Ospedale Dimiccoli
Ospedale Dimiccoli
Cara Barletta ti scrivo

Collegamento ferroviario al "Dimiccoli", unire l'ospedale alla città

Una lettera del perito agrario Giuseppe Dargenio

«Approfitto della cortese ospitalità dei liberi giornali telematici per ritornare sull'argomento della fermata ferroviaria dirimpetto all'ospedale Dimiccoli perché c'è una novità che voglio mettere a disposizione sia dalla pubblica opinione e sia di una classe politica barlettana un po' "addormentata"!

Ho scoperto, attraverso un interessante articolo giornalistico della Gazzetta del Mezzogiorno datato 1-02 -2003, a firma Michele Piazzolla, che presso il nostro assessorato dei lavori pubblici esiste un grosso progetto generale che ricomprende varie arterie stradali cittadine a realizzarsi.

A titolo esemplificativo il sottovia Pertini è frutto di tale basilare progetto che, ripeto, contiene multiple iniziative viarie messe nero su bianco ma tenute lontane dai occhi indiscreti. Su questo progetto generale, manco a dirlo, vi troviamo una strada che parte dall'area della nuova Stazione Ferroviaria, dirimpetto al Dimiccoli, taglia le cosiddette AREE PUBBLICHE OSPEDALIERE, laterali al Nosocomio, quindi va ad innestarsi utilmente sullo svincolo della vicina 16 Bis.

Perché nessuno da Palazzo di Città ne parla? Gli autorevoli personaggi che, ultimamente, sono intervenuti sulla stampa magnificando la iniziativa della Fermata Ferroviaria presso il Dimiccoli sono al corrente che oltre alla deliberata fattibilità della stazione esiste anche, fin dal 2003, una fattibilità di area prodromica alla riqualificazione e rigenerazione socio-sanitaria dell' importante comprensorio intorno al Dimiccoli?

A tale proposito voglio precisare che sia Google che Il Sole 24 Ore ci riportano l'esempio, nel territorio di Teramo, del progetto proprio di un Polo Sanitario, essendo apripista, chiamato EDILIZIA SOCIALE DELLA SALUTE a cura di ATHENA COSTRUZIONI e finanziato in buona parte dalla BANCA EUROPEA DEGLI INVESTIMENTI e sappiamo che in tempi di "Coronavirus" l' Europa non ci lesinerà finanziamenti in campo sanitario e socio – sanitari con riferimento agli ultimi decreti governativi.

Quindi se è vero che l' Europa è pronta a scucire fior di miliardi per finanziamenti per la sanità in questi tempi critici; non possiamo che puntare subito i riflettori sull'aspetto urbanistico e socio – sanitario di questa parte del nostro territorio e di cui la fermata ferroviaria e l' arteria di collegamento con la 16 bis ne sono un' importante volano.

Consiglieri Regionali e Comunali di Barletta, meno "Marte" e più "Terra"... grazie!».

Giuseppe Dargenio, perito agrario
  • Ospedale "R. Dimiccoli"
Altri contenuti a tema
2 Sradicate le tastiere di due ascensori dell'ospedale Dimiccoli Sradicate le tastiere di due ascensori dell'ospedale Dimiccoli Delle Donne: «Mi chiedo che senso abbia rovinare un bene comune come l'ospedale, un bene che appartiene a tutti»
2 Abbandonata nella Pediatria di Barletta, neonata affidata a una struttura Abbandonata nella Pediatria di Barletta, neonata affidata a una struttura «La bimba sta bene e la situazione si è sbloccata» commenta il dg della Asl BT Alessandro Delle Donne
Costruire a Barletta una "Cittadella della salute" Costruire a Barletta una "Cittadella della salute" Una lettera del perito agrario Giuseppe Dargenio
2 «Valorizziamo maggiormente l'Ospedale Mons. Dimiccoli di Barletta» «Valorizziamo maggiormente l'Ospedale Mons. Dimiccoli di Barletta» Una riflessione a firma della Base del Comitato di Lotta Barletta Provincia
1 Neonata abbandonata in ospedale a Barletta, ora aspetta una famiglia Neonata abbandonata in ospedale a Barletta, ora aspetta una famiglia Ad occuparsi della piccola, medici ed infermieri del reparto di Pediatria
Automedica, servizio attivo da domani a Barletta Automedica, servizio attivo da domani a Barletta L'automedica prevede la presenza del medico, dell'infermiere e dell'autista soccorritore
Aveva una frattura al femore, la Procura indaga sulla morte di un 65enne Aveva una frattura al femore, la Procura indaga sulla morte di un 65enne È stato disposto l'esame autoptico sul corpo
Nuovo Piano ospedaliero, saranno 28 i posti letto in terapia intensiva a Barletta Nuovo Piano ospedaliero, saranno 28 i posti letto in terapia intensiva a Barletta L'ospedale "Mons. Dimiccoli" non ospiterà pazienti Covid.
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.