Rinascita
Rinascita
Eventi

«Donare significa dare una seconda chance nella vita»

Il primo incontro per l’associazione “Rinascita”

"Rinascita". È questo il nome dato, dal presidente Luigi Desantis, all'associazione no profit che si occupa della donazione degli organi, tessuti e cellule. "Rinascita" sta a indicare una nuova vita; una vita che grazie al trapianto risorge e ha l'opportunità di proseguire. Lo scorso giovedì pomeriggio, presso il presidio ospedaliero, si è svolto il primo incontro (saranno, infatti, numerosi i convegni in programma) tenuto dal dottor Flavio Borgomastro, medico di medicina generale, esperto in nutrizione e la dott.ssa Maria Campese laureata in scienze motorie, entrambi soci dell'associazione.

«L'obiettivo principale dei nostri incontri è far scoprire - afferma una delle socie fondatrici Lucia Guaglione - il mondo del trapianto in maniera leggera e semplice. Donare significa dare la possibilità a chi ne ha bisogno di avere una seconda chance nella vita; tuttavia, per diventare donatori occorre adottare un giusto stile di vita». In particolar modo il dottor Borgomastro ha informato gli uditori dell'importanza, a prescindere dalla donazione, di una corretta alimentazione affinché il nostro stesso corpo non sia compromesso. Tuttavia, prima di analizzare la cosiddetta dieta mediterranea, utile al conseguimento dell'obiettivo preposto, il dottore ha spiegato il valore del rapporto medico–paziente e le problematiche che insorgono qualora si abusi dell'autodiagnosi svolta con l'ausilio di internet.

«Il medico deve saper ascoltare il suo paziente e quest'ultimo deve palesare tutti i suoi sintomi. Più del 50% della diagnosi consiste in ciò che voi ci raccontate. Negli ultimi tempi si è verificata l'interruzione del rapporto fiduciario tra medico–paziente a causa delle errate autodiagnosi. Internet è uno strumento potente ma occorre saperlo utilizzare nel modo migliore». Il paziente, infatti, rischia di perdersi in questa vasta giunga d'informazioni. Se si cerca "mal di stomaco" i risultati ottenuti saranno: ulcera gastrica, ulcera peptica, tumore allo stomaco. Dunque, è inevitabile il successivo stato di ansia e timore. Chi non sarebbe spaventato? Abbiate più fiducia nel vostro medico, in particolar modo della sua esperienza e del suo scibile.

«Occorre equilibrio e moderazione». Sono queste le parole utilizzate dal medico generale per consigliare una corretta dieta alimentare che non ha lo scopo di perdere peso, ma di stare meglio con il proprio corpo. Negli anni cinquanta è stato il biologo e fisiologo statunitense Ancel Keys ad affermare l'importanza indiscussa della nostra dieta mediterranea. Non è necessario, dunque, ricorrere a diete troppo restrittive, basta mangiare ciò che ha da offrirci il nostro territorio. Tuttavia, a una corretta alimentazione è sempre utile associare della buona e sana attività fisica. A spiegarci l'importanza del movimento è la giovanissima dott.ssa Maria Campese: «Camminare, correre, giocare con i propri figli all'aria aperta significa stare bene e ridurre l'insorgenza di alcune patologie. Tali attività rappresentano una vera e propria palestra all'aperto».
Il primo incontro per l’associazione “Rinascita”Il primo incontro per l’associazione “Rinascita”
  • Donazione
Altri contenuti a tema
Un'altra donazione di organi a Barletta: è l'ottava Un'altra donazione di organi a Barletta: è l'ottava Sono intervenuti il dottor Giuseppe Vitobello e il Commissario Alessandro Delle Donne
Mamma di Barletta dona gli organi con un grande gesto d'amore Mamma di Barletta dona gli organi con un grande gesto d'amore La donna è morta a soli 46 anni: il dolore della famiglia diventa un grande atto di solidarietà
2 Complessa donazione multiorgano eseguita al "Bonomo" Complessa donazione multiorgano eseguita al "Bonomo" Giovanissimo, dopo un incidente in bicicletta era stato trasferito all'ospedale di Barletta
11 Donazione multiorgano grazie a una donna di Barletta Donazione multiorgano grazie a una donna di Barletta Al Bonomo di Andria prelevati reni, cornee, fegato e anche il cuore
Donò un rene a suo genero 20 anni fa, oggi la consegna di una targa a Rosa Distaso Donò un rene a suo genero 20 anni fa, oggi la consegna di una targa a Rosa Distaso Alle ore 11:30 presso l’ex cappella del vecchio ospedale il presidente dell’Associazione Trapianti Alba consegnerà una targa alla signora Distaso
Nella Bat la prima donazione di organi in Puglia del 2020 Nella Bat la prima donazione di organi in Puglia del 2020 La 31enne ha donato il fegato e le cornee
Donazione multiorgano grazie a un generoso donatore di Barletta Donazione multiorgano grazie a un generoso donatore di Barletta A dare l'assenso è stata la moglie. Delle Donne: «A lei e a tutta la famiglia va la nostra solidarietà»
Donazione midollo osseo, il riconoscimento per un finanziere di Barletta Donazione midollo osseo, il riconoscimento per un finanziere di Barletta Sindaco Cannito: «una condotta da rimarcare e premiare per il suo alto valore esemplare»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.