Barletta VS Otranto
Barletta VS Otranto
Calcio

Barletta 1922 – Otranto 2-1: Pignataro tiene in vita le speranze play off dei biancorossi

Il distacco del Barletta 1922 dai nero verdi coratini è ora di quindici punti

Elezioni Regionali 2020
Un Barletta tutto cuore e grinta, torna dopo oltre un mese a vincere al Manzi Chiapulin. I biancorossi superano meritatamente un Otranto che per tutta la gara (gol del vantaggio a parte) ha subito la maggiore voglia e determinazione dei padroni di casa, decisi a giocarsi fino in fondo le residue speranze di acciuffare i play off. Impresa ora difficilissima, visto il concomitante successo dell'Audace in quel di Trani, e quello sofferto del Corato in casa contro l'Ortanova. Il distacco del Barletta 1922 dai nero verdi coratini è ora infatti di quindici punti, cioè di nove lunghezze dalla certezza della disputa degli spareggi promozione.

Il successo di misura dei ragazzi di Tangorra sull'Otranto è maturato al termine di una partita comunque sofferta a causa dei soliti problemi in fase offensiva, oltre che dall'ormai appuntamento fisso con la pennichella di inizio secondo tempo che è costata ai biancorossi il gol dello svantaggio, praticamente nell'unica puntata offensiva degli ospiti. La gara contro i salentini ha inoltre ancora messo in evidenza una delle poche certezze di questa tormentata stagione biancorossa: l'imprescindibilità della presenza in campo di elementi come Caputo, Pignataro e Varsi. Veniamo ora alla cronaca della partita. Al 10° i biancorossi reclamano per un presunto fallo da rigore su Camporeale, ma l'arbitro lascia correre. Il penalty per i biancorossi tuttavia è solo rimandato di tre minuti, quando il signor Montanaro della sezione di Taranto ravvisa un tocco di mano in area di rigore da parte di un difensore ospite. Dagli undici metri si presenta Caputo che però si fa parare il tiro da uno strepitoso Caroppo. Sciupata la più grossa delle occasioni il Barletta non demorde e continua ad attaccare, ma lo fa secondo il solito prevedibile copione fatto di palle alte alla ricerca di un Caputo troppo isolato in avanti per scardinare la forte difesa otrantina che , ricordiamo, è la migliore del torneo di Eccellenza pugliese dopo quella del Corato. Termina così zero a zero un primo tempo che ha visto una nettissima supremazia territoriale biancorossa, con il portiere del Barletta Capossele praticamente nel ruolo di spettatore non pagante.

All'inizio della ripresa, manco a dirlo, il Barletta va sotto. Al 47° Calò si invola sulla destra e viene steso in area da Bonasìa. L'arbitro non ha dubbi e concede la massima punizione per l'Otranto. Dal dischetto si presenta Schirinzi che batte Capossele con tiro secco alla sinistra del portiere barlettano. Per i tifosi biancorossi assiepati sugli spalti sembra l'ennesima replica di un film visto e rivisto già troppe volte quest'anno. Ma il Barletta 1922 stavolta riesce subito a reagire e dopo appena due minuti riesce a pareggiare con Milella che entra in area da destra e, complice una deviazione, di forza riesce a superare Caroppo. Al 60° l'episodio forse decisivo della gara. Mariano, il capitano degli otrantini, ferma con le cattive un pericoloso contropiede di Gasbarre. Per il numero otto della squadra della città dei martiri è il secondo cartellino giallo con conseguente espulsione. Con l'Otranto ridotto in dieci la partita assume i contorni di un vero e proprio assedio biancorosso. Tangorra getta nella mischia Pignataro, al posto di un Procida decisamente sotto tono, Di Monte al posto di un acciaccato Gasbarre e poco più tardi Salamina al posto di Camporeale. Il Barletta è ora in campo praticamente con un 4-2-4 che schiaccia letteralmente i salentini nella propria area di rigore. All' 80° Zingrillo entra in area da sinistra e serve Pignataro che viene miracolosamente anticipato da Schirinzi (il migliore dei suoi). Pochi minuti più tardi il Barletta 1922 fa sua la partita.

Sull'ennesimo traversone in area il centrocampista dell'Otranto Diarra lascia ingenuamente rimbalzare una palla sulla quale Pignataro si inventa letteralmente il goal della domenica battendo l'incolpevole Caroppo con una spettacolare rovesciata. L'Otranto, ormai fiaccato anche dall'inferiorità numerica, non ne ha più e la gara termina sul due a uno per il Barletta. Un successo strameritato che tiene ancora viva una tenue fiammella di speranza play off. Certo il distacco dal Corato di mister Pizzulli è consistente, ma visto il calendario favorevole di qui alla fine della regular season provare almeno a crederci è un dovere.
39 fotoBarletta 1922 – Otranto 2-1: una gemma di Pignataro tiene in vita le speranze
Barletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS OtrantoBarletta VS Otranto
  • Asd Barletta 1922
Altri contenuti a tema
Barletta 1922, presentazione mister Farina e organigramma societario Barletta 1922, presentazione mister Farina e organigramma societario Il nuovo tecnico biancorosso pare avere già le idee chiare su ciò che sarà il Barletta edizione 2020/2021
Il nuovo allenatore del Barletta 1922 è Francesco Farina Il nuovo allenatore del Barletta 1922 è Francesco Farina Questa sera la presentazione a stampa e tifosi
Massimiliano Tangorra non è più l'allenatore del Barletta 1922 Massimiliano Tangorra non è più l'allenatore del Barletta 1922 Il tecnico barese è stato sollevato dall'incarico
Amarcord biancorosso: Nicolas Jesus Laviano da Rosario Amarcord biancorosso: Nicolas Jesus Laviano da Rosario Gol, classe, sudore e “garra” al servizio del Barletta
Barletta 1922: finalmente un'estate all’insegna dell’ottimismo Barletta 1922: finalmente un'estate all’insegna dell’ottimismo Tra stadio e allargamento societario, cresce il desiderio di tornare a tifare
2 È morto Mario Corso, allenò il Barletta in Serie B È morto Mario Corso, allenò il Barletta in Serie B Fu campione nella Grande Inter di Herrera: aveva 78 anni
Asd Barletta 1922, la società sportiva accoglie tre nuovi soci Asd Barletta 1922, la società sportiva accoglie tre nuovi soci «L’ingresso dei nuovi soci denota una volta di più l’interesse che il progetto del Barletta 1922 sta suscitando»
1 Questione stadio e ripescaggio, il Barletta 1922 a Palazzo di Città Questione stadio e ripescaggio, il Barletta 1922 a Palazzo di Città Sinergia tra amministrazione comunale e società sportiva
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.