Donazione organi tra attività di Polizia Giudiziaria ed esigenze sociali. <span>Foto Giuseppe Schiavone</span>
Donazione organi tra attività di Polizia Giudiziaria ed esigenze sociali. Foto Giuseppe Schiavone
Eventi

“Donazione organi tra attività di Polizia Giudiziaria ed esigenze sociali”

Tanti i relatori a confronto nell’evento patrocinato dal Comune di Barletta

Due le parole con le quali riassumere l'incontro "Donazione organi tra attività di Polizia Giudiziaria ed esigenze sociali", tempestività e collaborazione tra le parti.

Si è tenuto ieri pomeriggio l'evento formativo promosso dall'IPA BA/2 con il patrocinio del Comune di Barletta presso la Sala Rossa del Castello, che dopo i saluti iniziali del sindaco Cosimo Damiano Cannito ha lasciato spazio agli interventi dei relatori dei vari ambiti pubblici: Renato Nitti (Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Trani), Francesco Tosto (Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani), Giuseppe Vitobello (Dirigente Responsabile Unità Operativa Donazioni e Trapianto ASL BT) e Loreto Gesualdo (Ordinario di Nefrologia Dipartimento dell'emergenza e dei trapianti di organi e coordinatore regionale trapianti).

Il dott. Vitobello ha sottolineato quanto la collaborazione con la magistratura aiuti ad un miglioramento dei numeri delle donazioni e dichiarando che già quattro donazioni multiorgano su dieci effettuate in Puglia siano della Bat.


L'obiettivo dell'incontro è stato quello di fornire alle diverse Forze di Polizia un vademecum procedurale che, nel caso specifico degli incidenti, rispetti nel contempo il lavoro delle Forze di Polizia e dell'Autorità Giudiziaria e la volontà del cittadino donatore.

L'idea di chiarire meglio la normativa vigente in materia, fornendo le giuste informazioni a organi competenti e cittadini, nasce a seguito di un sinistro avvenuto a Corato nel 2022. Nella circostanza, un cittadino, un ciclista di Andria di 57 anni, perdeva la vita per incidente stradale. Quest'ultimo, al momento della sottoscrizione del documento d'identità, manifestava la proprio volontà di donare i propri organi in caso di decesso.

La cooperazione tra mondo giudiziario e sanitario ha permesso di superare ogni difficoltà (maggiormente legata alle tempistiche) tutelando e coniugando il lavoro delle Autorità Giudiziarie, il desiderio del donatore deceduto e la necessità dei sanitari di salvare vite umane mediante la donazione.

Oggi, grazie a questo intervento sinergico, è stato possibile donare (cuore, polmoni, fegato, reni e cornee) per dare nuova vita a un altro cittadino.
5 fotoDonazione organi tra attività di Polizia Giudiziaria ed esigenze sociali
Donazione organi tra attività di Polizia Giudiziaria ed esigenze socialiDonazione organi tra attività di Polizia Giudiziaria ed esigenze socialiGiuseppe VitobelloLoreto GesualdoProcuratore Nitti
  • Tribunale
  • Donazione
  • Polizia giudiziaria
  • Donazione organi
Altri contenuti a tema
28 Riceve trapianto di rene e scrive al donatore: «Ti ringrazio ovunque tu sia» Riceve trapianto di rene e scrive al donatore: «Ti ringrazio ovunque tu sia» La storia del barlettano Savino Pistillo
Prima donazione multiorgano di Puglia nella Asl Bt Prima donazione multiorgano di Puglia nella Asl Bt Una donna di 47 anni, originaria della Georgia e residente ad Andria, ha donato fegato, cuore e reni
Rapina al Compro Oro di Corato, confermato il verdetto: assoluzione bis per un 31enne Rapina al Compro Oro di Corato, confermato il verdetto: assoluzione bis per un 31enne Dopo il ricorso della Procura, si è pronunciata la Corte d'Appello di Bari, lasciando inalterata la sentenza di primo grado
Processo Mafale, assoluzione definitiva per il maresciallo dei carabineri Processo Mafale, assoluzione definitiva per il maresciallo dei carabineri Sentenza ora irrevocabile
Dal 17 marzo un convegno promosso dalla Camera dei Giuslavoristi di Trani Dal 17 marzo un convegno promosso dalla Camera dei Giuslavoristi di Trani “L’accertamento degli stati invalidanti a dieci anni dall’entrata in vigore dell’art. 445 bis C.P.C.", il programma completo
“Donazione organi tra attività di Polizia Giudiziaria ed esigenze sociali” “Donazione organi tra attività di Polizia Giudiziaria ed esigenze sociali” Domani l’evento formativo promosso dall’IPA BA/2 con il patrocinio del Comune di Barletta
Dona fegato e reni, nuovo atto di amore di un 74enne di Barletta Dona fegato e reni, nuovo atto di amore di un 74enne di Barletta Si tratta della terza donazione multiorgano dell'anno all'ospedale Bonomo di Andria
Giustizia, assolto Giuseppe Cannito: il pm aveva chiesto per lui 11 anni Giustizia, assolto Giuseppe Cannito: il pm aveva chiesto per lui 11 anni Nella sentenza dichiarato che "il fatto non sussiste"
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.