Chiesa di Sant'Agostino
Chiesa di Sant'Agostino
La città

Sant'Agostino: a Barletta una chiesa accessibile, ma non troppo

Don Roberto Vaccariello: «È necessaria la partecipazione alla vita della comunità, affinché la disabilità non diventi un ostacolo»

A qualcuno non sarà sicuramente sfuggito che insieme al cancello che circondava il parcheggio del vecchio ospedale è sparita anche la rampa per l'accesso di anziani e disabili alla parrocchia Sant'Agostino in Barletta.

Il giorno 3 agosto, alle ore 16, con una sobria cerimonia è stato inaugurato il nuovo spazio di piazza Principe Umberto. Una piazza al servizio della chiesa ma, una chiesa non più al servizio dei disabili e dei più anziani. Inaugurazione rinviata, quindi, per loro, che possono ammirare la nuova piazza ma usufruire della stessa solo parzialmente.

Di seguito una breve intervista, a cura di Michele Napoletano (Referente parrocchiale della Pastorale Giovanile) effettuata a Don Roberto Vaccariello, parroco di Sant'Agostino:

Don Roberto, cosa pensi di questa situazione?
«Sono molto amareggiato e deluso per questa situazione. La rampa è stata rimossa, con la promessa da parte del sindaco di ripristinarla al termine dei lavori di ripavimentazione dell'area. Al termine dei lavori, è stata inaugurata la nuova piazza ma la parrocchia è stata privata di una struttura essenziale e indispensabile, vista la presenza nel quartiere di numerose persone anziane».

Nel progetto era prevista la rimozione della rampa?
«Che io sappia no. Questa situazione è nata per un incontro avuto casualmente col sindaco una mattina. Mi chiese il permesso di poter rimuovere la rampa per poter procedere alla ripavimentazione dell'area sottostante alla stessa e rendere così uniforme tutta l'area di piazza Principe Umberto.

Di fronte a tale richiesta mi sorsero parecchi dubbi perché ero consapevole del fatto che la parrocchia non avesse a disposizione i fondi per l'installazione di una nuova rampa».

E perché hai accettato?
«L'ho fatto perché, esponendo questo problema, il giorno successivo in presenza della famiglia Faggella e di alcuni commercianti della zona, il sindaco ha promesso che la reinstallazione della rampa sarebbe avvenuta a spese del comune».

Qualcuno potrebbe obiettare dicendo che la rampa sarebbe ad uso privato e che quindi la questione non riguarderebbe il comune.
«Noi non stiamo chiedendo al comune una struttura ex-novo ma semplicemente il ripristino della rampa che la parrocchia già possedeva grazie a una donazione effettuata negli anni '90 dalla famiglia Faggella.

Vorrei ricordare inoltre che quella rampa fu installata per agevolare i volontari dell'unitalsi a far accedere alla chiesa gli ammalati su sedie a rotelle. Ci sono stati alcuni disabili e anziani che, vedendo l'assenza di una struttura di accesso agevolato alla chiesa sono andati via».

Cosa chiedi quindi all'amministrazione?
«Chiedo che si dia attenzione agli ammalati, in maniera particolare a coloro che per gravi motivi di salute non possono accedere alla chiesa e che hanno bisogno della rampa per la necessaria partecipazione alla vita della comunità affinché la disabilità non diventi un ostacolo, ma possibilità di testimonianza per tutti».
  • Chiesa di Sant'Agostino
Altri contenuti a tema
2 Violenza nella parrocchia di Sant'Agostino a Barletta Violenza nella parrocchia di Sant'Agostino a Barletta Dopo la segnalazione di alcuni cittadini, giunge una nota dalla Diocesi
Una messa in suffragio per don Michele Morelli Una messa in suffragio per don Michele Morelli Era stato parroco di Sant'Agostino e vicario episcopale della zona pastorale di Barletta
Crollo in via Magenta: un incontro pubblico per non dimenticare Crollo in via Magenta: un incontro pubblico per non dimenticare Proiezione a cura del giornalista Nino Vinella e intervento di Michele Grimaldi
Chiarimento sul nuovo incarico di parroco per Sant’Agostino Chiarimento sul nuovo incarico di parroco per Sant’Agostino La redazione si atterrà ai comunicati ufficiali della Curia
Due nuovi parroci per le chiese di S. Agostino e S. Benedetto Due nuovi parroci per le chiese di S. Agostino e S. Benedetto Cambio di incarichi per don Vincenzo Misuriello e don Francesco Doronzo
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.