Pesci spiaggiati Levante
Pesci spiaggiati Levante
Attualità

Pesci spiaggiati a Levante, Cianci: «Si analizzino le acque marine»

La nota del presidente del comitato Operazione aria pulita BAT

«Nel mese di maggio, a seguito della pubblicazione dei dati sul monitoraggio ambientale, il sottoscritto Comitato Operazione Aria Pulita, chiedeva all'amministrazione delle analisi urgenti al fine di verificare la presenza di veleni nelle acque di levante, come risulta a pag. 52 del provvedimento riassuntivo che voglio riportare per l'ennesima volta all'attenzione di tutti e soprattutto dei responsabili della salute di noi cittadini: "Possono essere considerati recettori della potenziale contaminazione i lavoratori che abitualmente frequentano l'area (on-site), lavoratori che abitualmente frequentano le zone limitrofe all'area (off-site), popolazione residente che vive nelle zone limitrofe all'area (off-site) e popolazione residente e non residente che frequenta gli arenili limitrofi all'area (off-site). Infine, sono da considerarsi recettori anche la falda idrica stessa ed il mare (per la contaminazione da composti alifatici clorurati cancerogeni rilevati lungo la linea di costa)"». Così il presidente del comitato Operazione aria pulita Bat, Michele Cianci in seguito alla segnalazione di alcuni pesci spiaggiati sulla litoranea di Levante arrivata da parte di alcuni bagnanti.

«Tradotto in italiano: il mare di levante è recettore della potenziale contaminazione di prodotti cancerogeni poiché velenosi. Ovvero il mare di levante potrebbe contenere veleni. Pertanto, chiedevamo il controllo delle acque costiere citate al fine di verificare la presenza di veleni a tutela della salute dei balneari. Nulla di tutto questo è stato fatto dall'amministrazione comunale, orfana oramai da mesi dell'assessore all'ambiente. Le foto di cui al seguito dimostrano certamente che quel tratto di mare non è affatto in salute. Quei pesci, tra l'altro, entrano nella catena alimentare poiché lo gustiamo quotidianamente. Vogliamo sapere, anzi pretendiamo di sapere in modo categorico se l'attestazione del monitoraggio ambientale del 2000 e stranamente pubblicato nel 2023, abbia una qualche correlazione con ciò che sta accadendo in quel tratto di mare. Pretendiamo delle analisi immediate delle acque marine per verificare la presenza attuale di composti alifatici clorurati cancerogeni.

Inoltre, pretendiamo che gli alberi di via Veneto siano immediatamente liberati dalla colata di cemento che li soffoca irrimediabilmente. Infine, quali cittadini facciamo presente che non è possibile più procrastinare la nomina dell'assessore all'ambiente poiché ciò provoca, come è evidente, inevitabili danni alla città ed ai cittadini, elettori e contribuenti in quanto si è alla presenza di un'amministrazione monca, uno dei pochi casi in Italia, tranne a voler dire che non ci sia nella nostra città alcun soggetto competente. Chi ha eletto questa Amministrazione ed il comitato è stato uno di questi, certamente non sognava di avere la propria città senza assessori di rilevanza vitale per il dinamismo amministrativo. Il comunicato da parte del Sindaco sul soffocamento degli alberi ne è una evidente dimostrazione. Attendiamo risposte immediate. In difetto saremo costretti a rivolgerci agli organi competenti a tutela di tutti i nostri diritti ma soprattutto del diritto alla salute!»
  • Comitato Operazione Aria Pulita
Altri contenuti a tema
1 Qualità dell'aria a Barletta, «dati ARPA non pubblicati per giorni» Qualità dell'aria a Barletta, «dati ARPA non pubblicati per giorni» Nota a firma dell’Avv. MicheleAlfredo Chiariello, vice presidente comitato Operazione Aria Pulita
14 Comitato aria pulita Bat, Cianci: «Lavori edili Buzzi violano la legge, finalmente Barletta si sveglia» Comitato aria pulita Bat, Cianci: «Lavori edili Buzzi violano la legge, finalmente Barletta si sveglia» La nota dell'associazione ambientalista
3 «Finestre chiuse, puzza fortissima», il Comitato Operazione Aria Pulita Bat chiede chiarezza «Finestre chiuse, puzza fortissima», il Comitato Operazione Aria Pulita Bat chiede chiarezza Ancora segnalazioni in zona Castello. E si rivolgono al sindaco: «Quali sono stati gli esiti del sopralluogo disposto presso la Buzzi?»
Incontro con il ministro dell'Ambiente Pichetto Fratin, la soddisfazione di OAP Incontro con il ministro dell'Ambiente Pichetto Fratin, la soddisfazione di OAP La nota firmata del presidente Michele Cianci e dal vice presidente Michele Alfredo Chiariello
1 Cianci: «Vogliamo chiarezza sui lavori della Buzzi» Cianci: «Vogliamo chiarezza sui lavori della Buzzi» La nota del presidente del Comitato Operazione Aria Pulita Bat
Timac Agro risponde al Comitato OAP e convoca nuovo tavolo per l’ambiente a Barletta Timac Agro risponde al Comitato OAP e convoca nuovo tavolo per l’ambiente a Barletta L'invito verrà esteso a Comune, Provincia e organi di informazione
Consiglio comunale su tematiche ambientali, Cianci:«Invito la cittadinanza a partecipare» Consiglio comunale su tematiche ambientali, Cianci:«Invito la cittadinanza a partecipare» La lettera aperta del presidente del comitato Operazione Aria Pulita Bat
Rinnovo AIA per la Buzzi, l'appello del comitato Operazione Aria Pulita Bat Rinnovo AIA per la Buzzi, l'appello del comitato Operazione Aria Pulita Bat «Vorremmo incontrare i referenti dell'azienda per instaurare un dialogo»
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.