Processione del venerdì santo 2015
Processione del venerdì santo 2015
Religioni

Processione dei santi patroni, Barletta divisa tra cultura e confusione

Una tradizione di devozione fin dal 1731

La seconda domenica del mese di luglio Barletta si adorna di luci, colori e un profumo di zucchero filato inebria le strade principali della città fiancheggiate da bancarelle di ogni sorta. E' questa l'atmosfera che si vive in occasione della festa patronale, dedicata alla Madonna dello Sterpeto. Il suo significato ha radici assai profonde, risalenti al marzo del 1731, quando un violento terremoto colpì le zone di Foggia, Canosa, Cerignola e Barletta.

In ricordo di quell'episodio funesto i barlettani sono tuttora grati alla Madonna che li salvò e per questo motivo le dedicano tre giorni consecutivi durante i quali manifestazioni folkloristiche si coniugano con le celebrazioni liturgiche in onore dei Santi Patroni, Maria Santissima dello Sterpeto e San Ruggiero Vescovo. Uno dei momenti salienti è quello della processione alla quale partecipano i prelati di Barletta, le confraternite che portano sulle proprie spalle la cornice d'argento contenente l'effige della Vergine Patrona e tantissimi fedeli. Una folla gremita attende sui marciapiedi il passaggio della processione che assume un valore identitario, simbolo delle radici civiche e religiose.

E' un momento oltre che di importante valenza religiosa, anche di coesione e solidarietà. Per tale ragione molti hanno vissuto il rammarico per la minore affluenza e partecipazione da parte della cittadinanza stessa. In molti infatti in questa occasione si sono allontanati dalla città per evitare il frastuono e la confusione, preferendo mete turistiche. Forse dimenticando che Barletta è storia, cultura, tradizione e molto altro e per tale ragione va vissuta con partecipazione attiva in ogni sua esperienza.
Processione dei santi patroniProcessione dei santi patroni
  • Tradizione
  • Chiesa cattolica
Altri contenuti a tema
40 anni dalla scomparsa di don Peppuccio, il prete barlettano innamorato della Disfida 40 anni dalla scomparsa di don Peppuccio, il prete barlettano innamorato della Disfida Contribuì a innestare il fervore per la rievocazione. «Fu conosciuto amato dai barlettani per il bene che fece»
13 Il falò, un’antichissima tradizione barlettana - FOTO Il falò, un’antichissima tradizione barlettana - FOTO Tra leggende e credenze cristiane: ieri l'imponente "fanova" sul lungomare Mennea
3 Alboreo e Dipietro: «La fanova si farà» Alboreo e Dipietro: «La fanova si farà» L'annuncio del presidente dell'associazione "Barlett e avest"
Ave Maria in classe: tra laicità e tutela dei propri diritti Ave Maria in classe: tra laicità e tutela dei propri diritti Una riflessione di Michele Grimaldi, direttore dell'Archivio di Stato
Il Giovedì Santo a Barletta: tra tradizione, devozione e suggestione (FOTO) Il Giovedì Santo a Barletta: tra tradizione, devozione e suggestione (FOTO) Il nostro percorso nelle chiese di Barletta nella sera dei “Sepolcri”, ma qualche bellissima chiesa resta purtroppo chiusa
Prossima la beatificazione della venerabile Madre Elisa Martinez Prossima la beatificazione della venerabile Madre Elisa Martinez Lo annuncia il postulatore della causa Mons. Sabino Amedeo Lattanzio
L’inizio della Quaresima con la tradizione dei 40 rintocchi L’inizio della Quaresima con la tradizione dei 40 rintocchi Dal racconto di Don Sabino Lattanzio il perché di questo momento
A Barletta la festa della Beata Vergine Maria di Loreto A Barletta la festa della Beata Vergine Maria di Loreto Appuntamento da oggi nella Chiesa Santa Maria di Nazareth
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.