan Muwana, Rescio e Menicozzo. In attacco fiducia confermata per D'Allocco, Simoncelli e Infantino. Mister Autieri, invece, può contare su tutta la rosa al gran completo, avendo solo l'imbarazzo della scelta. Dopo la premiazione per le vecchie glorie biancorosse, che hanno reso grande questo Barletta negli anni '60, le squadre hanno fatto il loro ingresso in campo dirette dal signor Palazzino di Ciampino.

Le due squadre in campo hanno effettuato un minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime italiane cadute in Afghanistan, ma subito dopo il "Puttilli" si è trasformato in una bolgia bardata di bianco e di rosso. Pronti via il Catanzaro è subito protagonista. Al 1' i calabresi si rendono pericolosi sulla sinistra, ma controlla Marchetti. Nelle prime fasi Barletta molto aggressiva sui portatori di palla avversari, ma il Catanzaro non si fa intimorire. Al 3' Catanzaro ancora pericoloso: sulla destra Montella entra in area e serve Longoni il cui tiro viene respinto. Dal successivo corner gol annullato ai calabresi per giusto fuorigioco di Di Maio. Catanzaresi sempre pericolosi sulle palle da fermo, ma la difesa del Barletta sembra allo sbando.

Al 6' bella conclusione di Longoni dai 25 metri che termina a lato controllato da Di Masi. Un minuto più tardi il Barletta si rende pericoloso per la prima volta, ma l'azione viene fermato per il fuorigioco di entrambe le punte. All'8' Rescio perde palla a centrocampo e genera un pericoloso contropiede, ma Muwana devi in angolo un cross di Benincasa. Il successivo calcio d'angolo è infruttuoso ma il Catanzaro continua a guadagnare spazio in maniera davvero pericolosa. Al 9' calcio di punizione per i giallorossi a 20 metri dai pali difesi da Di Masi. Batte Mosciaro, ma la barriera devia spiazzando Di Masi. Catanzaro in vantaggio e il Puttilli si gela. In queste fasi Barletta sembra in balia degli attacchi catanzaresi, davvero arrembanti. A suon di triangolazioni e di gioco palla a terra i giallorossi dominano le prime fasi di gioco. Al 12' il Barletta risponde: Infantino spizza per Simoncelli che di sinistro impegna seriamente Vono, che devia in calcio d'angolo. Al 14' Legittimo atterra Montella sull'out di destra. Punizione per il Catanzaro. Lo schema generato produce ancora patemi alla difesa biancorossa. È passato un quarto d'ora ma il Barletta è davvero inesistente. Al 17' fallo su Rescio a centrocampo. Sul prosieguo dell'azione Infantino si smarca bene costringendo Ciano al fallo di mano. Giallo e punizione dai 20 metri. Tira D'Allocco, colpendo in pieno la barriera. Sul prosieguo dell'azione Legittimo crossa in braccio a Vono. Il Barletta non riesce a macinare gioco e raramente esce dalla propria metà campo.

Al 21' Benincasa solo davanti a Di Masi tira alto su pressione dei centrali difensivi. Al 25' finalmente in avanti il Barletta: Gambuzza viene servito in area piccola, ma tutto solo davanti a Vono lo centra in piena, tra la disperazione generale del "Puttilli". Al 30' traversa colpita dal solito Mosciaro a Di Masi battuto dopo un cross di Montella. Difesa biancorossa davvero sottotono. Subito dopo Longoni solo davanti a Di Masi calcia tra le braccia del portiere a cui scivola la palla che termina a fondocampo. Al 33' ammonito Infantino per un presunto fallo di mano. Al 34' Sciannimanico fa il primo cambio, togliendo Menicozzo per Cavaliere, per un Barletta davvero a trazione anteriore. Subito dopo il Barletta si rende pericoloso su calcio d'angolo. Batte D'Allocco che serve Marchetti che colpisce di pochissimo al lato. Siamo al 37' e subito dopo Gambuzza viene graziato dopo un brutto fallo da dietro. Al 44' Cutrupi attacca dalla destra, ma la sua azione sfuma per il fuorigioco di Cavaliere. Palazzino assegna 3' di recupero, in cui Cavaliere si rende pericoloso sulla sinistra, ma il suo cross finisce tra le braccia di Vono. Biancorossi davvero aggressivi, ma senza alcun risultato. Termina qui la prima frazione di gioco, con il risultato di 1 – 0 in favore del Catanzaro.

Al rientro in campo barlettani più pimpante, ma non crea eccessivi patemi ai giallorossi. Al 7' bella iniziativa di Simoncelli, non capitalizzata dai compagni perché sventata dagli avversari. All'8' Catanzaro pericoloso grazie ad un cross in area, spazzato però da Marchetti. Al 10' botta di Longoni dai 30 metri, deviata in angolo dalla barriera. Sul successivo angolo mischia furibonda in area biancorossa risolta con molti grattacapi dalla difesa nostrana. Al 13' Sciannimanico effettua il secondo cambio, sostituendo uno stanco e acciaccato Infantino per Henry Shiba. L'albanese si rende subito pericoloso guadagnando un calcio di punizione dai 25 metri, mal sfruttato. Al 15' tiro di Longoni dalla destra che termina altissimo. Al 18' Cavaliere si propone sulla ¾ e scocca un tiro velenoso di sinistro che impaurisce Vono. Al 20' secondo giallo per Ciano che viene espulso, lasciando il Catanzaro in 10 uomini per gli ultimi 25 minuti.

Il Puttilli prende coraggio ed incita i propri paladini. Al 23' giallo per Cutrupi dopo un fallo davvero scriteriato a centrocampo. Al 24' il Catanzaro sostituisce Corapi inserendo il più esperto Berger. Al 26' fuorigioco dubbio fischiato a Simoncelli che era a tu per tu con Vono dopo il primo svarione difensivo Catanzarese. Subito dopo tocca a Manganaro sostituire un incostante Legittimo. Al 31' Shiba crossa in mezzo per Simoncelli che stoppa di petto e tira alto. Un minuto più tardi entra Donati al posto di Longoni. In curva, intanto, preoccupanti segnali di tensione: gli steward della sicurezza spengono un incendio appiccato poco prima. Al 33' cross per Shiba in mezzo, ma l'albanese viene fermato da un fuorigioco molto dubbio fischiato da Palazzino. La partita si trascina stancamente alla fine, fischiata dall'arbitro dopo due minuti di recupero.

Grande protagonista il caldo che sfianca entrambe le squadre in campo, ma a festeggiare sotto la propria curva è il Catanzaro. Il Barletta quest'oggi è apparso davvero alle corde, ma lo svantaggio risicato permette a tutta la città di sognare ancora l'impresa. Appuntamento play off rinviato alla prossima settimana a Catanzaro, dove si deciderà quale delle due formazioni gemellate coltiverà ancora il sogno C1.
Presto saranno pubblicate le foto di Barletta - Catanzaro
  • SS Barletta Calcio
  • Calcio
  • Vittoria
  • Sconfitta
  • play off
Altri contenuti a tema
Il barlettano Francesco Divittorio è un nuovo calciatore della Città di Fasano Il barlettano Francesco Divittorio è un nuovo calciatore della Città di Fasano Il terzino classe 2003 riparte dalla provincia di Brindisi. Per lui esperienze con Fidelis Andria e Bisceglie
Irene Divittorio alla Sampdoria: ora è ufficiale Irene Divittorio alla Sampdoria: ora è ufficiale Dopo provini e successi, da oggi Irene Divittorio diventa una nuova blucerchiata
Barletta calcio 2022/23: entusiasmo a “mille” e oltre Barletta calcio 2022/23: entusiasmo a “mille” e oltre Campagna abbonamenti da record per una stagione, si auspica, da protagonisti
Amici, colleghi e vincitori: un importante riconoscimento per Luca e Riccardo Amici, colleghi e vincitori: un importante riconoscimento per Luca e Riccardo Entrambi si sono aggiudicati il primo posto in categorie differenti
Memorial “Ruggiero Napoletano”: vince il Bari, Fidelis Andria al secondo posto Memorial “Ruggiero Napoletano”: vince il Bari, Fidelis Andria al secondo posto Il torneo in memoria del giovane calciatore barlettano vinto dalla società biancorossa
Eurogol di Sante Russo e il sogno di coppa del Barletta continua Eurogol di Sante Russo e il sogno di coppa del Barletta continua I biancorossi superano l’ostico San Marzano nel primo incontro del girone della fase nazionale di Coppa Italia
Tre gol, tre punti del Barletta dei giovani, con tanto di allungo in classifica Tre gol, tre punti del Barletta dei giovani, con tanto di allungo in classifica Marangi, Nannola e Cafagna trascinano i biancorossi contro un combattivo Canosa
1 Insulti alla speaker di Barletta. La solidarietà non basta più. Insulti alla speaker di Barletta. La solidarietà non basta più. È ora che chi sbaglia paghi: distinguiamo il tifo sano dall’idiozia
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.