Piazza Plebiscito
Piazza Plebiscito
Associazioni

Perché piazza Plebiscito è il miglior volto di Barletta

Cosimo Matteucci: «Quando si parla di rigenerazione e recupero sociale, io penso a questo»

Succede che un'associazione adotti un'area verde e ne faccia il fulcro della rigenerazione di un intero quartiere. «Piazza Plebiscito sta diventando un posto di aggregazione sociale in cui le persone tornano a vedersi, a discutere, ad incontrarsi e, a volte, anche a litigare. Sta diventando viva», racconta Cosimo Matteucci. Quando gli parliamo è affacciato al balcone della sede dell'Ambulatorio popolare di Barletta: «Adesso ci sono dei bambini venuti a guardare lo stagno e i pesci – ci dice – E questa cosa sta aumentando tantissimo». È aumentata talmente tanto che la zona è stata sottratta al mercato dello spaccio in città, perché «la presenza di bambini e famiglie – spiega Cosimo – esclude altre presenze».

In vista del Natale, è stato realizzato anche un piccolo presepe nello stagno biologico curato dai membri dell'Ambulatorio. I personaggi sono stati interamente realizzati a mano da Angela Maffei che, all'interno dell'Università popolare, cura uno dei tanti corsi offerti alla comunità. Maria e Giuseppe sono al riparo dal freddo, nella tradizionale capanna. «L'idea è arrivata da alcune signore che frequentano assiduamente la piazza», racconta Matteucci: «Qui c'è una devozione di cui non conoscevo neanche l'esistenza, ci sono persone che alle prime ore del mattino vengono a pregare».

Anche le persone di altre confessioni religiose non hanno avuto niente in contrario alla richiesta dei più anziani di vedere la Natività nel loro posto preferito. «In fondo – osserva Cosimo Matteucci – Giuseppe, Maria e Gesù sono figure storicamente riconosciute anche dalle altre religioni monoteiste». Questo è solo un esempio di come l'Ambulatorio popolare sia riuscito a creare una comunità solidale e multietnica. È il miglior volto di Barletta, capace di intercettare alcune ferite sociali della città e di curarle.

«Quando si parla di rigenerazione sociale e recupero sociale, io penso a questo», dice Matteucci che in quella piazza ha dato tutto se stesso negli ultimi tempi. Ha dato la sua pazienza e la sua dedizione, insieme a tutti coloro che nell'Ambulatorio popolare hanno trovato una casa, una famiglia, un po' di dignità. «E poi è un modo con cui le persone che beneficiano della solidarietà della comunità, restituiscono alla città quello che hanno ricevuto – aggiunge – perché nella manutenzione della piazza vengono coinvolti loro: ogni fiore è il ringraziamento delle persone per quello che hanno ricevuto. Questo coinvolgimento – conclude – è la chiave della migliore inclusione sociale».

  • Piazza Plebiscito
  • Ambulatorio popolare
Altri contenuti a tema
Ambulatorio Popolare: «Facciamo rivivere il Paniere del Sabato» Ambulatorio Popolare: «Facciamo rivivere il Paniere del Sabato» La proposta a contadini e commercianti per far tornare il mercato del popolo
1 «Nuovi violenti atti vandalici in piazza Plebiscito» «Nuovi violenti atti vandalici in piazza Plebiscito» La denuncia dell'Ambulatorio Popolare
«Si apra un tavolo di confronto te sulle disabilità» «Si apra un tavolo di confronto te sulle disabilità» La proposta al comune dell’Ambulatorio Popolare di Barletta
"Dopo di noi, con noi": una proposta al Comune di Barletta "Dopo di noi, con noi": una proposta al Comune di Barletta Oggi il confronto promosso dall'Ambulatorio popolare di Barletta
Ambulatorio popolare di Barletta: «I nostri spazi diventano una galleria d'arte» Ambulatorio popolare di Barletta: «I nostri spazi diventano una galleria d'arte» «L’evento è pubblico e gratuito. Tutta la comunità è invitata»
L'Ambulatorio popolare di Barletta avrà una nuova sede L'Ambulatorio popolare di Barletta avrà una nuova sede «La prossima sarà in un locale più grande in Piazza Plebiscito n.56»
1 Ex stazione della teleferica, rifugio di invisibile disperazione Ex stazione della teleferica, rifugio di invisibile disperazione «Non possiamo più tollerare che delle persone siano costrette a vivere in queste condizioni»
Ambulatorio popolare di Barletta denuncia: «I lunedì mattina sono bollettini di guerra per l’inciviltà» Ambulatorio popolare di Barletta denuncia: «I lunedì mattina sono bollettini di guerra per l’inciviltà» Piante estirpate, immondizia varia nello stagno e datario devastato
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.