Mani
Mani
Bandi e concorsi

“Fermenti in Comune”, bando nazionale dedicato ai giovani

Sul sito del Comune di Barletta la modulistica per partecipare

Spingere i giovani ad essere protagonisti del rilancio delle proprie comunità e dei territori. E' questo l'obiettivo dell'avviso pubblico "Fermenti in Comune", rivolto a tutti i comuni italiani, nell'ambito di un accordo fra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le politiche giovanili, il Servizio civile universale e l'ANCI, per l'utilizzo del riparto destinato agli Enti Locali del "Fondo per le Politiche Giovanili" annualità 2019.

L'Avviso ha l'obiettivo di supportare l'avvio o il rafforzamento di azioni, da parte delle nuove generazioni, per affrontare le "sfide sociali" ritenute prioritarie per le proprie comunità e coerenti con le caratteristiche, i bisogni e le potenzialità dei propri territori.

A disposizione dei comuni italiani ci sono 5.000.000 di euro e per quelli con popolazione residente da 15.001 a 100.000 abitanti, il finanziamento nazionale massimo per singolo progetto, pari a 120.000 euro.

Il Comune di Barletta, Assessorato alle Politiche giovanili, ha deciso di aderire al bando "Fermenti in Comune" con la pubblicazione di una manifestazione di interesse allo scopo di acquisire le proposte che verranno selezionate da una Commissione giudicatrice. Il soggetto selezionato parteciperà, con il Comune di Barletta, alla presentazione del progetto.

"Questo bando è un'occasione importante per i nostri ragazzi che hanno la possibilità di pensare e progettare la città partendo dalle loro esigenze, dalla loro visione delle cose e dai loro interessi", ha detto l'assessore Oronzo Cilli.

Il bando, si articola in cinque "sfide sociali" su cui dovranno essere sviluppati i progetti: uguaglianza per tutti i generi; inclusione e partecipazione; formazione e cultura; spazi, ambiente e territorio; autonomia, welfare, benessere e salute.

Per partecipare alla selezione, i soggetti proponenti dovranno predisporre e inviare la proposta redatta secondo il Format – Allegato A, allegato alla manifestazione di interesse (https://www.comune.barletta.bt.it/retecivica/bandi.htm#fercom), compilato e firmato digitalmente.

La proposta dovrà essere inviata esclusivamente via PEC all'indirizzo ufficiosport@cert.comune.barletta.bt.it entro le ore 24 del 23/12/ 2020. Verrà esclusa ogni domanda successiva, anche se integrativa di una precedente. Le domande provenienti da caselle di posta non certificata non verranno prese in considerazione. L'oggetto della PEC deve contenere la dicitura "Avviso pubblico di manifestazione di interesse "Fermenti in Comune" – Proposta progettuale.
  • Bandi
Altri contenuti a tema
"Qualità dell'abitare", i dettagli dell'avviso "Qualità dell'abitare", i dettagli dell'avviso Domande entro le ore 12 di venerdì 5 marzo
"Creative Tools – Contemporary Piano", pubblicato il bando "Creative Tools – Contemporary Piano", pubblicato il bando Domande entro il 31 gennaio per 4 residenze destinate a pianisti under 35
Bando Servizio Civile nelle Misericordie di Puglia: 307 posti disponibili in 19 sedi Bando Servizio Civile nelle Misericordie di Puglia: 307 posti disponibili in 19 sedi Saranno 251 i giovani selezionati con bando ordinario e 56 con bando "garanzia giovani"
"Fermenti in Comune", prorogato al 9 gennaio il termine per invio progetti "Fermenti in Comune", prorogato al 9 gennaio il termine per invio progetti Il finanziamento nazionale massimo per singolo progetto è pari a 120mila euro
Bando per centri estivi, chiarimenti dal Comune di Barletta Bando per centri estivi, chiarimenti dal Comune di Barletta «L'avviso ha valore retroattivo per chi ha già avviato le attività»
Reddito di dignità 3.0, attive le domande a Barletta fino ad esaurimento Reddito di dignità 3.0, attive le domande a Barletta fino ad esaurimento L'Avviso pubblico prevede un’indennità economica mensile di 500 euro per 12 mesi
Regione, il caso: «Vincitrici del bando, ma non possiamo usufruire della borsa di studio» Regione, il caso: «Vincitrici del bando, ma non possiamo usufruire della borsa di studio» Formalmente vincitori del bando, chi frequenta ancora l’università non ha potuto accedere ai corsi per cui ha ottenuto la borsa di studio
Opportunità dal Gal DaunOfantino anche per le imprese di Barletta Opportunità dal Gal DaunOfantino anche per le imprese di Barletta Il testo completo del bando con tutte le informazioni
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.