Crollo di via Roma
Crollo di via Roma
Cronaca

Crollo di via Roma, no della Corte di appello di Bari alla nuova perizia

I giudici rigettano la richiesta degli avvocati difensori

Era atteso nella giornata di ieri il responso della Corte d'Appello di Bari sulla richiesta di una nuova perizia, avanzata dagli avvocati difensori dell'architetto barlettano Giovanni Paparella, ritenuto dalla Procura e dal Tribunale di Trani direttore dei lavori dell'area Giannini in cui si stavano eseguendo le opere ritenute causa del crollo che provocò anche undici feriti.

I giudici hanno però rigettato la richiesta, e quindi non ci saranno ulteriori accertamenti su cause e responsabilità del crollo.

Stando all'ipotesi accusatoria e alle perizie eseguite nel processo di primo grado, il crollo fu causato dai lavori di demolizione della palazzina adiacente a quella dove c'era l'opificio nel quale morirono quattro operaie e la figlia del titolare. Per i reati, a vario titolo contestati, di disastro colposo, omicidio colposo e lesioni colpose plurimi, omissione di atti d'ufficio e violazione di norme antinfortunistiche, sono imputate 14 persone fisiche e una società. In primo grado, nel dicembre 2015, i quindici imputati erano stati condannati a pene comprese fra i 5 anni e 6 mesi di reclusione e i 4 mesi.

Nella prossima udienza, in calendario il 5 febbraio prossimo, la Procura generale concluderà la discussione e poi la parola passerà alle 50 parti civili, 43 familiari delle vittime e sette fra enti, associazioni e sindacati, fra i quali Regione Puglia e Comune di Barletta, il quale è anche costituito come responsabile civile.
  • Tribunale
  • Crollo
Altri contenuti a tema
“La sicurezza nelle costruzioni”: un convegno per l'anniversario del crollo di Via Canosa “La sicurezza nelle costruzioni”: un convegno per l'anniversario del crollo di Via Canosa Il crollo, avvenuto il 16 settembre del 1959 a Barletta, causò 58 morti e 12 feriti
Il giudice di Barletta Francesco Messina nominato "formatore" nelle Marche Il giudice di Barletta Francesco Messina nominato "formatore" nelle Marche Il magistrato barlettano è stato scelto dal Consiglio superiore della magistratura
1 Nuove ipotesi di reato per il pm Savasta di Barletta Nuove ipotesi di reato per il pm Savasta di Barletta Savasta avrebbe favorito l'imprenditore barlettano Luigi d'Agostino evitando di coinvolgerlo in un'indagine per fatture false
Crollo di via Magenta 66 anni dopo, Barletta non dimentica Crollo di via Magenta 66 anni dopo, Barletta non dimentica Il ricordo del giornalista Nino Vinella: furono 17 i morti e 12 i feriti
Nuovo sostituto procuratore al Tribunale di Trani: arriva la dott.ssa Scamarcio Nuovo sostituto procuratore al Tribunale di Trani: arriva la dott.ssa Scamarcio Si insedierà il prossimo 17 dicembre in sostituzione della collega Valentina Botti
Crollo in via Roma, Quarto: «occorre attuare piani di recupero del centro storico» Crollo in via Roma, Quarto: «occorre attuare piani di recupero del centro storico» «Si devono privilegiare piani di recupero dei centri storici rispetto a sostituzioni edilizie e a nuovi piani di espansione urbana»
Sette anni dalla tragedia di via Roma, il ricordo di Dario Damiani Sette anni dalla tragedia di via Roma, il ricordo di Dario Damiani «Vicenda drammatica che deve guidare le azioni individuali di ognuno»
Crollo di Barletta, «quanto avvenuto in via Roma non si ripeta più» Crollo di Barletta, «quanto avvenuto in via Roma non si ripeta più» Le parole del sindaco Cosimo Cannito a 7 anni esatti dal dramma
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.