Cosimo Cannito
Cosimo Cannito
Cronaca

I sindaci incontrano Boccia, Cannito: «Il contagio sta aumentando, inutile illuderci»

Il Ministro per gli Affari regionali: «Sarà un Natale diverso, l'obiettivo è ripartire a gennaio evitando la terza ondata»

«Se continua così, nel cimitero non ci sarà più spazio» lo ha detto il sindaco di Barletta Cosimo Cannito in occasione dell'arrivo in città del Ministro per Affari regionali, Francesco Boccia. «Il contagio e i morti stanno aumentando, inutile illuderci», ha aggiunto il primo cittadino all'esito dell'incontro tenutosi nella serata di ieri in Prefettura con i sindaci della sesta provincia pugliese.
Altri video:
Boccia in visita all'ospedale da campo di Barletta
Ospedale da campo Covid a Barletta: la visita del ministro Francesco Boccia7 minutiCosimo Campanella
Sul tavolo, un punto sulla situazione epidemiologica nei dieci comuni della Bat. Si erano mostrati compatti la scorsa settimana i sindaci della provincia nel richiedere la zona rossa poi rigettata dal Ministero della Salute. Le misure attualmente in vigore, infatti, sono adottate su scala regionale, ma l'obiettivo del Dpcm del prossimo 3 dicembre è quello di consentire interventi anche su base provinciale.

«Ovviamente – ha detto Francesco Boccia – i sindaci, se ci sono necessità di intervenire in maniera rigorosa, possono già farlo. Il prossimo Dpcm però potrebbe consentire le zonizzazioni provinciali»

Intanto è pronto per essere attivato l'ospedale da campo allestito dai militari dell'esercito nell'area dell'ospedale "Dimiccoli" di Barletta. «È il segnale dell'attenzione delle istituzioni verso la situazione di allerta che viviamo» ha commentato la senatrice PD Assuntela Messina. In totale, 40 posti letto, comprensivi di terapia intensiva e di strumenti per la diagnosi. «Non sono la soluzione per uscire dall'emergenza – ha detto il Ministro Boccia – ma sono una soluzione formidabile in casi di emergenza acuta come quella che viviamo qui a Barletta e che riguarda tutta la regione Puglia e in particolare la parte nord che è molto sofferente».
«Certamente aiuterà a decongestionare il Pronto soccorso – ha osservato il Direttore generale dell'Asl Bt, Alessandro Delle Donnecosì come anche il sistema del 118 a sbarellare più velocemente». Ma bisogna interrompere la catena dei contagi. Solo allora le strutture sanitarie potranno tornare a respirare: «Auspichiamo che il numero dei ricoveri diminuisca – ha aggiunto Delle Donne – ma purtroppo questo è correlato al numero dei contagi».

A fronte di un numero di tamponi che si aggira intorno ai 250 mila giornalieri, i positivi di questa seconda ondata sono più quelli di marzo e aprile. Scopo comune sarà quello di evitarne una terza a gennaio. Per questo, non ha senso adesso parlare di Natale, ha evidenziato Boccia prima di incontrare gli operatori dei mercati che gli hanno chiesto di rientrare tra le categorie da ristorare.

«Con 600-700 morti – ha detto Boccia – parlare di Natale non ha molto senso. Sarà un Natale diverso, dobbiamo avere come unico obiettivo quello di ripartire a gennaio non avendo la terza ondata e provando a metterci alle spalle il 2020. Chi deve pregare – ha concluso il Ministro – può farlo dentro di sé, sapendo che non è necessario fare un cenone per vivere il Natale».
  • Francesco Boccia
  • Cosimo Cannito
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

1440 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid, 103 nuovi contagi nella provincia Bat e 1 decesso Covid, 103 nuovi contagi nella provincia Bat e 1 decesso Sono 1.261 i casi positivi registrati nelle ultime 24 ore
Nuovo parametro per le scuole, ecco perché a Barletta resteranno aperte Nuovo parametro per le scuole, ecco perché a Barletta resteranno aperte L'analisi dei dati sui contagi in base alle nuove linee guida proposte dal Comitato tecnico scientifico al Governo
Oltre 2000 i vaccinati a Barletta tra personale docente e non docente Oltre 2000 i vaccinati a Barletta tra personale docente e non docente Il bilancio delle vaccinazioni al personale scolastico in tre giorni di attività al PalaBorgia
Nuovo Dpcm, preoccupano le varianti: scuole chiuse in zona rossa Nuovo Dpcm, preoccupano le varianti: scuole chiuse in zona rossa Le misure resteranno in vigore fino al 6 aprile. Confermata, dal 27 marzo, la riapertura dei luoghi della cultura
1 Covid-19, oggi 40 decessi in Puglia: 10 solo nella Bat Covid-19, oggi 40 decessi in Puglia: 10 solo nella Bat Sono 1.021 i contagi registrati in regione su 9.322 tamponi
Covid-19: diminuiscono i casi in Puglia, ma anche i tamponi Covid-19: diminuiscono i casi in Puglia, ma anche i tamponi Sono 10 i contagi registrati nella provincia Bat nelle ultime 24 ore
Nella provincia Bat 132 nuovi contagi da Covid-19 Nella provincia Bat 132 nuovi contagi da Covid-19 Sono 1.053 i nuovi casi registrati in Puglia
1 Al PalaBorgia ultima sessione di vaccini per il personale scolastico Al PalaBorgia ultima sessione di vaccini per il personale scolastico Si concluderanno nel pomeriggio le vaccinazioni previste
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.