Vincenza Angrisano
Vincenza Angrisano
Cronaca

Femminicidio nella Bat, ad Andria 42enne uccisa a coltellate dall'ex marito

I due vivevano da separati in casa; lui non accettava la separazione

L'ennesimo femminicidio si è consumato questa sera nella Bat, precisamente ad Andria. A perdere la vita Vincenza Angrisano, di 42 anni, deceduta con ferite di arma da taglio al torace e addome per mano del marito. In casa al momento del delitto erano presenti anche i figli, di 6 e 11 anni.

Le notizie che arrivano dall'abitazione a 3km dal territorio andriese, per la precisione, sono raccapriccianti. Una telefonata di autodenuncia al 118 mentre di sottofondo si sentono le urla di bambini e la loro disperazione nel vedere la madre riversa a terra, morta sul colpo a causa delle pugnalate inferte dal loro papà. All'arrivo dei sanitari sul posto per Vincenza non c'era più nulla da fare. Sul posto è intervenuta anche una psicologa del Centro del Trauma dell'Asl Bat per la gestione dei figli. Sul caso indaga invece la Polizia di Stato.

Un'altra, insomma, vittima: altro che una di meno.
Qualche giorno fa Vincenza postava sulla sua pagina Facebook le condivisioni contro la violenza sulle donne, e solo l'altro ieri quel bellissimo monologo di Paola Cortellesi che racconta come la condanna delle donne stia anche nel vocabolario di italiano senza spesso che noi ce ne possiamo accorgere.
In tutta Italia il rumore dopo la morte di Giulia sembra che stia sortendo ben pochi risultati: si può aver paura a tal punto da denunciare il proprio ex compagno si può aver paura al punto che in un momento di rabbia si possa essere ammazzate? Evidentemente sì. Non si conoscono ancora i fatti, non si conosce il pregresso: si sa solo che una cappa di cupezza e di senso di sconfitta profonda sta attraversando tutta la comunità della provincia man mano che la notizia si va spargendo e che ormai già campeggia sulle cronache nazionali.
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
Enza Angrisano, il Comune concede loculo gratuito per la sepoltura Enza Angrisano, il Comune concede loculo gratuito per la sepoltura Un gesto di "solidarietà e condivisione del dolore corale" dopo l'atroce femminicidio
Omicidio Cilli, si va in appello Omicidio Cilli, si va in appello La difesa ha impugnato la sentenza emessa il 30 marzo scorso
1 Omicidio Tupputi, le tremende immagini dell’omicidio in aula di tribunale Omicidio Tupputi, le tremende immagini dell’omicidio in aula di tribunale Si è conclusa l’udienza odierna del processo: ascoltati i testimoni, tra cui il suocero della vittima
Omicidio Lasala, parla l'imputato: «Con la vittima c'erano precedenti attriti» Omicidio Lasala, parla l'imputato: «Con la vittima c'erano precedenti attriti» Ieri udienza a Trani, prossimo appuntamento il 16 giugno
Omicidio Tupputi, parla Rutigliano: «Non avevo intenzione di uccidere, chiedo scusa alla famiglia» Omicidio Tupputi, parla Rutigliano: «Non avevo intenzione di uccidere, chiedo scusa alla famiglia» Il barlettano è accusato di omicidio volontario per la morte di Giuseppe Tupputi
Omicidio Cilli, ecco le motivazioni della sentenza Omicidio Cilli, ecco le motivazioni della sentenza Lo scorso 30 marzo le condanne per Dario Sarcina e Cosimo Damiano Borraccino
9 La vedova del barista Tupputi: "Io dimenticata dalle istituzioni" La vedova del barista Tupputi: "Io dimenticata dalle istituzioni" “Ho dovuto scegliere se far seguire mia figlia o me dalla psicologa"
Omicidio Tupputi: imputato è capace di intendere e di volere Omicidio Tupputi: imputato è capace di intendere e di volere Il 12 maggio al via il processo
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.