Cementeria Barletta
Cementeria Barletta
La città

Qualità dell’aria, attenzione alta a Barletta: il caso della canna fumaria rimossa

Prosegue anche il confronto sull'esito del biomonitoraggio sulle unghie dei bambini

Resta un tema di grande attualità e attenzione quello della qualità dell'aria a Barletta: problematica mai risolta del tutto, che di recente ha visto al centro dell'interesse e degli studi il biomonitoraggio effettuato sulle unghie dei bambini. Nella sua pubblicazione il dottor Agostino Di Ciaula aveva messo in luce un accumulo di metalli tossici e un'esposizione all'inquinamento da PM10 da attenzione nell'area urbana a ridosso della zona industriale sud di Barletta.
Il documento è stato portato di recente all'attenzione del prefetto della Bat Maurizio Valiante. Sul tema è intervenuto il presidente del comitato Operazione Aria Pulita Bat, avv. Michele Cianci: «L'interessamento dimostrato dal prefetto Valiante è il segno tangibile di attenzione, sia nei confronti dell'emergenza sia nei confronti delle realtà che operano a tutela del territorio e della salute pubblica».

Oltre al biomonitoraggio, sempre attraverso il comitato OAP, è giunta una segnalazione da parte di alcuni iscritti relativamente a una ciminiera recentemente rimossa dall'area della cementeria di Barletta.«Sono tante le domande e gli interrogativi che ogni giorno rivolgono i cittadini – riferisce Cianci – L'auspicio che proponiamo è che l'azienda, in un momento così particolare, rispondesse a questo quesito, ovvero perché quella ciminiera è stata rimossa, quali gas emanava… nell'ottica di un dialogo più trasparente con la cittadinanza».

Questa della ciminiera è solo l'ultima di una lunga trafila di segnalazioni che raccontano di vapori, odori molesti e polveri sui balconi degli edifici a ridosso del complesso industriale.

La strada del confronto, soprattutto alla luce del biomonitoraggio sulle unghie dei bambini, proseguirà. Proprio durante l'incontro con il Prefetto è stata ribadita l'importanza del coinvolgimento attivo delle varie realtà operanti nell'ambito delle tematiche ambientali: in prima linea l'Asl BT, con il commissario Alessandro Delle Donne che aveva già provveduto a costituire un tavolo tecnico dedicato al tema in cui coinvolgere anche Arpa Puglia, Ares, insieme al commissario prefettizio di Barletta e alle associazioni ambientaliste del territorio, ciascuno nei propri ambiti di competenza, per far fronte comune tra cittadini, istituzioni e politica nei confronti di questa emergenza.
  • Inquinamento
  • Ambiente
  • Cementeria
  • Comitato Operazione Aria Pulita
Altri contenuti a tema
Polizia Locale scopre illecito ambientale in località grotte Stompagnate Polizia Locale scopre illecito ambientale in località grotte Stompagnate La nota diffusa dal comando
22 Cianci: «Analisi ok, il mare di Levante non è contaminato» Cianci: «Analisi ok, il mare di Levante non è contaminato» La nota del presidente del comitato operazione aria pulita Bat
1 Cinghiale spiaggiato sulla Litoranea di Ponente Cinghiale spiaggiato sulla Litoranea di Ponente Sul luogo la Capitaneria di porto
Analisi acque litoranea Levante, questa mattina il prelievo voluto da OAP Analisi acque litoranea Levante, questa mattina il prelievo voluto da OAP Cianci: «Vogliamo fare chiarezza»
1 Alberi "cementati" via Vittorio Veneto, Cianci: «Chiediamo chiarimenti più esaustivi» Alberi "cementati" via Vittorio Veneto, Cianci: «Chiediamo chiarimenti più esaustivi» La nota del presidente del comitato operazione aria pulita Bat
17 Pesci spiaggiati a Levante, Cianci: «Si analizzino le acque marine» Pesci spiaggiati a Levante, Cianci: «Si analizzino le acque marine» La nota del presidente del comitato Operazione aria pulita BAT
"EcoDisfida Festival": a Barletta una due giorni dedicata all'ambiente e all'inclusione sociale "EcoDisfida Festival": a Barletta una due giorni dedicata all'ambiente e all'inclusione sociale Appuntamento al Lido Mennea il 28 e 29 luglio
1 Tavolo ambiente, Collettivo Exit: «Servono azioni concrete» Tavolo ambiente, Collettivo Exit: «Servono azioni concrete» La nota dell'associazione ambientalista
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.