Speciale

Basket NBA: l’era dei Lakers e dei Golden St. Warrios

Dalla storia al contesto attuale per il basket professionistico

Elezioni Regionali 2020
Il mondo del basket per quanto riguarda il circuito NBA è notevolmente mutato nel corso degli ultimi vent'anni. Approfittando di questa pausa, facciamo una carrellata su tutto quello che si è visto, nel corso di questi anni, che hanno radicalmente cambiato le dinamiche e le gerarchie interne della Lega professionistica di pallacanestro nordamericana. Le cose sono cambiate da quando, dopo il 2005-2006 sono arrivati giocatori provenienti da nazioni come Argentina, Spagna, Germania e in qualche caso anche dall'Italia. Una situazione che ha continuato ad arricchire rendendo ancora più prestigioso il circuito NBA, alzando di fatto il livello della competizione, che naturalmente era già assestato per quanto concerne lo sport professionistico e il basket.

L'era dei Los Angeles Lakers
Facendo un discorso retrospettivo, appare evidente la necessità di rendere omaggio a una squadra come i Los Angeles Lakers, che assieme ai San Antonio Spurs di Tim Duncan, ha segnato e caratterizzato un'epoca, per il basket NBA e più in generale per la pallacanestro di un certo livello. Assoluto protagonista di questa decade è stato certamente il compianto Kobe Bryant, simbolo e icona della parabola sportiva prima avvincente, poi funesta, come tutti ben sappiamo. Celebrando però lo sport praticato, il passaggio del testimone tra un'altra icona come quella di Shaquille O'Neal a quella appunto di Bryant porta i Lakers a conquistare il primo titolo di quel decennio, proprio contro gli Indiana Pacers. Come si suo dire, il resto sarà storia e gloria personale per un dream team, capace di infiammare i tifosi di Los Angeles, ma in generale chi ama il basket per quanto rappresenta a livello di spettacolo e di sport giocato sempre su livelli altissimi, sia per agonismo, sia per quanto visto sul rettangolo di gioco.

Il contesto attuale per il basket professionistico e il circuito dell'NBA
Anche l'Europa durante questo decennio ha studiato e imparato molto dall'NBA, alzando l'asticella anno dopo anno. Naturalmente quanto visto durante il decennio 2000-2009 è una cosa assolutamente sbalorditiva, con l'unica eccezione rappresentata dalla stagione 2005-2006 con la vittoria a sorpresa degli ottimi Dallas Mavericks, contro i Cleveland Cavaliers, con Dallas capace di capitalizzare al massimo durante una stagione davvero imprevedibile, anche in ottica di scommesse basket e del circuito internazionale dei bookmakers, come qualche volta capita nello sport professionistico. Archiviata la parentesi di Dallas, il titolo è tornato per la stagione successiva al San Antonio Spurs, che ha alternato i titoli proprio con i Los Angeles Lakers. Gli Spurs hanno iniziato alla grande anche il decennio successivo, prima di cedere la staffetta ai Golden St. Warrios, che con cinque titoli in fila è diventata la nuova squadra di riferimento per il circuito NBA attuale, con la squadra dei Cleveland Cavaliers a cui spetta la scomoda nomea di eterni secondi, avendo perso cinque finali in 12 anni. Sul concetto di mercato di Draft, il circuito NBA, come tutti sanno bene, ha fatto scuola ed epoca, visto che rappresenta un sistema totalmente differente rispetto a ogni altro contesto sportivo, non solo inerente al circuito della pallacanestro, ma dello sport professionistico in generale.
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.