Guardia di Finanza
Guardia di Finanza
Cronaca

Coronavirus, sequestrati oltre 5 mila articoli sanitari nelle province di Bari e BAT

Si tratta di prodotti posti in commercio con modalità fraudolente e truffaldine

Elezioni Regionali 2020
In attuazione dell'indirizzo strategico fornito dal Comando Generale della Guardia di Finanza ai Reparti territoriali e delle direttive del Comando Regionale Puglia, il Comando Provinciale di Bari ha intensificato le attività di controllo economico del territorio e del web per contrastare le condotte di chi - approfittando dell'attuale situazione emergenziale correlata alla crescente diffusione del virus COVID-19 (c.d. "Coronavirus") - pone in essere pratiche commerciali disoneste, truffe e frodi in danno della popolazione, con la vendita di prodotti sanitari a prezzi esorbitanti o non conformi alle norme.

In questo quadro il I Gruppo Bari e il Gruppo Barletta hanno eseguito un ulteriore rilevante sequestro amministrativo nelle province di Bari e BAT di oltre 5.300 articoli sanitari, tra mascherine di protezione individuale, detergenti e guanti in lattice, commercializzati in violazione delle disposizioni recate dal Codice del consumo e in materia di sicurezza prodotti.

Le attività di servizio fanno seguito all'operazione "Antivirus" - effettuata lo scorso lunedì dal dipendente I Gruppo Bari, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Bari - che ha consentito di sottoporre a sequestro penale oltre 30.000 prodotti (mascherine protettive, gel e salviette per le mani), posti in commercio con modalità fraudolente e truffaldine, per un valore di mercato di circa 220.000 euro, all'esito di oltre 30 perquisizioni effettuate in ben 22 Comuni delle province di Bari e BAT. In particolare, le imprese destinatarie dei sequestri avevano messo in vendita gel e salviette igienizzanti per le mani presentandoli - con scritte e simboli ingannevoli sulle confezioni nonché con messaggi pubblicitari - come prodotti con azione disinfettante e, comunque, a prezzi decisamente più alti rispetto a quelli praticati prima dello scoppio dell'emergenza sanitaria in Italia per il Covid-19.

Ma dopo questa operazione le Fiamme Gialle del I Gruppo di Bari e del Gruppo Barletta non hanno minimamente allentato il fiato sul collo dei "furbetti"; anzi hanno incrementato le analisi di rischio, attraverso le numerose banche dati disponibili in uso al Corpo, nonché mediante mirate attività di screening e riscontro delle segnalazioni pervenute da numerosi cittadini a carico di taluni esercizi commerciali - principalmente farmacie, ferramenta e commercianti all'ingrosso e al dettaglio, anche attraverso note piattaforme di e-commerce, di saponi, detersivi e profumi - che vendevano articoli sanitari correlati all'emergenza del Coronavirus.
Sequestro Guardia di FinanzaSequestro Guardia di Finanza
  • Sequestro
  • Guardia di Finanza
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

786 contenuti
Altri contenuti a tema
Coronavirus, altri 22 casi in Puglia oggi Coronavirus, altri 22 casi in Puglia oggi Non si registra nessun nuovo positivo nella provincia Bat
Notte di Ferragosto: controlli delle Fiamme Gialle nella Bat Notte di Ferragosto: controlli delle Fiamme Gialle nella Bat Impegnato personale del gruppo Barletta con i finanzieri della Compagnia di Trani ed il nucleo cinofili di Bari
Rientri in Puglia e Covid, laboratori pubblici e privati in rete per l’esecuzione dei tamponi Rientri in Puglia e Covid, laboratori pubblici e privati in rete per l’esecuzione dei tamponi Prima di procedere con il tampone, i laboratori dovranno verificare che il soggetto si sia auto segnalato
Covid-19, il bollettino di oggi: nessun caso nella Bat Covid-19, il bollettino di oggi: nessun caso nella Bat Nelle ultime 24 ore stati registrati 1.701 test
2 Ferragosto, il sindaco Cannito ai giovani: «Divertitevi, ma siate prudenti» Ferragosto, il sindaco Cannito ai giovani: «Divertitevi, ma siate prudenti» Il primo cittadino di Barletta si rivolge ai più giovani: «Non vi si chiede di stare chiusi in casa, ma di essere responsabili»
1 Esercenti di Barletta: «Pronti al rispetto delle regole anti-Covid» Esercenti di Barletta: «Pronti al rispetto delle regole anti-Covid» «Chiediamo che lo stesso impegno sia profuso anche negli spazi pubblici e nelle spiagge libere»
Coronavirus, un nuovo caso nella Bat e 16 in Puglia Coronavirus, un nuovo caso nella Bat e 16 in Puglia Il nuovo contagio si è registrato ad Andria. Si tratta di uno dei giovani di ritorno da Malta
Codacons: «Si chiudano le discoteche a Ferragosto». Pronti a denunciare per epidemia colposa Codacons: «Si chiudano le discoteche a Ferragosto». Pronti a denunciare per epidemia colposa «Il Ferragosto 2020 rischia di trasformarsi in un gigantesco focolaio di coronavirus»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.