Montagna di lapidi abbandonate in campagna
Montagna di lapidi abbandonate in campagna
La città

Lapidi abbandonate ad Ariscianne, individuati e denunciati i responsabili

Prescrizioni anche per azienda di Trani che provocò emissioni moleste ad agosto

Gestione illecita di rifiuti speciali e abbandono di rifiuti, di questo sono accusati e devono rispondere due marmisti di Trani, individuati e denunciati dagli agenti del nucleo di polizia ambientale del comune di Barletta quali responsabili dell'abbandono di lapidi e arredi funerari in un terreno nel territorio di Barletta, in località Ariscianne. Questo accadeva proprio nei giorni delle commemorazioni dei defunti e se ne veniva a conoscenza in seguito alla segnalazione di alcuni cittadini.

Sequestrata l'area, la polizia municipale di Barletta, con gli agenti del nucleo ambientale, ha avviato le indagini, coordinate dalla procura di Trani. Gli agenti sono riusciti a risalire ai responsabili dopo avere verificato che si trattava di lapidi di persone decedute e tumulate nel cimitero di Trani, dopo avere ascoltato le confraternite che si occupano della gestione delle cappelle funerarie e sentiti i marmisti indicati dalle confraternite stesse, ai quali erano state affidate le procedure di esumazione. Le due persone denunciate e sanzionate dovranno anche occuparsi della bonifica dell'area.

Per quanto riguarda, inoltre, gli episodi verificatisi nel mese di agosto scorso, quando a cavallo di ferragosto e nei giorni 19 e 20 un odore acre e molesto pervase tutto il territorio comunale, riconducibili a una ditta di Trani, la Prot.it, ex Idapro, che si occupa della lavorazione di sottoprodotti animali, denunciata all'autorità giudiziaria, alla stessa gli agenti del nucleo ambientale della polizia municipale di Barletta hanno impartito le prescrizioni da rispettare per prevenire il verificarsi di situazioni simili che hanno preoccupato e recato danno alla cittadinanza.
  • Ambiente
  • Rifiuti illeciti o pericolosi
Altri contenuti a tema
2 Oltre 200 multe in un anno per chi abbandona i rifiuti a Barletta Oltre 200 multe in un anno per chi abbandona i rifiuti a Barletta A fine anno altri incivili immortalati in piazza Plebiscito, via Prascina e via Beccaria
1 Monitoraggio ambientale, a Barletta 19 nuovi piezometri Monitoraggio ambientale, a Barletta 19 nuovi piezometri I piezometri sono dei pozzi che consentono di prelevare campioni di acqua a diverse profondità
Mille borracce ecologiche per la scuola "Fieramosca" di Barletta Mille borracce ecologiche per la scuola "Fieramosca" di Barletta L'iniziativa è stata realizzata dal Comune con il contributo della Bar.S.A.
Parte la consegna di 1600 borracce “green” nelle scuole di Barletta Parte la consegna di 1600 borracce “green” nelle scuole di Barletta Inizierà domani la promessa distribuzione delle borracce, toccando in tre giorni diversi plessi
A Barletta saranno piantati 15 esemplari di albero imperatrice A Barletta saranno piantati 15 esemplari di albero imperatrice Il consigliere Dileo illustra le caratteristiche della "Paulownia tomentosa"
Monitoraggio qualità aria, nuova collocazione per una centralina Monitoraggio qualità aria, nuova collocazione per una centralina I dati saranno resi noti da Arpa Puglia che elaborerà i dati rilevati in viale Leonardo Da Vinci
Nuova vita ai rifiuti, ScartOff di Barletta presenta il progetto “Loop” Nuova vita ai rifiuti, ScartOff di Barletta presenta il progetto “Loop” L'associazione culturale ScartOff parteciperà alle "Giornate Ecologiche 2019"
Lapidi come rifiuti, sequestrata l'area dell'abbandono a Barletta Lapidi come rifiuti, sequestrata l'area dell'abbandono a Barletta Scattano i sigilli in zona Ariscianne dopo un'azione condivisa della Polizia locale di Barletta e Trani
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.