Francesco Divenuto e Claudio Sinisi
Francesco Divenuto e Claudio Sinisi
Cronaca

L’omicidio di Barletta spaventa gli imprenditori: «La criminalità sta dilagando nella Bat»

Da Andria e Barletta Confcommercio chiede un’immediata risposta dello Stato per aumentare l'organico della Questura

La criminalità continua a mietere vittime e spaventa gli imprenditori. «Sono preoccupato non solo come rappresentante della categoria, ma anche come cittadino», dice Francesco Divenuto, presidente di Confcommercio Barletta. L'omicidio del 43enne Giuseppe Tupputi, titolare del bar Morrison's Revolution, è il terzo in pochi mesi che si consuma a Barletta. «Ormai gli imprenditori hanno paura di aprire le saracinesche delle loro attività – prosegue Divenuto –. Anche i cittadini sono spaventati. Qualcuno mi dice di avere timore anche a suonare il clacson in auto perché non sa chi c'è nella macchina accanto».
Ma non è solo la città della Disfida a ripiombare nell'insicurezza. «Anche ad Andria siamo preoccupati», commenta Claudio Sinisi, presidente di Confcommercio Andria. «Nei mesi scorsi – ricorda Sinisi – alcuni imprenditori del territorio hanno subìto sequestri lampo da parte della criminalità su cui è intervenuto pubblicamente anche il Procuratore della Repubblica Renato Nitti».

Per questo, l'ennesimo omicidio consumato a Barletta riaccende la preoccupazione degli imprenditori. «Quello che è successo ieri, in presenza di clienti all'interno del bar, potrebbe capitare tanto ad Andria quanto a Bari – spiega Claudio Sinisi –. Solleviamo da tempo queste problematiche all'attenzione della Questura che purtroppo è in organico ridotto».

È da qui che si rinnova l'appello di Confcommercio a potenziare il numero di agenti della Forze dell'ordine a presidio dell'intero territorio. Sinisi lo definisce il tallone di Achille della provincia Bat: «Ci sono pochi uomini – dice – che se pattugliano una parte della città non sono in grado di pattugliare anche altre zone». È un appello che si rinnova da mesi. «Serve una risposta chiara e forte dello Stato – ribadisce Francesco Divenuto –. Durante la pandemia lo Stato ha dimostrato la sua presenza per fronteggiare l'emergenza sanitaria. Adesso chiediamo che intervenga anche per fronteggiare l'emergenza criminalità».

Di questo si tratta, di criminalità. Un'escalation di cui ci si è accorti a piccole dosi: «Oggi stiamo notando un incremento della microcriminalità su tutto il territorio – conclude Claudio Sinisi –. Quello che ci preoccupa è che questi segnali negativi si stanno rafforzando significativamente nelle nostre città».
  • Omicidio
  • Confcommercio
Altri contenuti a tema
Ucciso nel suo bar, un mese dalla morte di Giuseppe Tupputi Ucciso nel suo bar, un mese dalla morte di Giuseppe Tupputi Prosegue la raccolta fondi a favore della famiglia dell'uomo: l'agguato avvenne lo scorso 11 aprile in via Rionero
Caso Tupputi: Piccinni e tutto lo staff ringraziano la comunità Caso Tupputi: Piccinni e tutto lo staff ringraziano la comunità Un ringraziamento particolare alle istituzioni per aver reso possibile il lavoro
Il messaggio alla famiglia di Giuseppe Tupputi: «Chiediamo a Dio la grazia della speranza» Il messaggio alla famiglia di Giuseppe Tupputi: «Chiediamo a Dio la grazia della speranza» «Ora è il momento di stringerci, l’intera città, attorno alla famiglia di Giuseppe»
I funerali di Giuseppe Tupputi, Barletta saluta il 43enne ucciso nel suo bar I funerali di Giuseppe Tupputi, Barletta saluta il 43enne ucciso nel suo bar Le esequie sono celebrate dall'Arcivescovo Mons. Leonardo D'Ascenzo
Giuseppe Tupputi: i funerali martedì e il messaggio dell’Arcivescovo Giuseppe Tupputi: i funerali martedì e il messaggio dell’Arcivescovo Si terranno presso parrocchia Cuore Immacolato di Maria
Omicidio Tupputi, tre colpi di pistola fatali per il 43enne barlettano Omicidio Tupputi, tre colpi di pistola fatali per il 43enne barlettano I risultati dell'autopsia condotta oggi
1 Omicidio Barletta, «Lamorgese intervenga o si rischiano altri delitti» Omicidio Barletta, «Lamorgese intervenga o si rischiano altri delitti» La nota di Marti e Bellomo della Lega
Omicidio Tupputi, il presunto assassino non risponde al Gip Omicidio Tupputi, il presunto assassino non risponde al Gip Si è avvalso della facoltà di non rispondere
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.