In Web Veritas

Appuntamenti online, consigli per evitare truffe

Metà degli utenti non trovano l'anima gemella, ma solo spam

Attenti al ‪#‎dating‬: ecco come la Polizia di Stato mette in guardia dai rischi degli appuntamenti online, e il suggerimento è ancor più prezioso oggi, nel giorno di San Valentino. «Come tanti altri aspetti della vita quotidiana - si legge nel comunicato della Polizia diramato sulla pagine Facebook "Una vita da social" - anche il mondo degli incontri sentimentali si è spostato sempre più verso l'online e, oggi, verso il mondo delle app, acquisendo una popolarità enorme nel corso degli anni. A differenza dei siti di incontri online, le applicazioni di dating fanno appello a una nuova generazione di "corteggiatori online" in virtù della loro semplicità d'uso e della possibilità di collegarsi ai vari social network per generare automaticamente i profili degli utenti.

Ma, nonostante la facilità di download di queste applicazioni, possiamo ancora correre il rischio di utilizzarle e lasciare che accedano ai nostri dati personali? Una ricerca ha rivelato che quasi la metà delle persone che utilizzano siti e applicazioni di incontri sono stati almeno una volta oggetto di truffe o di spam. Anche se questi servizi online risultano estremamente comodi per gli utenti di oggi, sempre alla ricerca di un modo per risparmiare tempo, non c'è dubbio che espongono gli "innamorati virtuali" a un numero crescente di minacce, sia online che offline. La realtà è che la maggior parte delle applicazioni di dating contiene vulnerabilità significative; molte, ad esempio, hanno accesso alla posizione GPS, alla fotocamera e al microfono sul dispositivo dell'utente.

Se un hacker riesce a sfruttare queste vulnerabilità e installare un malware su un dispositivo, ottiene potenzialmente accesso a tutto quello che desidera – dai dettagli sulla carta di credito all'indirizzo di casa o del lavoro. Può addirittura accedere ai profili online e alle mail, che possono essere facilmente dirottare per fingere di essere il malcapitato di turno.
  • Truffa
  • Internet
Altri contenuti a tema
Prescrivevano farmaci con ricette false, maxi truffa al Servizio Sanitario Nazionale Prescrivevano farmaci con ricette false, maxi truffa al Servizio Sanitario Nazionale Molti farmaci sono stati rinvenuti tra i rifiuti o bruciati in campagna: coinvolta anche la provincia Bat
Vendeva scarpe su Instagram e poi spariva: denunciato 50enne di Barletta Vendeva scarpe su Instagram e poi spariva: denunciato 50enne di Barletta Intascato l'importo pattuito spariva nel nulla, bloccando sul social l'acquirente
Connessioni internet gratis per 10 studenti grazie a un’azienda barlettana Connessioni internet gratis per 10 studenti grazie a un’azienda barlettana Un gesto di solidarietà per unire attraverso internet
Covid-19, Nova attiva Internet in sole 24 ore Covid-19, Nova attiva Internet in sole 24 ore Nel mare delle connessioni Nova naviga in controtendenza
Occhio alle truffe, non aprire la porta a chi vuole donare mascherine Occhio alle truffe, non aprire la porta a chi vuole donare mascherine Il Comune di Barletta informa ai cittadini di non aver autorizzato nessuna distribuzione
Truffe agli anziani, i Carabinieri informano i cittadini di Barletta Truffe agli anziani, i Carabinieri informano i cittadini di Barletta Mercoledì si svolgerà una conferenza sul tema in sala rossa
Il “lato oscuro” del web non fa più paura grazie a Nova Networks Il “lato oscuro” del web non fa più paura grazie a Nova Networks L’azienda barlettana ha elaborato un progetto per prevenire rischi quando si è online, soprattutto tra i più piccoli
Tentata "truffa dello specchietto" sulla SS16bis a Barletta Tentata "truffa dello specchietto" sulla SS16bis a Barletta «Segnalo quanto accaduto a me pensando alla povera prossima vittima di quei banditi»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.