Nicola Salvemini
Nicola Salvemini
Politica

Tutto in famiglia in Giunta: fuori Salvemini, dentro la sorella

Il decreto di nomina è stato firmato nel primo pomeriggio di ieri dal sindaco Cannito

Elezioni Regionali 2020
Di padre in figlio e di fratello in sorella. Si potrebbero riassumere in queste poche battute le vicissitudini che nell'ultimo periodo hanno caratterizzato la Giunta del sindaco Cosimo Cannito. A circa due mesi dal suo arrivo in Giunta, in sostituzione di Anna Maria Lacerenza, l'assessore ai Servizi Sociali, Nicola Salvemini, ha firmato le proprie dimissioni. Al suo posto, subentrerà la sorella, Maria Anna Salvemini.

Il decreto di nomina è stato firmato nel primo pomeriggio di ieri dal primo cittadino che, ancora una volta, conferma la sua fiducia in casa Salvemini, memore del legame con l'ex Consigliere comunale e compagno di militanza politica, Andrea.

D'altronde, un cambio di guardia nell'esecutivo cittadino, questa volta, era d'obbligo. Con l'arrivo di Maria Anna Salvemini, infatti, Cannito ha ripristinato la parità di genere in Giunta. La mancanza di una quota rosa, più volte denunciata dalle opposizioni, aveva reso illegittima la squadra di governo della città, dando luogo alla diffida, ricevuta dal sindaco nei giorni scorsi dalla Consigliera di Parità della regione Puglia, l'avv. Anna Grazia Maraschio.

Intanto, le prime considerazioni dai banchi della minoranza non tardano ad arrivare. «Grazie a questa amministrazione comunale – ha comunicato il Consigliere comunale di Coalizione Civica, Carmine Doronzosiamo diventati lo zimbello d'Italia. Speravamo che il sindaco e la Giunta lavorassero per risolvere i problemi della città e invece non fanno altro che produrre atti moralmente e politicamente discutibili che creano rabbia e indignazione tra i cittadini e fanno parlare di noi sempre e solo in termini negativi».

Il cognome, certamente, non può essere una condanna, né tantomeno può essere pregiudizievole alle capacità di cui la Salvemini, come ogni altro, dovrà dare dimostrazione alla città. Ma la questione, forse è proprio questa. Perché ad avere l'opportunità di mettere a disposizione della città le proprie competenze non può essere un perfetto "signor nessuno"? Un sistema blindato: è davvero questo il messaggio che la politica intende lanciare a quanti vorranno comporre la classe dirigente del futuro?

Le prime domande, arriveranno durante la seduta del Consiglio comunale prenatalizio del 20 dicembre. Ma ad essere scambiati non saranno gli auguri di Natale. «Mentre a soli 10 km di distanza c'è chi si candida a Capitale della Cultura – conclude Doronzo – Barletta è sempre più capitale del "tengo famiglia"».
  • Giunta comunale
Altri contenuti a tema
3 Il centrodestra insorge mentre l’amministrazione di Barletta è pronta ad un nuovo assetto Il centrodestra insorge mentre l’amministrazione di Barletta è pronta ad un nuovo assetto Stella Mele parla di amministrazione “trasformista”. Il sindaco Cannito: «Probabilmente sarà rivisitato tutto l’assetto assessorile»
Cefola rinuncia alle deleghe di Lanotte: «Un ripensamento, nulla di politico» Cefola rinuncia alle deleghe di Lanotte: «Un ripensamento, nulla di politico» Da Palazzo di Città trapela che si sarebbero sollevati dissensi e pretese dal centrodestra e da Forza Italia in particolar modo
Cefola nuovo vicesindaco, restano in sospeso le deleghe di Lanotte Cefola nuovo vicesindaco, restano in sospeso le deleghe di Lanotte Dopo un ripensamento, l'avvocato ha rimesso le nuove deleghe
Super delega per il vicesindaco Cefola. Anche Passero potrebbe fare il pieno Super delega per il vicesindaco Cefola. Anche Passero potrebbe fare il pieno Il sindaco Cannito ha firmato il decreto di nomina. Intanto sarebbe in corso una trattativa anche con l’assessore Ruggiero Passero
L'assessore Gennaro Cefola sarà il nuovo vicesindaco di Barletta L'assessore Gennaro Cefola sarà il nuovo vicesindaco di Barletta Il decreto di nomina sta per essere firmato dal sindaco Cannito
2 Prosegue la querelle sul palazzo della Sfida: «Nessuna illegittimità» Prosegue la querelle sul palazzo della Sfida: «Nessuna illegittimità» La nota dei consiglieri comunali di maggioranza, Giuseppe Losappio, Giuseppe Dipaola, Pier Paolo Grimaldi, Michele Maffione e Salvatore Lionetti
2 Michele Lasala fuori dalla Giunta, il sindaco firma il decreto Michele Lasala fuori dalla Giunta, il sindaco firma il decreto Gli era stato prospettato di dimettersi, ma l’ex assessore Lasala ha preferito essere sollevato dall’incarico
3 La Sfida del Comune: sì all’immobile, no a Lasala? La Sfida del Comune: sì all’immobile, no a Lasala? Revocata la delibera di Giunta, resta un nodo da sciogliere
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.