Mappa dei ponti a rischio
Mappa dei ponti a rischio
Territorio

Ponti a rischio anche nella Bat, il Codacons diffida il prefetto di Barletta

Chiesto il blocco dei mezzi pesanti e adeguate verifiche per evitare tragedie

All'indomani della tragedia accaduta a Genova il Codacons concentra la sua attenzione sullo stato delle infrastrutture sul territorio, e con riferimento alla Regione Puglia indica un manufatto che necessiterebbe di verifiche e indagine per accertarne il livello di sicurezza. Oggetto di attenzione sarebbe infatti un viadotto che oltrepassa la SS16 bis in territorio di Trani.

L'associazione chiede il blocco dei mezzi pesanti su questo cavalcavia/viadotto per 30 giorni, così da dare modo ai tecnici di provvedere alle necessarie verifiche sullo stato e la sicurezza della struttura. E impiego del genio militare - non di privati - per realizzare a stretto giro le verifiche necessarie insieme ai gestori, così da minimizzare l'impatto sul traffico. In questo senso il Codacons ha deciso di diffidare il prefetto di Barletta-Andria-Trani. A lui, chiamato in causa quale responsabile diretto della sicurezza pubblica, l'Associazione chiede di disporre un blocco "temporaneo" per alleggerire il traffico sui viadotti a rischio: una necessità che s'impone alla luce dei fatti per dar modo di svolgere un'attenta opera di monitoraggio e valutazione del rischio, con disagi minimi per l'economia e il commercio (vista la possibilità per gli autotrasportatori di individuare percorsi alternativi, come accade normalmente allorché i sindaci vietano il passaggio dei TIR nel loro Comune).

Il Codacons mette il suo staff legale a disposizione dei cittadini piemontesi che vogliano segnalare situazioni di ponti e viadotti a rischio. Per contattare l'Associazione basta scrivere all'indirizzo info@codacons.it, o - dal 20/8 - contattare il numero verde 800.582493.
  • Prefetto
  • Codacons
Altri contenuti a tema
Prima riunione del Comitato per l'Ordine e la sicurezza pubblica con il nuovo prefetto Prima riunione del Comitato per l'Ordine e la sicurezza pubblica con il nuovo prefetto D’Agostino: «Sosterrò con energia le richieste di portare a compimento l’istituzione degli uffici statali sul territorio»
L’Associazione Avvocati Barletta incontra il Prefetto della Provincia di Barletta-Andria-Trani L’Associazione Avvocati Barletta incontra il Prefetto della Provincia di Barletta-Andria-Trani La cronaca dell'incontro in prefettura
Il prefetto Bat in visita alla capitaneria di porto di Barletta Il prefetto Bat in visita alla capitaneria di porto di Barletta Hanno illustrato le varie attività che vengono svolte quotidianamente
Storia Patria di Barletta incontra il prefetto Riflesso Storia Patria di Barletta incontra il prefetto Riflesso La dott.ssa Riflesso ha assicurato la disponibilità della prefettura a collaborare ad iniziative opportunamente concordate
Il Direttore dell'Archivio di Stato Grimaldi incontra il Prefetto Riflesso Il Direttore dell'Archivio di Stato Grimaldi incontra il Prefetto Riflesso Al centro dell'incontro anche il punto sull’ex Palazzo delle Poste
Omicidio a Margherita di Savoia, il prefetto: "Innalzare il livello di attenzione" Omicidio a Margherita di Savoia, il prefetto: "Innalzare il livello di attenzione" Ieri un 17enne barlettano si è costituito per l'accaduto
Il Prefetto incontra i Presidenti degli Ordini Professionali Il Prefetto incontra i Presidenti degli Ordini Professionali Il Prefetto ha ribadito come la percezione di sicurezza di un territorio dipende dalla compartecipazione di tutti gli attori
Il Prefetto Riflesso visita il comando della Guardia di Finanza di Barletta Il Prefetto Riflesso visita il comando della Guardia di Finanza di Barletta Onori di casa del Comandante Provinciale, Colonnello Mercurino Mattiace
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.