Next Generation BAT
Next Generation BAT
Attualità

Next Generation BAT, documento per lo sviluppo sociale, economico e ambientale

I punti sottolineati nel documento

Dopo la presentazione alla stampa, il documento Next Generation BAT messo a punto dal Pes, si è svolto un incontro promosso dal Partenariato e organizzato dal Presidente della Bat, Bernardo Lodispoto al quale hanno partecipato Sindaci, i Consiglieri Regionali e i Parlamentari della BAT, che hanno espresso piena condivisione del documento e condiviso il percorso per lo sviluppo sociale, economico e ambientale della BAT e la messa a punto di progetti concreti finanziabili con i fondi europei. In particolare, i Sindaci e il Presidente della BAT si impegnano a portare nei rispettivi Consigli l'approvazione del documento Next Generation BAT e ad attivare le procedure operative per l'attivazione degli strumenti di governance previsti nel documento stesso; i Consiglieri Regionali s'impegnano a promuovere le intese auspicate con gli altri territori pugliesi e con la Regione Puglia; i Parlamentari s'impegnano a portare la strategia Next Generation BAT al centro dell'attenzione del Governo e del Parlamento per favorirne il finanziamento degli interventi previsti. In particolare, sarà sensibilizzato il Ministro per il Sud affinché nell'Accordo di Partenariato sui Fondi europei, in corso di predisposizione, vengano inserite linee di indirizzo alle Regioni affinché si rafforzi il ruolo attivo dei territori, secondo le proposte di governance contenute nel documento Nexte Generation BAT.

Nella presentazione del documento esposta dal PES BAT sono stati sottolineati i seguenti punti:
  1. Perchè Next Generation BAT
L'anno scorso, nel pieno della pandemia da Covid 19, l'Unione europea ha lanciato la strategia NEXT GENERATION EU per disegnare l'Europa del futuro, l'Europa delle nuove generazioni. Al centro di questa strategia ci sono le grandi sfide della transizione verde e della transizione digitale, due transizioni epocali da fare con grande attenzione ai processi di inclusione sociale, affinché nessuno resti indietro. La NEXT GENERATION EU riporta in un unico quadro finanziario tutti i fondi europei programmati per i prossimi anni, che saranno spesi attraverso piani e programmi messi a punto dagli Stati membri e dalle Regioni. In questo nuovo scenario europeo, con la strategia NEXT GENERATION BAT vogliamo che la Provincia BAT, attraverso le sue istituzioni e le sue articolazioni economiche e sociali, si prepari a svolgere in modo attivo e adeguato le grandi sfide future della transizione verde e della transizione digitale e a utilizzare al meglio le risorse finanziarie europee e nazionali disponibili da mobilitare per tali sfide.
  1. Affrontare le molteplici criticità economiche, sociali e ambientali della BAT
Con la strategia NEXT GENERATION BAT dobbiamo poter affrontare le molteplici criticità economiche, sociali e ambientali del territorio, dobbiamo poter creare le condizioni per invertire il trend attuale, che vede la BAT fra le province italiane più fragili, generalmente collocata agli ultimi posti delle graduatorie provinciali settoriali. Due sono le condizioni che a noi appaiono fondamentali:
• costruire una grande alleanza istituzionale per portare sul territorio risorse finanziarie adeguate;
• strutturare una governance territoriale adeguata alla programmazione e utilizzo di tali risorse finanziarie.
  1. Una nuova alleanza istituzionale
Come PES proponiamo una ripartizione dei nuovi fondi europei e nazionali che tenga conto dei diversi livelli di sviluppo territoriale, non solo regionali ma anche infratregionali. Una tale ripartizione permetterebbe alla BAT di poter contare su risorse finanziarie mai viste prima.
Chiediamo al Presidente della Provincia, ai Sindaci, ai Consiglieri Regionali e ai Parlamentari del territorio di unirsi a noi per questa grande battaglia.
  1. Una nuova governance delle politiche di sviluppo del territorio
Per affrontare grandi sfide e utilizzare un flusso notevole di risorse finanziarie ci vuole una governance adeguata, ma la Provincia BAT si presenta ancora come una provincia incompleta, con tanti uffici ancora da istituire. Abbiamo sollecitato il Prefetto e il Presidente della Provincia ad assumere una iniziativa per completare gli uffici provinciali e coinvolto pure i Sindaci, i Consiglieri Regionali e i Parlamentari del territorio. Questo è un aspetto importante per lo sviluppo del nostro territorio, ma è chiaro che porterà via del tempo. Nel frattempo non possiamo non concentrarci sulle scadenze che la nuova strategia e i nuovi fondi europei impongono. Nei prossimi mesi si deciderà il futuro per l'utilizzo di tali fondi.

Come PES BAT abbiamo già proposto lo scorso anno e rinnoviamo ora la proposta di una governance territoriale fondata:
• sul ruolo della Conferenza Permanente dello sviluppo territoriale, su nostra iniziativa già istituita presso la Prefettura nell'ottobre 2019;
• sulla costituzione di un organismo pubblico intercomunale/provinciale in grado di poter gestire politiche di sviluppo territoriale e per essere destinatario in via diretta delle risorse europee e nazionali, qualificandosi come Organismo Intermedio ai sensi della normativa comunitaria (art. 3 del Regolamento quadro 2021-2027;
• sul ruolo del Future Center, braccio operativo del PES BAT, che in quanto casa delle principali associazioni del territorio, riconosciute dal CNEL, il Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro, e potendo contare anche sulla presenza degli ordini professionali provinciali, può svolgere d'intesa con le istituzioni locali e provinciali la funzione di programmazione, monitoraggio, valutazione delle politiche di sviluppo territoriale.
Questa governance di fatto è già operativa, essendo stata sperimentata con successo negli ultimi due anni, con l'iniziativa per l'istituzione di una Zona Economia Speciale intercomunale e con l'iniziativa del Contratto Istituzionale di Sviluppo.
Chiediamo che la metodologia di lavoro pubblico –privata sperimentata con successo venga ora istituzionalizzata per affrontare le grandi sfide del futuro.
  1. Temi integrativi emersi negli incontri di preparazione dell'incontro odierno
Il contenuto del documento è stato esposto in incontri singoli con Sindaci, Consiglieri regionali e Parlamentari del territorio. Da tali incontri sono emersi i seguenti temi che arricchisono il documento in oggetto:
  1. Potenziamento della capacità amministrativa degli Enti Locali
  • Nuove assunzioni negli Enti Locali
  • Miglioramento delle competenze sia negli Enti Locali
  • Completamento degli uffici provinciali
  • Ruolo del PES nel fare da collante delle istituzioni locali
  • Maggiore collaborazione/integrazione fra i tre comuni capoluogo e ruolo dei Comuni più piccoli
  • Fondi per la progettazione
  1. Alleanze strategiche territoriali
  • Alleanza con la Provincia di Foggia
  • Ruolo cerniera della BAT tra la Provincia di Foggia e l'Area Metropolitana di Bari
C. Post-pandemia
  • Prepararsi adeguatamente all'economia post-pandemia
  • Inclusione e povertà
  • Sanità
  • Criminalità e sicurezza
  • Digital marketing.
Nel dibattito sviluppatosi sulla presentazione del documento "Next Generation BAT", tutti i partecipanti all'incontro condividono il contenuto del documento stesso e le integrazioni proposte così come riportato.

  • Cgil
Altri contenuti a tema
Risorse Pnrr, Cgil Bat: «La carenza di organico rende difficile gestire progetti» Risorse Pnrr, Cgil Bat: «La carenza di organico rende difficile gestire progetti» Ileana Remini e Biagio D’Alberto chiedono deroghe sulle assunzioni soprattutto per i Comuni in dissesto e pre-dissesto
Cgil Bat, organizzata un'assemblea pubblica per giovedì 22 luglio a Barletta Cgil Bat, organizzata un'assemblea pubblica per giovedì 22 luglio a Barletta Si discuterà anche sul futuro di casa Regina Margherita
Presidio provinciale in Prefettura a Barletta per lo sciopero del 30 giugno Presidio provinciale in Prefettura a Barletta per lo sciopero del 30 giugno Allo sciopero si aggiungono anche il settore elettrico e quello del gas e dell'acqua, oltre quello del ciclo dei rifiuti
Diritti in marineria, la Flai Cgil torna a incontrare i pescatori Diritti in marineria, la Flai Cgil torna a incontrare i pescatori «Serve un ammortizzatore sociale strutturato, altrimenti settore sempre più alla deriva»
Aggressione dipendente Bar.S.A. a Barletta: «Rispetto per questi addetti» Aggressione dipendente Bar.S.A. a Barletta: «Rispetto per questi addetti» L'intervento del sindacato Cgil della provincia Bat
Una piattaforma per l'antifascismo, l'iniziativa parte da Barletta Una piattaforma per l'antifascismo, l'iniziativa parte da Barletta Domani si svolgerà la presentazione di questa iniziativa che riunisce diverse organizzazioni
Assistenza domiciliare integrata, assemblea davanti al Comune di Barletta Assistenza domiciliare integrata, assemblea davanti al Comune di Barletta FP Cgil Bat: «La Martina 2000 rispetti la regolarità nel pagamento degli stipendi, il Comune intervenga»
Contagi dimezzati nella Bat, Fp Cgil: «Ecco come migliorare la qualità dell’assistenza offerta» Contagi dimezzati nella Bat, Fp Cgil: «Ecco come migliorare la qualità dell’assistenza offerta» Ileana Remini, Rosa Matera, Luigi Marzano e Michele Gorgoglione intervengono dopo i dati diffusi dalla Asl Bat
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.