Territorio

La nuova provincia e la gestione dei rifiuti

Recepimento della direttiva 98/2008/CE. Il rifiuto come risorsa

Durante il seminario tenutosi venerdì 4 febbraio presso l'Hotel dei Cavalieri di Barletta, si è tornato a parlare di ambiente. In particolare del recepimento della direttiva 98/2008/CE che è andata a modificare la quarta parte del Dlgs 205/2010 relativa alla gestione dei rifiuti. Un incontro destinato agli addetti ai lavori: in primis a tutti coloro che operano nel settore rifiuti (trasportatori, impianti di recupero – smaltimento, intermediari, liberi professionisti), ma anche alle imprese che producono rifiuti speciali, nonché agli enti pubblici e agli organi di Polizia Giudiziaria.

Molte le novità apportate dalla riforma. Spiccano per importanza i nuovi concetti di sottoprodotto, di cessazione delle qualifica di rifiuto, di riutilizzo, di preparazione per il riutilizzo. Si definisce cosa sia il trasporto occasionale e saltuario e a tutto questo si aggiunge il sistema sanzionatorio del Sistri, ovvero il sistema di controllo e tracciabilità dei rifiuti che permette l'informatizzazione dell'intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale.

Riuscire a trasmettere il valore, che il rifiuto può avere se inteso come risorsa è uno dei principali obbiettivi del Consorzio per il Recupero e la Tutela Ambientale (CRETA), che ben definisce l'emergenza rifiuti come una vera e propria emergenza culturale. La cultura della discarica che deve lasciare il posto ad una cultura del recupero. Le discariche non sono solo montagne squadrate sorvolate da centinaia di gabbiani in cerca di cibo, ma sono soprattutto inquinamento ambientale, per centinaia e centinaia di anni e costi elevatissimi di bonifica.

Adesso è il momento di darsi da fare per migliorare la situazione, almeno per quanto riguarda la nostra provincia, perché se da un lato, come neo nata la BT si troverà ad affrontare tanti progetti anche con mezzi insufficienti, dall'altro come ben dice l'assessore Cefola "non siamo ancora bloccati dalla zavorra burocratica".

Tra le tante iniziative da attuare in primis lo smaltimento dell'eternit che ricopre gran parte dei capannoni industriali del nostro distretto, quello degli oli vegetali domestici esausti per i quali ad oggi non è prevista ancora alcuna raccolta, un'anagrafe degli impianti da 1 MW e infine l'internazionalizzazione delle buone prassi verso i paesi in via di sviluppo, ovvero l'esportazione del nostro know how, punto di forza per la nostra crescita.

Sono intervenuti all'incontro avv. Gennaro Cefola, assessore ambiente provincia BT; dott.ssa Antonia Spina, assessore attività produttive provincia BT; avv. Gianpaolo Sechi, esperto in diritto ambientale; ing. Giuseppe Angelo Dalena, presidente del consorzio CRETA; dott Pasquale Fiore, amministratore unico Apulia System; dott. Marco de Candia, presidente di Asso Service; avv. Vito Bruno, dirigente ufficio ambiente provincia BT.

Lamacchia Stefania
17 fotoIl rifiuto come risorsa
il rifiuto come risorsail rifiuto come risorsa 2il rifiuto come risorsa 3il rifiuto come risorsa 4il rifiuto come risorsa 5il rifiuto come risorsa 6il rifiuto come risorsa 7il rifiuto come risorsa 9il rifiuto come risorsa 10il rifiuto come risorsa 11il rifiuto come risorsa 13il rifiuto come risorsa 14il rifiuto come risorsa 15il rifiuto come risorsa 16il rifiuto come risorsa 17il rifiuto come risorsa 18il rifiuto come risorsa 19
  • Riciclo rifiuti
Altri contenuti a tema
10 Rifiuti, revocato il finanziamento per l'impianto di via Andria Rifiuti, revocato il finanziamento per l'impianto di via Andria Le opposizioni domani hanno convocato una conferenza stampa a seguito del consiglio monotematico su Bar.S.A.
A Ferragosto regolare il servizio di raccolta rifiuti porta a porta A Ferragosto regolare il servizio di raccolta rifiuti porta a porta Attività regolare anche nella giornata festiva
Rifiuti differenziati, Barletta scende al 65%: il PD rimarca la discussione in consiglio Rifiuti differenziati, Barletta scende al 65%: il PD rimarca la discussione in consiglio Cascella: «​Pretendiamo di sapere come avvengano i controlli sulla differenziata»
Isole ecologiche e cassonetti intelligenti, Barletta candida al PNRR 4 progetti per i rifiuti urbani Isole ecologiche e cassonetti intelligenti, Barletta candida al PNRR 4 progetti per i rifiuti urbani Obiettivo prefissato: raggiungere l'85% della raccolta differenziata entro il 2026
“La RiCICLOvia”: il progetto per percorsi di recupero, riciclo e riuso “La RiCICLOvia”: il progetto per percorsi di recupero, riciclo e riuso Prende spunto da esperienze già consolidate nel resto d'Italia e d'Europa
24 «Dove sorgerà il centro di raccolta?», il Comitato di zona 167 sollecita l'amministrazione comunale «Dove sorgerà il centro di raccolta?», il Comitato di zona 167 sollecita l'amministrazione comunale L'ultimo confronto risale a 4 mesi fa
Rifiuti fuori regione, ristori di 800mila euro per i comuni della Bat Rifiuti fuori regione, ristori di 800mila euro per i comuni della Bat Il consigliere Caracciolo annuncia la misura messa in campo da AGER
Sciopero generale igiene ambientale, si invita a non esporre rifiuti questa sera Sciopero generale igiene ambientale, si invita a non esporre rifiuti questa sera Anche i lavoratori di Bar.S.A. aderiscono all'astensione proclamata a livello nazionale
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.