Plasma Palla
Plasma Palla
Scuola e Lavoro

Un “cervello” di Barletta insignito della medaglia Zeldovich

L’astrofisico barlettano Sguera premiato per gli X – ray transients

Elezioni Regionali 2020
Barletta si fa valere anche nel resto del mondo. Molto spesso i cervelli barlettani emigrano verso nuove mete, soprattutto verso il nord o all'estero, ma danno lustro alla città della Disfida. Ci stiamo riferendo a Vito Sguera, ricercatore astrofisico che lavora nell'Istituto nazionale di Astrofisica (Inaf). Il barlettano è stato il primo italiano a ricevere questo ambito premio internazionale, che vede concorrere tutti gli astrofisici under 35 anni. Sguera ha contribuito alla scoperta di una nuova classe di sorgenti di raggi X, basata sui dati del satellite Integral dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa).

Nato a Barletta 35 anni fa, Vito Sguera lavora presso l'Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Bologna e ha scoperto i cosiddetti "Velocisti della galassia", i "Supergiant fast X-ray transients", sistemi binari della Via Lattea che emettono raggi X solo in tempi brevissimi e ad intermittenza. Grazie al suo lavoro Sguera ha contribuito a questa importante scoperta, che gli permetterà di ricevere durante la premiazione che si terrà a Brema in Germania il 19 luglio l'ambitissima Medaglia Zeldovich, considerato il premio Nobel degli astrofisici. L'assemblea internazionale del Comitato internazionale per la ricerca spaziale (Cospar) assegna per la prima volta la Zeldovich ad un ricercatore italiano per la sezione astrofisica.
  • Barlettani illustri
  • Premio
  • Barlettanità
  • Astrofisica
Altri contenuti a tema
3 Barletta anni '90, la nostalgia nelle vecchie fotografie Barletta anni '90, la nostalgia nelle vecchie fotografie Condivise sui social raccontano di una Barletta profondamente diversa
6 L'arrivo della Madonna: la maggioranza dei barlettani soccombe L'arrivo della Madonna: la maggioranza dei barlettani soccombe Tra assembramenti e (poco) rigore, un fatto minimo mette a nudo l'intera città
Un premio letterario dedicato al campione Kobe Bryant Un premio letterario dedicato al campione Kobe Bryant Parte l'iniziativa della casa editrice barlettana "La Penna Blu"
1 Barletta, andrà tutto bene: storie e coraggio che ci uniscono Barletta, andrà tutto bene: storie e coraggio che ci uniscono Messaggi di positività e colori per sostenere la quarantena dei più piccoli
La cultura di Barletta non va in quarantena La cultura di Barletta non va in quarantena Dai nostri archivi, BarlettaViva propone ai lettori due rubriche culturali con la partecipazione di due barlettani d’eccezione
1 Da Los Angeles un prestigioso riconoscimento al “Don Gioacchino” dell’azienda Sabino Leone di Canosa di Puglia Da Los Angeles un prestigioso riconoscimento al “Don Gioacchino” dell’azienda Sabino Leone di Canosa di Puglia Arriva dagli USA un “Best Of Class - Gold Medal” dal 21° Concorso internazionale di olio extra vergine di oliva
Barlettano invade il campo durante Juventus - Atletico Madrid Barlettano invade il campo durante Juventus - Atletico Madrid Gli uomini della sicurezza hanno subito provveduto ad allontanare l’uomo dal campo
Medaglia d'Oro al Caporal Maggiore Scelto Paolo Pascali Medaglia d'Oro al Caporal Maggiore Scelto Paolo Pascali Il militare, effettivo all’82° Reggimento Fanteria “Torino” di Barletta, si salvò in un attacco terroristico
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.