ENPA Barletta
ENPA Barletta
Associazioni

ENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli mici

I volontari sposano anche la causa del “curare in libertà”, prendendosi cura dei gatti che vivono per strada, lasciandoli liberi

Il centro dell'associazione Enpa a Barletta in via Medaglie d'Oro 30 è una coccola al cuore per tutti gli amanti degli animali, indistintamente dal tipo. Un luogo accogliente in cui si può respirare e vedere l'amore e la cura che ci mettono le volontarie per i felini del territorio.

Annarita, una delle responsabili, ci ha raccontato le storie di ognuno dei micini: i più spaventati, i cuccioli appena arrivati, i più anziani e i più diffidenti. C'è la storia di Crudelia, una piccola gattina salvata dalle volontarie, curata dopo essere stata morsa da un cane. Si avvicinava per giocare e da grande giocatrice mostrava i piccoli artigli, per questo Crudelia. Avanza con due occhietti verde smeraldo che risplendono dal suo mantello nero. Ad oggi la gattina è felice e in salute grazie all'amore donatole.

In questa associazione, l'ingrediente che ha salvato queste piccole anime perdute è stato la cura che ci mettono quotidianamente, perché il tutto nasce dal volontariato, dall'attenzione che riservano le volontarie nell'essere sempre disponibili per le segnalazioni, provvedere alle medicine, le operazioni quando i piccoli felini vengono ritrovati in condizioni critiche. Proprio grazie a questo tipo di cura, che l'associazione persiste da 5 anni.

Mentre per i cani c'è sempre stato un canile a cui far riferimento, per i felini la situazione è stata differente. "Non è vero che il gatto ha sette vite. Il gatto ne ha una e il fatto che come specie sappia badare a sé non deve farci sottovalutare il fatto che necessiti cure" dice Annarita.Pur essendosi adoperate per l'adozione di ben 140 gatti, i volontari sposano anche la causa del "curare in libertà": la possibilità cioè di curare anche i gatti che vivono per strada, badare a loro lasciandoli liberi. Proprio mentre stavamo visitando la sede, inaspettatamente è arrivata una cittadina dal nome Anna che si è presentata con una grande busta per cibo per gatti, emozionando tutti, anche me. È andata via dicendo: "Annarita ha un cuore grande, mi ha fatto un dono".

C'è una cura per tutto. In una piccola stanza, leggermente distante dallo spazio ricreativo in cui si trovano tutti gli altri mici, le volontarie custodiscono una mamma gatta e i suoi piccoli cuccioli, aspettando di avere i test necessari per poi accoglierli nella stanza comune con tutti gli altri. È importante in questo caso accertarsi che la mamma e di conseguenza i piccoli, siano negativi al fiv e felv test.

L'associazione si muove anche tramite i social – soprattutto Facebook – ed è proprio grazie ad un utilizzo attivo e continuo che le volontarie hanno notato un incremento notevole delle adozioni sia di cani che di gatti. Anche in merito alle adozioni del cuore hanno notato una forte crescita. Per adozioni del cuore si intende la possibilità di adottare nonostante le disabilità del gatto. Le volontarie hanno anche raccontato come l'entrata del micio in casa abbia aiutato molte persone a combattere la solitudine o a rendere felice un piccolo bambino autistico.

Un perfetto esempio di come la pet therapy, soprattutto in tempi di pandemia, sia davvero una piccola cura da aggiungersi alle altre per la guarigione completa.
8 fotoENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli mici
ENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli miciENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli miciENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli miciENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli miciENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli miciENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli miciENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli miciENPA Barletta: il volontariato che salva i piccoli mici
Riguardo le prospettive future, le volontarie credono fortemente che la nuova frontiera siano le oasi per gatti, luoghi in cui viene ricreato il loro ambiente naturale, senza gabbie, luoghi in cui possano giocare insieme e al sicuro.

La rete nata è il frutto di tanti sforzi, capaci di raggiungere anche il nord Italia e difatti, sottolineano quanto i social siano importanti per le adozioni all'infuori del territorio locale e per la prevenzione sul territorio, per la conoscenza. In questa ottica, la pandemia ha rallentato il processo di educazione che l'Enpa stava attuando nelle scuole. "Un gatto ha salvato me e per ricambiare io ho cercato di salvare più gatti possibili. Si diventa migliori a stare con gli animali" dice Annarita.

I più sinceri complimenti ad Annarita, Marilisa, Rosa, Rita, Ciccio Calabrese e Massimiliano Vaccariello che si occupa degli aspetti legali e del rapporto con le istituzioni.

  • Animali
Altri contenuti a tema
Festa Nazionale del Gatto, un pensiero per i felini di Barletta Festa Nazionale del Gatto, un pensiero per i felini di Barletta «In questi mesi, nonostante le difficoltà, ENPA Barletta non si è mai fermata»
1 Gattino ferito in un condominio, la segnalazione di ENPA Barletta Gattino ferito in un condominio, la segnalazione di ENPA Barletta I volontari l'hanno soccorso in tempo e denunciano: «Non c'è giustificazione che possa spiegare un simile accanimento contro un piccolo essere»
Cagnolina rapita in pieno centro, si cerca il ladro Cagnolina rapita in pieno centro, si cerca il ladro La segnalazione sui social: fenomeno purtroppo mai sopito
4 Gatto chiuso in una busta della spazzatura, l'episodio oggi a Barletta Gatto chiuso in una busta della spazzatura, l'episodio oggi a Barletta La segnalazione di un cittadino sui social network
1 Gattini ritrovati in un sacco della spazzatura a Barletta: «Salvati da morte certa» Gattini ritrovati in un sacco della spazzatura a Barletta: «Salvati da morte certa» Massimiliano Vaccariello (ENPA-Barletta): «Sono i volontari a dover intervenire, sostituendosi alle istituzioni locali?»
Rifugio comunale di Barletta, l'annuncio di Mennea: «Riapre la struttura» Rifugio comunale di Barletta, l'annuncio di Mennea: «Riapre la struttura» «Presto saranno comunicati giorni e fasce orario non solo per i volontari ma anche per gli adottanti»
Rifugio comunale di Barletta, Mennea: «Non possiamo lasciarli soli» Rifugio comunale di Barletta, Mennea: «Non possiamo lasciarli soli» «Gli animali possono rappresentare per l’uomo un supporto psicologico, soprattutto in questo momento contrassegnato da un forzato isolamento sociale»
10 Luna cerca casa, trovato a Barletta un cucciolo di sette mesi Luna cerca casa, trovato a Barletta un cucciolo di sette mesi Il cane è stato probabilmente abbandonato
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.