Dino Delvecchio
Dino Delvecchio
Servizi sociali

Vaccino anti-Covid, Dino Delvecchio: «Serve maggiore chiarezza»

«Se e quando ci sarà una maggiore disponibilità di vaccino la somministrazione sarà allargata a tutti»

«C'è un inaspettato alleato del Covid, la poca chiarezza e la troppa confusione informativa». A sgomberare il campo da dubbi è il dottor Benedetto Delvecchio, segretario della Federazione italiana dei medici di medicina generale (Fimmg) della provincia Bat.

«Quanto verificatosi domenica negli slot aziendali lo testimonia. C'è assoluto bisogno di chiarezza. Oggi le priorità vaccinali sono rappresentate dagli ultra 80enni e dai soggetti fragili, così come identificati dal ministero della salute. Nei siti vaccinali della Asl si sta procedendo a vaccinare la popolazione per fasce di età a cominciare dai più anziani che si recano nei punti di raccolta. Si stanno infine completando le vaccinazioni degli operatori sanitari, delle forze dell'ordine e degli operatori scolastici. I medici di medicina generale vaccinano esclusivamente i soggetti over 80 e tutti coloro che per gravi motivi di salute (in cosiddetta Adi) sono impossibilitati a deambulare.

Inoltre, mi corre l'obbligo di specificare, che i medici di medicina generale vaccinano anche i soggetti fragili per gravi e specifiche malattie. Questi cittadini saranno convocati dal loro medico di fiducia che procederà alla vaccinazione quando questo riceverà dalla Asl il vaccino.

È bene che i cittadini sappiano con chiarezza che tutti gli operatori sanitari stanno lavorando con il massimo dell'impegno per garantire il superamento di questa drammatica pandemia. È altrettanto fondamentale sapere che oggi il limite non superabile per consentire il raggiungimento dell'obiettivo è soddisfare in tempi rapidi le richieste. Se e quando ci sarà una maggiore disponibilità di vaccino la somministrazione sarà allargata a tutti e in tutte le sedi individuate.

Pertanto, mi sia consentito di rivolgere un personale ed accorato invito alla popolazione ad avere fiducia e rispetto per tutti coloro impegnati a tutelare la salute. Solo così - conclude Delvecchio - potremo tornare a riprenderci la nostra vita, circostanza che dipende anche dal rispetto delle regole e dalla nostra capacità di essere solidali ed uniti in questo sforzo comune».
  • Dino Delvecchio
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

2076 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, oltre 8600 decessi dall'inizio dell'emergenza Covid in Puglia, oltre 8600 decessi dall'inizio dell'emergenza Prosegue l'aumento degli attualmente positivi e dei ricoverati
Covid in Puglia, boom di ricoverati nelle ultime ore Covid in Puglia, boom di ricoverati nelle ultime ore Attualmente positivi sempre in aumento
Vaccini: il 90% della popolazione over 5 anni ha ricevuto la prima dose Vaccini: il 90% della popolazione over 5 anni ha ricevuto la prima dose Il 64 per cento della popolazione ha ricevuto anche la terza dose
Covid in Puglia, nuova impennata di casi: quasi 30 mila attualmente positivi Covid in Puglia, nuova impennata di casi: quasi 30 mila attualmente positivi Il numero dei ricoverati scende leggermente ma si registrano 11 decessi nelle ultime ore
Covid in Puglia, sensibile aumento dei ricoverati Covid in Puglia, sensibile aumento dei ricoverati Gli attualmente positivi continuano a salire PUGLIA - MERCOLEDÌ 22 GIUGNO 2022
Covid in Puglia, quasi 4 mila casi positivi nelle ultime ore Covid in Puglia, quasi 4 mila casi positivi nelle ultime ore Leggero aumento dei ricoverati
Covid, quasi il 25% di positività ai test in Puglia Covid, quasi il 25% di positività ai test in Puglia Superata nuovamente la quota di 2500 attualmente contagiati nelle ultime ore
Covid in Puglia, sale la curva dei contagi Covid in Puglia, sale la curva dei contagi Attualmente positivi vicini nuovamente a superare quota 25 mila
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.