Dottori
Dottori
Servizi sociali

Pap - test, la salute è un dono prezioso da custodire

Al via lo screening del carcinoma della cervice uterina. Il pap-test è gratuito e non è necessaria la prenotazione

Al via lo screening del carcinoma della cervice uterina. Nella Asl Bat è stato avviato il programma triennale, promosso dalla Regione Puglia, di prevenzione del carcinoma della cervice uterina. In tre anni più di 105mila donne della sesta provincia pugliese saranno inviate a effettuare gratuitamente il pap-test nel consultorio della propria città. Il programma riguarda tutte le donne di età compresa tra i 25 e i 64 anni: attraverso una lettera saranno fornite le prime informazioni sulla prevenzione del carcinoma della cervice uterina e sarà indicato un appuntamento per effettuare l'esame. Il pap-test è gratuito e non è necessaria la prenotazione.

Si tratta di un esame semplice, rapido nell'esecuzione e per nulla doloroso che permette di prevenire il cancro del collo dell'utero individuando le alterazioni asintomatiche ancora curabili ed evitando così l'evoluzione della malattia. L'esame va effettuato una volta ogni tre anni.

Il risultato dell'esame viene comunicato attraverso una lettera; nei casi positivi, la donna viene invitata a sottoporsi ad ulteriore visita e ad approfondimenti diagnostici presso gli ambulatori di ginecologia dei presidi ospedalieri della Asl Bat. Se le donne inviate non si presentano all'appuntamento o non contattano telefonicamente il Centro Screening, viene inviata una seconda lettera con un nuovo appuntamento. Per ricevere ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 0883.577.688 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12,30. Nel corso dei tre anni saranno contattate 26.376 donne ad Andria, 25.162 a Barletta, 15.010 a Trani, 15.015 a Bisceglie, 8.605 a Canosa, 2.581 a Minervino, 1.860 a Spinazzola, 3.473 a Margherita di Savoia, 3.723 a San Ferdinando, 3.835 a Trinitapoli.

La coordinatrice del progetto, che coinvolge tutti i ginecologi del consultorio, le ostetriche e le infermiere presenti nelle sedi del territorio, è la dottoressa Angela Belsanti, ginecologa del consultorio di Andria.

«Siamo molto felici dell'avvio di questo fondamentale progetto di screening – dice Rocco Canosa, Direttore Generale Asl Bat – dobbiamo contribuire a educare la popolazione all'importanza della prevenzione e in questo processo a noi spetta il compito di essere parte attiva. Crediamo molto nel potenziamento delle strutture territoriali: per l'avvio di questo progetto abbiamo chiesto proprio ai consultori, per la possibilità e le abilità che hanno di avvicinare le donne, di mettere al servizio della prevenzione tutte le loro energie e potenzialità». «Questo progetto – aggiunge Franco Polemio, Direttore Sanitario Asl Bat – vede anche il coinvolgimento delle unità operative di Anatomia patologica degli ospedali di Andria e Barletta che dovranno analizzare i campioni e trasmettere i risultati. Ed è il risultato di una collaborazione proficua nata già nella fase di studio e di stesura del piano di prevenzione. Il nostro obiettivo finale è quello di coinvolgere soprattutto le donne che non hanno mai effettuato il pap-test - e purtroppo sono ancora molte - per far comprendere loro che davvero un semplice gesto può essere fondamentale per preservare la propria salute».
  • Medicina
  • Sanità
Altri contenuti a tema
1 Da Barletta a Chicago: l'oncologa Angela Damato e la ricerca Nivacor Da Barletta a Chicago: l'oncologa Angela Damato e la ricerca Nivacor Nella sua ricerca sono stati presi in considerazione pazienti affetti da tumore del colon-retto metastatico
A Barletta l'incontro “Sordità e isolamento sociale nel paziente con demenza”. A Barletta l'incontro “Sordità e isolamento sociale nel paziente con demenza”. Approfondimento scientifico su un disturbo a cui si associa anche un deterioramento cognitivo
1 Liste di attesa nella sanità: sit-in e volantinaggio dello Spi Cgil Bat Liste di attesa nella sanità: sit-in e volantinaggio dello Spi Cgil Bat «Il 14 ottobre ci sarà il sit-it presso Ospedale Mons. Di Miccoli»
Nasce l'Associazione Diabetici Bat, a tutela dei pazienti insulino-dipendenti Nasce l'Associazione Diabetici Bat, a tutela dei pazienti insulino-dipendenti L'iniziativa per ottenere una maggiore attenzione nelle cure
Sanità pubblica d’eccellenza: Mena Salvemini, dalla perinatologia all’ufficio protesi di Barletta Sanità pubblica d’eccellenza: Mena Salvemini, dalla perinatologia all’ufficio protesi di Barletta 42 anni di ininterrotto servizio sanitario, dall’ospedaletto di corso Cavour, all’ospedale “Dimiccoli”, fino allo storico edificio di piazza Principe Umberto
Corruzione sanità Puglia, «il Ministro commissari la Regione» Corruzione sanità Puglia, «il Ministro commissari la Regione» Le dichiarazioni dei referenti di Forza Italia, Mauro D'Attis e Dario Damiani
Pronto soccorso nel caos, il sindacato dei medici valuta l'invio di allerte alle Procure Pronto soccorso nel caos, il sindacato dei medici valuta l'invio di allerte alle Procure L’emergenza sanitaria impone la massima attenzione. Intervista al Vice segretario Organizzativo Nazionale Cimo, dottor Luciano Suriano
Monkeypox, Chironna: «Nessun allarme, ma non bisogna sottovalutarlo» Monkeypox, Chironna: «Nessun allarme, ma non bisogna sottovalutarlo» Intervista con l'infettivologa del Policlinico, e docente di igiene dell'Università di Bari
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.