Battesimo Gesù
Battesimo Gesù
Religioni

“Tu sei mio Figlio”: il giorno del battesimo di Gesù

La riflessione di don Vito Carpentiere

Dal vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui.
Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.
Appena battezzato, Gesù uscì dall'acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l'amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

Questa domenica segna il passaggio tra il tempo di Natale, quale suo compimento, e il tempo Ordinario, quale suo principio. Come mai è appena nato ed oggi ce lo ritroviamo già adulto ricevere il battesimo da Giovanni? Il Battesimo di Gesù è considerato il secondo di tre manifestazioni (in greco epifania) al mondo: la prima è quella propriamente detta Epifania, all'arrivo dei Magi; la seconda è la festività odierna, quando si aprono i cieli e si ode la voce del Padre; la terza avviene al momento delle nozze di Cana, quando trasforma l'acqua in vino per manifestare il sopraggiungi mento dei tempi messianici.

Gesù si fa battezzare, nonostante non ne avesse assoluto bisogno, per adempiere la giustizia di Dio, ciò per cui Dio rende giusto l'uomo, ossia annullando le distanze tra Lui e ciascuno di noi.

"Tu sei mio Figlio": queste parole udite quel giorno rivelano l'identità e il rapporto speciale di Gesù con Dio che è Padre e ricordano la nostra identità: io sono figlio di Dio.

"Tu sei amato": questo è il mio nome per Dio. La prima realtà della nostra fede. L'amore di Dio viene prima. Poi viene il nostro amore verso di Lui. Solo dopo questo amore fontale.

"In te ho posto il mio compiacimento": Dio mi pensa ed è compiaciuto, mi pensa e gioisce. Come quando pensa al Figlio, così accade quando pensa a me.

Toniamo alla porta della nostra fede, troveremo un Dio che è Padre, che mi chiama Figlio amato e che, compiacendosi di me, mi apre a nuovi orizzonti della mia esistenza umana e cristiana.

[don Vito]
  • Religione
Altri contenuti a tema
25 aprile: festeggiamenti per la Madonna di Canne e S.Ruggero Vescovo 25 aprile: festeggiamenti per la Madonna di Canne e S.Ruggero Vescovo Si terrà la messa dalle ore 11.00 alle ore 12.00 a cui seguirà la processione con le effigi
Le donazioni dell'Arciconfraternita del Santo Legno della Croce di Barletta Le donazioni dell'Arciconfraternita del Santo Legno della Croce di Barletta Le iniziative in vista dell'Immacolata e del Santo Natale
Fra Gianluca Catapano diventerà sacerdote: la celebrazione a Barletta Fra Gianluca Catapano diventerà sacerdote: la celebrazione a Barletta Si terrà domenica con la presenza di Mons.Leonardo D’Ascenzo
Cerimonia per commemorare i defunti nella mattinata del 2 novembre Cerimonia per commemorare i defunti nella mattinata del 2 novembre Il 4 novembre si terrà la giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate
31 A Barletta il battesimo dei Testimoni di Geova avviene in mare A Barletta il battesimo dei Testimoni di Geova avviene in mare La cerimonia della comunità barlettana si è svolta sul lungomare Mennea
Don Ruggero Caputo, presto sarà reso pubblico il decreto di Venerabilità Don Ruggero Caputo, presto sarà reso pubblico il decreto di Venerabilità Il documento è stato ritirato questa mattina dal cardinale Monterisi
Padre Antonio Dibenedetto, è scomparso nel casertano il sacerdote di Barletta Padre Antonio Dibenedetto, è scomparso nel casertano il sacerdote di Barletta Tornava quando possibile nella sua città natale. Immancabile la sua visita alla Parrocchia S. Agostino
Le meraviglie di Santa Lucia, ieri e oggi e il legame tra Barletta e Venezia Le meraviglie di Santa Lucia, ieri e oggi e il legame tra Barletta e Venezia Il contributo del dott. Nicola Palmitessa del centro studi La Cittadella Innova
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.