Madre Elisa Martinez
Madre Elisa Martinez
Religioni

Prossima la beatificazione della venerabile Madre Elisa Martinez

Lo annuncia il postulatore della causa Mons. Sabino Amedeo Lattanzio

"Il 23 febbraio 2023 il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza il Card. Marcello Semeraro, Prefetto del Dicastero delle Cause dei Santi, autorizzandolo a promulgare il Decreto riguardante il miracolo attribuito all'intercessione della Venerabile Serva di Dio Madre Elisa Martinez. Con tale autorevole pronunciamento sarà ormai prossima la Beatificazione della Religiosa Pugliese."

È ciò che si legge dal comunicato del postulatore don Sabino Lattanzio che si è dedicato alla causa di beatificazione.

"Il miracolo in questione consiste nella guarigione di una bimba di Loreto ancora nel seno materno da "trombosi e occlusione completa calcificata dell'arteria ombelicale sinistra fetale" con"esteso infarto placentare e plurifocali alterazioni dei villi come da ipossiemia", nonché "gravissimo ritardo di crescita fetale intrauterina associato a condizioni di 'brain sparing' ".

Venendo a conoscenza della gravissima situazione che stava vivendo la mamma della futura bimba miracolata che portava ancora nel seno, la Superiora Generale delle Suore Figlie di Santa Maria di Leuca, madre Ilaria Nicolardi ha fatto iniziare nelle varie Comunità del suo Istituto una novena di preghiera per chiedere il miracolo per intercessione della loro Venerabile Madre Fondatrice.

Le preghiere hanno continuato ad accompagnare tutto il periodo della gravidanza e la piccola è nata il 19 marzo 2018 in perfette condizioni. Si tratta, pertanto, di un caso straordinario per l'evoluzione clinica che lo ha caratterizzato e che è inspiegabile sul piano dell'attuali conoscenze scientifiche. È bello pensare che in vita Madre Elisa aveva un amore di predilezione per i piccoli ed è stata anche molto vicina alle mamme, specialmente verso le "ragazze madri". L'avvenuto miracolo ci conferma che ella anche dal cielo continua a prendersi premurosa cura delle mamme e dei loro piccoli.

Madre Elisa Martinez nacque a Galatina (Le) il 25 marzo 1905 da Giacomo e Francesca Rizzelli, in una agiata e numerosa (otto figli) famiglia di sani principi morali e religiosi. Fin dalla più tenera età si contraddistinse per un trasporto naturale verso gli ideali di fede, la preghiera, per un amore particolare a vantaggio dei più indifesi e dell'infanzia, amore, quest'ultimo, che si accentuò frequentando le scuole magistrali. Nel 1928 entrò tra le Suore di Nostra Signora della Carità del Buon Pastore ad Angers. Nel 1932 per motivi di salute fu costretta a lasciare l'Istituto ma non l'ideale di continuare a seguire il Signore che aveva su di lei altri progetti. Infatti, per ispirazione divina, Elisa pensò di fondare un Istituto Religioso e nel 1934 cominciò a muovere i primi passi. Il 20 marzo 1938 - giorno seguente la Solennità di San Giuseppe, sotto la cui protezione volle mettere la sua persona e le sue compagne - con l'aiuto del parroco di Miggiano (Le), don Luigi Cosi, diede inizio alla Pia Unione delle Suore dell'Immacolata, sull'esempio di Gesù buon Pastore che va in cerca della pecorella smarrita, la raccoglie e la riporta all'ovile (Lc 15,3-5), affinché andassero incontro agli emarginati, ai carcerati, alle madri nubili e si dedicassero, inoltre,per la catechesi nelle parrocchie e per l'educazione alla prima infanzia. La Fondatrice fin dagli inizi, nonostante la sua giovane età, manifestò un grande spirito di maternità verso le sue suore, aspetto che la contraddistinse per tutto il resto della vita, affrontando i più grandi sacrifici pur di non far mancare nulla a nessuna di loro. Il 15 agosto 1941 il vescovo di Ugento, mons. Giuseppe Ruotolo, eresse la Pia Unione in Istituto di Diritto Diocesano, suggerendone il cambio del nome in "Figlie di Santa Maria di Leuca", in onore al maggior Santuario mariano presente in Diocesi e nel Salento.

Mentre la sua opera andava espandendosi in più parti di Italia tra sofferenze e peripezie, nel 1943 madre Elisa ottenne la grande consolazione del Decreto di erezione di Diritto Pontificio del suo Istituto. Intanto, col passare degli anni, l'Istituto si estese in diverse parti del mondo, a cominciare dall'Europa, fino a raggiungere l'America e il continente Asiatico (India, Filippine).

Dopo una lunga vita tutta spesa per la maggior gloria di Dio, ad onore della Vergine Maria e per il bene dei fratelli, i più bisognosi, provata come oro nel crogiolo da grandi sofferenze fisiche e morali, l'8 febbraio 1991 andò incontro allo Sposo Divino, lasciando la grande eredità di 55 comunità religiose distribuite in otto paesi, con 600 sue amate figlie che hanno diffuso il suo carisma con immutata fedeltà. Ultimamente l'Istituto da lei fondato si è esteso anche in Vietnam e in Messico.

La sua tomba in Roma, presso la Casa Generalizia delle Figlie di Santa Maria di Leuca, è meta di continui pellegrinaggi da parte di chi invoca la sua intercessione presso Dio e la fama di santità è andata sempre più crescendo tanto che nel 2016, presso il Santuario di Santa Maria di Leuca, si diede inizio alla Fase Diocesana della sua Causa di Beatificazione e Canonizzazione, conclusasi il 12 novembre 2017.

In qualità di Postulatore della Causa di madre Elisa Martinez, mi unisco all'esultanza alle Suore dell'Istituto delle Figlie di Santa Maria di Leuca, pensando che sono trascorsi poco meno di 7 anni dall'introduzione di tale Causa e già tra qualche mese questa gioia sarà piena perché potremo vedere madre Elisa elevata agli onori degli altari."
  • Chiesa cattolica
  • Papa Francesco
Altri contenuti a tema
40 anni dalla scomparsa di don Peppuccio, il prete barlettano innamorato della Disfida 40 anni dalla scomparsa di don Peppuccio, il prete barlettano innamorato della Disfida Contribuì a innestare il fervore per la rievocazione. «Fu conosciuto amato dai barlettani per il bene che fece»
Ave Maria in classe: tra laicità e tutela dei propri diritti Ave Maria in classe: tra laicità e tutela dei propri diritti Una riflessione di Michele Grimaldi, direttore dell'Archivio di Stato
Il Giovedì Santo a Barletta: tra tradizione, devozione e suggestione (FOTO) Il Giovedì Santo a Barletta: tra tradizione, devozione e suggestione (FOTO) Il nostro percorso nelle chiese di Barletta nella sera dei “Sepolcri”, ma qualche bellissima chiesa resta purtroppo chiusa
L’inizio della Quaresima con la tradizione dei 40 rintocchi L’inizio della Quaresima con la tradizione dei 40 rintocchi Dal racconto di Don Sabino Lattanzio il perché di questo momento
"La tessitura del mondo di Papa Francesco" "La tessitura del mondo di Papa Francesco" Il 15 dicembre incontro in Cattaedrale a Barletta con il curatore del libro Andrea Monda
A Barletta la festa della Beata Vergine Maria di Loreto A Barletta la festa della Beata Vergine Maria di Loreto Appuntamento da oggi nella Chiesa Santa Maria di Nazareth
Don Mauro Dibenedetto nominato segretario del Centro di azione liturgica Don Mauro Dibenedetto nominato segretario del Centro di azione liturgica Mons. Giovanni Di Napoli è stato nominato vicepresidente
Madonna del Pozzo: dopo due anni ritorna la storica processione Madonna del Pozzo: dopo due anni ritorna la storica processione Il triduo di preparazione prenderà il via nella giornata di venerdì 9 settembre con la Santa Messa solenne delle ore 19.00
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.