Carabinieri SIS Scientifica
Carabinieri SIS Scientifica
Cronaca

Duplice omicidio di via Brescia, per madre e figlio scatta l'ergastolo

Le due anziane furono malmenate e strangolate in casa

Il movente del duplice delitto avvenuto nel 2012 in via Brescia risiederebbe in una mancata eredità. Oggi arriva uno svolta nel giallo che turbò l'intera opinione pubblica: furono madre e figlio a uccidere due donne, due amiche, il 15 marzo 2012 nel loro appartamento in via Brescia, dove morirono percosse e soffocate Maria Diviccaro, 62 anni, con problemi fisici, e la sua amica-badante, Maria Strafile, vedova e madre di quattro figli, di 65 anni.

E' quanto stabilito ieri dal gup del tribunale di Trani, Angela Schiralli, al termine del processo di primo grado celebrato con rito abbreviato, che ha condannato all'ergastolo Grazia Fiore e il figlio Damiano Diviccaro, rispettivamente di 52 e 20 anni, cognata e nipote di Maria Diviccaro. L'accusa, rappresentata dal pm Mirella Conticelli, riteneva che fra i responsabili vi fosse anche il fratello di Maria Diviccaro, Michele, marito e padre dei due condannati: la sua posizione è stata archiviata perché l'uomo è deceduto nel corso del processo.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri e dalla pm Mirella Conticelli, Maria Diviccaro - anziana e disabile - sarebbe stata uccisa per motivi patrimoniali, mentre la badante sarebbe rimasta vittima dell'omicidio per il solo fatto di trovarsi in casa al momento del delitto. I due presunti responsabili si sarebbero introdotti nell'abitazione della donna in via Brescia e, mentre colpivano e strangolavano le donne, i rumori sarebbero stati coperti dal rumore del flex utilizzato nel locale sotto l'appartamento da Michele Diviccaro.
  • Carabinieri
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
90 grammi di hashish in casa, arrestato 47enne di Barletta 90 grammi di hashish in casa, arrestato 47enne di Barletta L'uomo, residente a Terlizzi, è ora sottoposto agli arresti domiciliari
«Ruberemo tre quintali al giorno di uva perché dobbiamo campare», tre arresti a Barletta «Ruberemo tre quintali al giorno di uva perché dobbiamo campare», tre arresti a Barletta I Carabinieri arrestano tre persone per furti di uva e minacce verso gli agricoltori
3 Colpo alla malavita di Barletta, maxi operazione dei Carabinieri Colpo alla malavita di Barletta, maxi operazione dei Carabinieri Dal 2009 a oggi una fitta rete di indagini: la nota diramata dalla Procura di Bari
Omicidio in via Dicuonzo, il killer si consegna alla Polizia di Barletta Omicidio in via Dicuonzo, il killer si consegna alla Polizia di Barletta Ecco l'arma del delitto: sei i colpi esplosi durante la sparatoria di ieri
Barletta piazza di spaccio, cinque arresti Barletta piazza di spaccio, cinque arresti Serrati controlli antidroga eseguiti dai Carabinieri
Folle inseguimento da Cerignola a Barletta, arrestato 41enne di Melfi Folle inseguimento da Cerignola a Barletta, arrestato 41enne di Melfi Nel tentativo di fuggire ha aggredito violentemente i Carabinieri
1 Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, le parole del sindaco Cannito Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, le parole del sindaco Cannito Il sindaco ha ricordato il carabiniere Doronzo, deceduto mentre prestava servizio presso l'ambasciata italiana di Pretoria
Con una mazza da baseball lo picchiano per rubargli la bici, due arresti a Barletta Con una mazza da baseball lo picchiano per rubargli la bici, due arresti a Barletta I Carabinieri arrestano un minorenne e un pregiudicato di 26 anni, entrambi barlettani
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.