Verde
Verde
Territorio

Mobilitazione mondiale per il clima, l'adesione e il sostegno della Cgil Puglia

Oggi grande iniziativa che coinvolge soprattutto i giovani

La Cgil Puglia aderisce e sostiene il Global Strike For Future, la mobilitazione mondiale che chiede ai Governi di agire concretamente per fermare i mutamenti climatici che mettono a rischio il futuro del pianeta. Oggi in tanti centri della nostra regione saranno soprattutto i giovani, gli studenti, a dare vita alle manifestazioni, così come giovanissima è la protagonista che ha dato il via a questa protesta, la quindicenne svedese Greta Thumberg.

"Spesso si usa la formula i giovani sono il futuro, invece questa straordinaria mobilitazione partita dal basso dimostra come i giovani siano il presente ed hanno a cuore il futuro loro e del pianeta. Siamo al fianco di questi studenti - afferma la Cgil regionale - perché siamo impegnati con la nostra organizzazione, attraverso la contrattazione a tutti i livelli, per affermare un'idea di sviluppo e anche di consumo che sia rispettosa dell'ambiente e sostenibile dal punto di vista climatico. E spesso quel che non è sostenibile per l'ambiente e il clima non mette a rischio solo il pianeta e i luoghi che abitiamo ma quasi sempre produce ulteriori ingiustizie sociali".

Uno dei temi cari alla Cgil "e in particolare alla confederazione regionale è quello delle produzioni energetiche e del loro impatto su clima, ambiente e persone. La decarbonizzazione deve guidare le scelte sugli investimenti e indirizzare le decisioni di politica economica e industriale. Daremmo un contributo a frenare l'innalzamento della temperatura globale, ma sappiamo anche come il carbone in tanti territori della Puglia, da Taranto a Brindisi, abbia significato un impatto sull'ambiente e la salute dei lavoratori e dei cittadini non più sostenibile. Serve un nuovo paradigma di sviluppo anche se le scelte dei governi non ci sembrano andare in questa direzione".

Vi sono ritardi da colmare, "e non lo si fa continuando a investire su combustibili fossili, autorizzando ricerche di petrolio vicino le nostre coste, mettendo i settori della pesca e del turismo oltre che il paesaggio e l'ambiente. Bisogna investire su energie pulite e in questo senso la nostra regione vive una contraddizione che deve essere affrontata. Perché siamo tra i principali produttori da fonti rinnovabili ma abbiamo ancora un costo dell'energia tra i più alti e la presenza di siti industriali inquinanti e aree da bonificare. Così come serve a livello mondiale un accordo sull'abbattimento delle emissioni, chiediamo alle istituzioni locali di adoperarsi affinché si prenda atto che questa transizione deve avvenire, e dando ascolto all'allarme che migliaia di giovani lanceranno domani dalle piazze pugliesi. Mentre siamo impegnati per creare condizioni di sviluppo economico e occasioni di lavoro, assieme non possiamo dimenticare di salvaguardare i territori e il pianeta, l'unico che abbiamo".
  • Cgil
Altri contenuti a tema
Reddito di cittadinanza, in Puglia presentate 1500 domande Reddito di cittadinanza, in Puglia presentate 1500 domande Marrazzo (Caf Cisl): «Pochissimi gli anziani over 67 anni che hanno presentato le domande per la pensione di cittadinanza»
Pescatori in assemblea alla Camera del lavoro di Barletta Pescatori in assemblea alla Camera del lavoro di Barletta Diverse le tematiche previste, tra cui l'incidenza del maltempo sulle condizioni del mare
Contro il decreto sicurezza la posizione di gruppi e associazioni di Barletta Contro il decreto sicurezza la posizione di gruppi e associazioni di Barletta Si allarga l’adesione al coordinamento per i diritti umani
No al “Decreto sicurezza”, nella Bat nasce un coordinamento per i diritti umani No al “Decreto sicurezza”, nella Bat nasce un coordinamento per i diritti umani Oggi ad Andria la presentazione del documento-appello
Infermieri in agitazione, domani sit-in davanti alla Prefettura di Barletta Infermieri in agitazione, domani sit-in davanti alla Prefettura di Barletta A rischio numerosi posti di lavoro e un abbassamento dei livelli di assistenza
Rinnovo contratto per le guardie campestri nella Bat: trattativa mai avviata Rinnovo contratto per le guardie campestri nella Bat: trattativa mai avviata Riglietti (Flai Cgil): «Pronti alla mobilitazione se non convocati immediatamente»
Refezione nelle scuole di Barletta, domani sciopero degli addetti Refezione nelle scuole di Barletta, domani sciopero degli addetti Si protesta contro il taglio delle ore: presidio al centro cottura di via Donizetti
Disoccupazione agricola, ne parlerà a Barletta la Flai Cgil Bat Disoccupazione agricola, ne parlerà a Barletta la Flai Cgil Bat Dopo alcune declassificazioni dei parametri per il riconoscimento di alcune professioni agricole scatta la protesta
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.