Aria
Aria
Territorio

"Strani" picchi di NO2 dalla centralina Arpa in via Trani

La segnalazione: «Perché questi picchi non avvengono nei pressi dello stadio Simeone?»

La questione ambientale e della qualità dell'aria è ancora un problema vivo e privo di definitive soluzioni. A sollevare una nuova riflessione sulla presenza di inquinanti nell'aria è il cittadino e ambientalista Daniele Cascella, il quale segnala la presenza di «strani picchi di NO2 (Biossido d'azoto) rilevati nella Centralina Arpa sita in Via Trani che tuttora continuano. L'ultimo è del 13 Gennaio anche se non ha superato superato il limite di legge pari a 200 µg/m³ fermandosi a 154 µg/m³».

«Sul sito web dell'Arpa si legge che: "L'NO2 (Biossido di azoto) è un Gas tossico che si forma nelle combustioni ad alta temperatura. Sue principali sorgenti sono i motori a scoppio, gli impianti termici, le centrali termoelettriche." In allegato è presente la tabella delle rilevazioni del NO2 in Via Trani da novembre. Si nota che i picchi sono avvenuti continuamente nel mese di dicembre: 12 dicembre (209 µg/m³) 13 dicembre (215 µg/m³ ), non c'è rilevamente dal 18 al 23 dicembre, 28 dicembre (236µg/m³ ), il 30 dicembre si avvicina al limite di legge (192 µg/m³ ). Gli ultimi picchi sono dell'8 gennaio con 157 µg/m³ e del 13 gennaio con 154µg/m³ (entrambi al di sotto del limite di legge). Il valore dell'NO2 del 13 Gennaio è stato di gran lungo quello più alto dell'intera Regione Puglia.

«Che cosa avviene in via Trani? Tali picchi non avvengono nella centralina sita nello Stadio Lello Simeone - si domanda Cascella - perché?».
  • Salvaguardia ambientale
Altri contenuti a tema
Qualità dell'aria a Barletta, «serve un nuovo piano traffico» Qualità dell'aria a Barletta, «serve un nuovo piano traffico» Forum Salute e Ambiente: «Il monitoraggio deve partire da via Trani»
1 Protocollo sul Monitoraggio Ambientale, il punto sulla situazione a Barletta Protocollo sul Monitoraggio Ambientale, il punto sulla situazione a Barletta Forum Salute & Ambiente chiede aggiornamenti su centraline e raccolta differenziata
5 Vigilanza sui cani di Barletta, ecco le norme da rispettare Vigilanza sui cani di Barletta, ecco le norme da rispettare Al Nucleo Guardia Ambientale affidato il ruolo di controllo: sanzioni per chi non le rispetta
"Youth empowerment 4 environment", presente la senatrice Assuntela Messina "Youth empowerment 4 environment", presente la senatrice Assuntela Messina Progetto per i giovani studenti italiani a favore dell'ambiente
Festa dell’Albero 2018, l'ARIF dona cento alberelli per Barletta Festa dell’Albero 2018, l'ARIF dona cento alberelli per Barletta Per l'occasione mercoledì saranno aperti i giardini della scuola Musti
1 Il futuro di Barletta passa dal mare Il futuro di Barletta passa dal mare "Caro sindaco ti scrivo": una lettera di Nicola Palmitessa del centro studi "La Cittadella Innova"
“L’ambiente chiama, Barletta risponde”, incontro al liceo Cafiero “L’ambiente chiama, Barletta risponde”, incontro al liceo Cafiero Convegno organizzato in occasione della Settimana del Pianeta Terra
Tartaruga marina senza vita sulla costa tra Barletta e Trani Tartaruga marina senza vita sulla costa tra Barletta e Trani L'ecologista Montepulciano: «La zona umida di Boccadoro andrebbe protetta»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.