Carabinieri SIS Scientifica
Carabinieri SIS Scientifica
Cronaca

Duplice omicidio di via Brescia, per madre e figlio scatta l'ergastolo

Le due anziane furono malmenate e strangolate in casa

Il movente del duplice delitto avvenuto nel 2012 in via Brescia risiederebbe in una mancata eredità. Oggi arriva uno svolta nel giallo che turbò l'intera opinione pubblica: furono madre e figlio a uccidere due donne, due amiche, il 15 marzo 2012 nel loro appartamento in via Brescia, dove morirono percosse e soffocate Maria Diviccaro, 62 anni, con problemi fisici, e la sua amica-badante, Maria Strafile, vedova e madre di quattro figli, di 65 anni.

E' quanto stabilito ieri dal gup del tribunale di Trani, Angela Schiralli, al termine del processo di primo grado celebrato con rito abbreviato, che ha condannato all'ergastolo Grazia Fiore e il figlio Damiano Diviccaro, rispettivamente di 52 e 20 anni, cognata e nipote di Maria Diviccaro. L'accusa, rappresentata dal pm Mirella Conticelli, riteneva che fra i responsabili vi fosse anche il fratello di Maria Diviccaro, Michele, marito e padre dei due condannati: la sua posizione è stata archiviata perché l'uomo è deceduto nel corso del processo.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri e dalla pm Mirella Conticelli, Maria Diviccaro - anziana e disabile - sarebbe stata uccisa per motivi patrimoniali, mentre la badante sarebbe rimasta vittima dell'omicidio per il solo fatto di trovarsi in casa al momento del delitto. I due presunti responsabili si sarebbero introdotti nell'abitazione della donna in via Brescia e, mentre colpivano e strangolavano le donne, i rumori sarebbero stati coperti dal rumore del flex utilizzato nel locale sotto l'appartamento da Michele Diviccaro.
  • Carabinieri
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
1 Scippo in via Firenze, intervengono i Carabinieri Scippo in via Firenze, intervengono i Carabinieri Doronzo (Lega Salvini Puglia): «Non bisogna sottovalutare la sicurezza per le strade»
Quattro arresti e il recupero di semirimorchi rubati a Barletta Quattro arresti e il recupero di semirimorchi rubati a Barletta Fermata una giovane donna che poco prima si è impossessata di una borsa lasciata incustodita
Il dramma di Barletta, l'allarme della famiglia e il delitto in via delle Belle Arti Il dramma di Barletta, l'allarme della famiglia e il delitto in via delle Belle Arti Il figlio uccide l'anziano padre: soffriva di problemi psichici
Tragedia familiare in via delle Belle Arti, sul posto i Carabinieri di Barletta Tragedia familiare in via delle Belle Arti, sul posto i Carabinieri di Barletta Le prime indiscrezioni parlano di omicidio
Droga e contrabbando di sigarette, arrestato 45enne di Barletta Droga e contrabbando di sigarette, arrestato 45enne di Barletta Nascondeva le sostanze stupefacenti e i tabacchi nella sua villa in campagna: scovato dai cani antidroga
2 Carabinieri di Barletta in azione, cinque arresti in città Carabinieri di Barletta in azione, cinque arresti in città Un arresto per furto di transenne in via Leonardo da Vinci
Furti d'auto, a Cerignola ritrovata una Panda rubata a Barletta Furti d'auto, a Cerignola ritrovata una Panda rubata a Barletta Scattano gli arresti: il veicolo è stato restituito al proprietario
1 Colpo all'autolavaggio in via Canosa, sgominata banda di ladri rumeni Colpo all'autolavaggio in via Canosa, sgominata banda di ladri rumeni Fermati dai Carabinieri mentre tentavano il furto dopo aver forzato la porta d'ingresso
© 2001-2018 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.