Cemento nella zona
Cemento nella zona
La città

Il comitato di quartiere della zona 167: «Barletta soffocata dal cemento»

La nota firmata da Giuseppe Di Bari e Raffaele Patella

«Negli anni passati la città di Barletta ha assistito a una accelerazione dell'espansione urbanistica abnorme con la realizzazione di migliaia di nuovi alloggi destinati a coloro i quali non erano in possesso della prima casa». Inizia così l'intervento di Giuseppe Di Bari e Raffaele Patella, referenti del comitato di quartiere zona 167 di Barletta.

«Un "boom" edificatorio di straordinarie proporzioni, dunque, ma che attraverso una semplice somma algebrica tra il numero famiglie effettivamente in possesso del requisito per accedere all'ottenimento della prima casa attraverso la legge 167 e il numero di alloggi affettivamente realizzati, fa emergere un evidente squilibrio con un cospicuo surplus di alloggi, evocando inevitabilmente ombre speculative, oltre che di oltraggio all'ambiente.

Il consumo del territorio è un fenomeno che troppo spesso ha caratterizzato e condizionato la vita della città di Barletta, a scapito della realizzazione di spazi verdi e aree destinate alle attività ludico-sportive e di socialità. Negli ultimi tempi il fenomeno della cementificazione si è ulteriormente arricchito di inaspettati nuovi escamotage legalizzati, "omaggiati" da un pesante periodo emergenziale per il Paese intero, rappresentati dai vari bonus che, nei "combinati disposti" amministrativi, hanno prodotto nuovi manufatti e quindi nuovi alloggi, palesemente destinati a una speculazione più che a una affettiva esigenza abitativa.

In queste ore, nella già pesantemente cementificata zona 167, sta per prendere avvio l'ennesimo cantiere per nuove abitazioni, come se le centinaia in surplus già esistenti non esistessero, sul tristemente noto terreno destinato al famigerato Centro di Raccolta Rifiuti in via Palmitessa, dove grazie a una variante urbanistica legata al "contratto di quartiere" - quindi tutto legalmente previsto - nasceranno nuovi palazzi in luogo di una auspicabile area verde e magari attrezzata per le migliaia di residenti che da anni ne chiedono la realizzazione. Ma come è evidente, talvolta, ciò che è legalmente realizzato, banalmente non corrisponde alle aspettative dei cittadini che, come in un moto perpetuo, continuano a vedere disatteso il sacrosanto diritto a un ambiente più salubre. In un tempo di crisi climatiche che richiederebbero ben altri percorsi urbanistici, in una città dove il verde è considerato, evidentemente, un costo evitabile e non un investimento per la comunità si preferisce "soffocare" il territorio urbano anziché dargli "ossigeno". Andando oltre ogni forma di qualunquismo, ma restando fedeli a una evidente oggettività: i cittadini acquisiscono progressivamente la consapevolezza di quali sono i reali interessi che dominano la vita della comunità barlettana, ma che certamente non corrispondono a quelli della collettività».
  • Comitato di quartiere zona 167
Altri contenuti a tema
Baby gang, il comitato di zona167 plaude all’impegno di forze dell’ordine e magistratura Baby gang, il comitato di zona167 plaude all’impegno di forze dell’ordine e magistratura La nota del presidente Giuseppe Di Bari
Il Comitato della 167 di Barletta incontra Don Maurizio Patriciello: «Uniti dall'impegno per le periferie» Il Comitato della 167 di Barletta incontra Don Maurizio Patriciello: «Uniti dall'impegno per le periferie» La nota del presidente Giuseppe Di Bari
19 Violenza e teppismo nella zona 167, il comitato di quartiere: «Situazione fuori controllo» Violenza e teppismo nella zona 167, il comitato di quartiere: «Situazione fuori controllo» La nota firmata dal presidente Giuseppe Dibari
1 Problema sicurezza nella 167, il comitato di quartiere: «Serve una ribellione popolare» Problema sicurezza nella 167, il comitato di quartiere: «Serve una ribellione popolare» La nota firmata da Giuseppe Di Bari e Raffaele Patella
Comitato di zona 167: «Contrasto al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti, politica timida» Comitato di zona 167: «Contrasto al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti, politica timida» La nota firmata dal presidente Giuseppe Dibari
L'allarme del comitato di zona 167: «C'è un'emergenza nell'area ex distilleria» L'allarme del comitato di zona 167: «C'è un'emergenza nell'area ex distilleria» La nota firmata dal presidente Giuseppe Di Bari
1 Il comitato di zona 167 sulla consegna delle buste per i rifiuti: «Siamo nel caos» Il comitato di zona 167 sulla consegna delle buste per i rifiuti: «Siamo nel caos» La nota firmata dal presidente Giuseppe Di Bari
Angelo Corbo, "uno di noi". Il plauso del Comitato di zona 167 Angelo Corbo, "uno di noi". Il plauso del Comitato di zona 167 «Un ringraziamento per la bellissima testimonianza che ha voluto offrire alla città»
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.