Poker Gioco
Poker Gioco
La città

Emergenza gioco d'azzardo, l'Oasi 2 organizza un ciclo di incontri

In Puglia, 6 persone su 10 tentate dal vizio. Percentuali in aumento soprattutto tra i giovani ed in particolare per le ragazze

La Puglia è al terzo posto in Italia per numero di giocatori d'azzardo, secondo le statistiche del CNR di Pisa, pubblicate nell'ambito del progetto Il gioco è una cosa seria, finanziato dal Ministero della salute, con la Regione Piemonte come ente capofila e che ha tra gli enti partner la Comunità Oasi2 di Trani.

Paolo Jarre, responsabile scientifico del progetto, sostiene che le percentuali sono in aumento soprattutto tra i giovani ed in particolare per le ragazze. Le statistiche dicono che le persone preferiscono giocare in posti non strettamente adibiti al gioco, come i bar e le tabaccherie, ma è in crescita anche il gioco in casa, in particolare grazie ad internet. In sintesi, in Puglia, 6 persone su 10 hanno giocato denaro negli ultimi 12 mesi. Se questo non è un dato di per sé preoccupante, ma solo indicativo, non bisogna sottovalutare il rischio di dipendenza da gioco d'azzardo, una addiction pericolosa come quella da sostanze.

Per questo l'Oasi2, che da 25 anni è impegnata nella promozione del benessere e nella lotta contro le dipendenze, in collaborazione con la Regione Piemonte, il Ser.t. di Collegno e Pinerolo, il CNR di Pisa, ed i Monopoli di Stato, nell'ambito del progetto organizza a Trani tre giorni di formazione per gli amministratori locali e per i gestori di locali sul gioco d'azzardo patologico (GAP) per la promozione del gioco responsabile.

Il primo appuntamento è previsto per venerdì 11 giugno alle 9.30 presso il centro culturale S. Luigi, in piazza Mazzini a Trani. Interverranno tra gli altri Carmelinda Lombardi (assessore provinciale ai Servizi Sociali), Nicola Corvasce (direttore del Dipartimento Dipendenze Patologiche dell'Asl Bat), Paolo Jarre (responsabile scientifico del progetto) e Antonella De Benedittis (direttrice della Comunità Oasi2 San Francesco Onlus).
  • Gioco d'azzardo
  • Ministero della salute
Altri contenuti a tema
Simula una rapina dopo aver perso 4mila euro, denunciato un 46enne di Barletta Simula una rapina dopo aver perso 4mila euro, denunciato un 46enne di Barletta L’uomo avrebbe perso la forte somma in sala giochi, intervengono i carabinieri
Quando il gioco d'azzardo diventa patologico, a Barletta apre il Gap Quando il gioco d'azzardo diventa patologico, a Barletta apre il Gap Lunedì l'inaugurazione al primo piano del vecchio ospedale
1 Vince un milione di euro al Superenalotto ma non ha ancora riscosso la vincita Vince un milione di euro al Superenalotto ma non ha ancora riscosso la vincita La giocata fortunata ad un bar in via Parrilli lo scorso 23 giugno
1 Gioco d'azzardo, dati allarmanti anche a Barletta Gioco d'azzardo, dati allarmanti anche a Barletta De Mucci (FI Bat): «250 i milioni di euro giocati dai cittadini della Bat nel primo semestre del 2017»
3 Esplode la polemica sui sacchetti bio a pagamento: come stanno davvero le cose? Esplode la polemica sui sacchetti bio a pagamento: come stanno davvero le cose? Perché ci sono nuovi sacchetti biodegradabili e quanto dovranno pagarli i clienti
Gioco illegale e scommesse clandestine, controlli delle Fiamme Gialle Gioco illegale e scommesse clandestine, controlli delle Fiamme Gialle L’operazione ha registrato l’esecuzione di ben 169 interventi, di cui 28 irregolari (il 17%)
"Turista per sempre", 2 milioni di euro per un fortunato barlettano "Turista per sempre", 2 milioni di euro per un fortunato barlettano La vincita in una tabaccheria di corso Garibaldi
Giochi "cattivi", Barletta può reagire alle ludopatie Giochi "cattivi", Barletta può reagire alle ludopatie Intervista al consigliere Carmine Doronzo, se n'è discusso in commissione Cultura
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.