Plasma Palla
Plasma Palla
Scuola e Lavoro

Un “cervello” di Barletta insignito della medaglia Zeldovich

L’astrofisico barlettano Sguera premiato per gli X – ray transients

Barletta si fa valere anche nel resto del mondo. Molto spesso i cervelli barlettani emigrano verso nuove mete, soprattutto verso il nord o all'estero, ma danno lustro alla città della Disfida. Ci stiamo riferendo a Vito Sguera, ricercatore astrofisico che lavora nell'Istituto nazionale di Astrofisica (Inaf). Il barlettano è stato il primo italiano a ricevere questo ambito premio internazionale, che vede concorrere tutti gli astrofisici under 35 anni. Sguera ha contribuito alla scoperta di una nuova classe di sorgenti di raggi X, basata sui dati del satellite Integral dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa).

Nato a Barletta 35 anni fa, Vito Sguera lavora presso l'Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Bologna e ha scoperto i cosiddetti "Velocisti della galassia", i "Supergiant fast X-ray transients", sistemi binari della Via Lattea che emettono raggi X solo in tempi brevissimi e ad intermittenza. Grazie al suo lavoro Sguera ha contribuito a questa importante scoperta, che gli permetterà di ricevere durante la premiazione che si terrà a Brema in Germania il 19 luglio l'ambitissima Medaglia Zeldovich, considerato il premio Nobel degli astrofisici. L'assemblea internazionale del Comitato internazionale per la ricerca spaziale (Cospar) assegna per la prima volta la Zeldovich ad un ricercatore italiano per la sezione astrofisica.
  • Barlettani illustri
  • Premio
  • Barlettanità
  • Astrofisica
Altri contenuti a tema
Salvò un uomo in mare, premio per il sergente di Barletta Ruggiero Iodice Salvò un uomo in mare, premio per il sergente di Barletta Ruggiero Iodice Insignito della Medaglia di Bronzo al Merito per il suo eroico gesto nel novembre 2011
Salvò quattro ragazzi in mare, encomio per un bagnino di Barletta Salvò quattro ragazzi in mare, encomio per un bagnino di Barletta Il sindaco Cannito: «Un premio per attestargli la riconoscenza di tutta la città e la mia stima personale»
Successo per l'acquapark Ippocampo, premiata la famiglia Marzocca di Barletta Successo per l'acquapark Ippocampo, premiata la famiglia Marzocca di Barletta Consegnato il premio Parksmania Awards 2018, l'oscar dei parchi di divertimento
5 Nuove vie, Barletta rende omaggio ai suoi concittadini più illustri Nuove vie, Barletta rende omaggio ai suoi concittadini più illustri Lunedì prossimo saranno scoperte le targhe stradali
1 "Giovanni Pipino, un barlettano alla corte di tre Re" il nuovo libro di Francesco Pinto "Giovanni Pipino, un barlettano alla corte di tre Re" il nuovo libro di Francesco Pinto Mercoledì prossimo la presentazione a Palazzo Della Marra
Challenger amaro per Giannessi: ritiro e ko contro Trungelliti Challenger amaro per Giannessi: ritiro e ko contro Trungelliti Oggi due derby tutti azzurri sui campi dell'Hugo Simmen di Barletta
L’Ordine degli Infermieri della Bat indice il premio per la migliore tesi di ricerca L’Ordine degli Infermieri della Bat indice il premio per la migliore tesi di ricerca Il premio, giunto alla sua nona edizione, è dedicato alla memoria di Nicola Sette
L'Ordine degli Infermieri della Bat indice il premio per la migliore tesi di ricerca del 2018 L'Ordine degli Infermieri della Bat indice il premio per la migliore tesi di ricerca del 2018 Un'opportunità per stimolare la crescita della ricerca infermieristica
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.