Seggi elettorali
Seggi elettorali
Politica

Seggi elettorali ai tempi del Covid, tra percorsi predefiniti e accessi contingentati

Il Ministero dell'Interno di concerto con quello della Salute ha emanato uno specifico protocollo: ecco tutte le norme da seguire

Le elezioni regionali, amministrative e referendarie del 2020 saranno ricordate come le prime, e forse uniche, elezioni svolte durante l'epidemia da Sars-Cov-2. Il Coronavirus sta radicalmente cambiando le nostre abitudini, e visto anche l'aumento dei contagi registrato nelle ultime settimane, il Ministero dell'Interno, di concerto con il Ministero della Salute, ha redatto un rigido protocollo che dovrà essere rispettato nei seggi di tutta Italia.

D'altronde, sono oltre 51 milioni gli elettori aventi diritto al voto distribuiti in 61.572 sezioni lungo lo stivale, che dovranno il 20 e il 21 settembre recarsi nei seggi e i due ministeri hanno ritenuto fondamentale far in modo che siano garantiti: «Due diritti costituzionalmente sanciti, il diritto al voto e quello alla salute».

Il protocollo, firmato lo scorso 7 agosto dal ministro Lamorgese e dal ministro Speranza, prevede una serie di indicazioni da seguire per far in modo di contenere al massimo un possibile rischio di infezione. Si va dalla necessità di predisporre entrate e uscite separate, a percorsi differenziati di entrata e uscita, dalla necessità di aerare gli spazi all'allestimento di aree di attesa esterne per evitare assembramenti nelle singole sezioni. Inoltre, ci sarà l'obbligo di mascherina per tutti, ma dovrà essere garantita la distanza dei due metri tra l'elettore e i componenti del seggio in fase di identificazione (momento in cui è necessario togliersi la mascherina). Le cabine dovranno essere posizionate garantendo la distanza in base agli spazi disponibili, e sarà necessario igienizzare le mani prima e dopo la votazione. Non verrà però misurata la temperatura all'accesso, si rimanda alla responsabilità del singolo il non presentarsi al seggio in caso di temperatura superiore a 37,5° o se si è in quarantena.

In merito a quest'ultimo punto, ovvero i cittadini aventi diritto di voto posti in quarantena, isolamento domiciliare o ricoverati per Covid-19, il Ministero ha successivamente emanato una circolare, inviata ai prefetti, in cui si chiarisce in che modo potranno votare. Per loro, infatti, verranno istituiti dei seggi speciali presso le strutture ospedaliere con almeno 100 posti letto. Nel caso in cui tale opzione non sia possibile, i sindaci possono: «Nominare, in qualità di componenti, personale delle Unità speciali di continuità assistenziale regionale (USCAR), designato dalla competente azienda sanitaria locale o, in subordine, previa attivazione dell'autorità competente, soggetti iscritti all'elenco dei volontari di protezione civile che siano elettori del comune».

Coloro che si trovano in quarantena o isolamento fiduciario, inoltre, potranno votare a domicilio, facendone richiesta al proprio comune tra il 10 e il 15 settembre.
  • Elezioni
Speciale Elezioni Regionali

Elezioni Regionali 2020, lo speciale di BarlettaViva

Approfondimenti, interviste, risultati, verso il nuovo consiglio regionale pugliese

109 contenuti
Altri contenuti a tema
Perché a Barletta si respira aria di elezioni anticipate Perché a Barletta si respira aria di elezioni anticipate In attesa del prossimo consiglio comunale il centrosinistra lancia appelli
I 18enni potranno eleggere i senatori, cosa ne pensano gli onorevoli di Barletta? I 18enni potranno eleggere i senatori, cosa ne pensano gli onorevoli di Barletta? Plaudono Messina e Quarto mentre Damiani si è astenuto dal voto come i colleghi di Forza Italia
Ruggiero Mennea è ufficialmente consigliere regionale: «Grazie a tutti, nonostante tutto!» Ruggiero Mennea è ufficialmente consigliere regionale: «Grazie a tutti, nonostante tutto!» «Ai cittadini di questa provincia che mi onoro di rappresentare ancora una volta con onestà, competenza e dedizione»
Regionali, per la Bat 7 consiglieri: ben 3 sono di Barletta Regionali, per la Bat 7 consiglieri: ben 3 sono di Barletta Emiliano ottiene il premio di maggioranza. Rientra Mennea, ma resta fuori Zinni
Elezioni regionali, a Foggia la Polizia indaga su casi di corruzione elettorale Elezioni regionali, a Foggia la Polizia indaga su casi di corruzione elettorale L'indagine ha riscontrato un’illecita dazione di denaro come prova dell’avvenuto voto a favore di un candidato foggiano
Post elezioni, Rossella Piazzolla: «Grazie agli elettori per la stima e la fiducia» Post elezioni, Rossella Piazzolla: «Grazie agli elettori per la stima e la fiducia» Con 2.789 voti, è la candidata più suffragata della lista "La Puglia Domani" nella provincia Bat
Elezioni 2020, l'informazione di Viva conquista i lettori: quadruplicate le visualizzazioni in soli tre giorni Elezioni 2020, l'informazione di Viva conquista i lettori: quadruplicate le visualizzazioni in soli tre giorni I 18 portali del nostro circuito fonte affidabile di informazione
1 Tutte le preferenze delle liste per le elezioni regionali 2020 a Barletta Tutte le preferenze delle liste per le elezioni regionali 2020 a Barletta Numeri legati in molti casi alla presenza di candidati forti
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.