Giorno del Ricordo, l’evento a Barletta con l’Associazione Dalmati italiani nel mondo
Giorno del Ricordo, l’evento a Barletta con l’Associazione Dalmati italiani nel mondo
Eventi

Giorno del Ricordo, l’evento a Barletta con l’Associazione Dalmati italiani nel mondo

Il sindaco Cannito: «Le vittime sono vittime e vanno onorate»

"La memoria e il ricordo delle atrocità che si sono consumate nel corso della storia non meritano accanimenti ideologici che, a distanza di tempo, cercano di distogliere l'attenzione dalle questioni vere e dalle riflessioni necessarie, sul come è potuto accadere che uomini si siano accaniti su altri uomini e su come fare perché non accada ancora". Lo ha detto il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, intervenendo questa sera, nella Sala Rossa del castello, alle celebrazioni per il Giorno del Ricordo, a cura della Associazione Nazionale dei Dalmati Italiani nel Mondo, con il patrocinio del Comune di Barletta e in collaborazione con la Prefettura di Barletta – Andria - Trani.

Oltre al sindaco erano presenti, fra gli altri, l'assessore alla Cultura Graziana Carbone per un saluto istituzionale, il prefetto Maurizio Valiante, un sopravvissuto alla tragedia Giuliano – dalmata, nonché dirigente dei Dalmati italiani nel Mondo, Giuseppe Dicuonzo Sansa, e la presidente della VIII Commissione Cultura Stella Mele, trait d'union fra istituzione e associazione nella organizzazione dell'evento. Alla manifestazione hanno partecipato anche i giovani scout della sezione cittadina dell'Assoraider.

"Le vittime sono vittime e vanno onorate – ha aggiunto il primo cittadino – non possono essere motivo di contesa ideologica e faziosità politica, quello che invece si deve fare è interrogarsi per fare in modo che l'odio non prevalga più sul rispetto e sulla dignità delle persone e le istituzioni in questo hanno un ruolo importante in quanto responsabili della convivenza civile fra persone e popoli".

"Per questo – ha concluso Cannito – è necessario e giusto che su questi temi vi sia un confronto costruttivo e leale perché le ideologie sono come delle trappole e la democrazia è il solo antidoto".
Giorno del Ricordo, l’evento a Barletta con l’Associazione Dalmati italiani nel mondoGiorno del Ricordo, l’evento a Barletta con l’Associazione Dalmati italiani nel mondoGiorno del Ricordo, l’evento a Barletta con l’Associazione Dalmati italiani nel mondo
  • Giorno del Ricordo
Altri contenuti a tema
Giorno del Ricordo, Damiani: «Sollevato il velo dell'oblio» Giorno del Ricordo, Damiani: «Sollevato il velo dell'oblio» La nota del senatore barlettano di Forza Italia, Dario Damiani
Giorno del Ricordo, l'incontro in Prefettura con il sopravvissuto Giuseppe Dicuonzo Giorno del Ricordo, l'incontro in Prefettura con il sopravvissuto Giuseppe Dicuonzo Valiante: «Simbolo ed un ambasciatore delle memorie di quel drammatico momento storico»
La storia italiana passa attraverso il “Giorno del Ricordo” La storia italiana passa attraverso il “Giorno del Ricordo” Riflessione a cura di Michele Grimaldi, direttore dell'Archivio di Stato di Bari Barletta e Trani
Il Giorno del Ricordo a Barletta sarà online Il Giorno del Ricordo a Barletta sarà online Domani l'iniziativa "Conoscere per non dimenticare"
Giorno del Ricordo, Michele Grimaldi: «Le vittime sono vittime, tutte quante» Giorno del Ricordo, Michele Grimaldi: «Le vittime sono vittime, tutte quante» La nota del Responsabile della Sezione dell’Archivio di Stato di Barletta
Giorno del Ricordo, dialogo e storia con le associazioni Anmig/Ancr Barletta Giorno del Ricordo, dialogo e storia con le associazioni Anmig/Ancr Barletta La mostra continuerà per tutto il mese di febbraio presso la sede in via Capua n° 28
Barletta ricorda i martiri delle Foibe, le parole di Stella Mele Barletta ricorda i martiri delle Foibe, le parole di Stella Mele Ospite a Palazzo della Marra lo scrittore Marcello Veneziani
7 Memoria deturpata, ecco la lapide del Giorno del Ricordo colpita dai vandali Memoria deturpata, ecco la lapide del Giorno del Ricordo colpita dai vandali Il sindaco Cascella: «È un'offesa a tutta la città di Barletta»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.