Controlli a ciclomotori e bici elettriche
Controlli a ciclomotori e bici elettriche
Cronaca

Controlli a ciclomotori e bici elettriche, a Barletta 12 sanzionati su 19

Proseguono i controlli della Polizia Locale

Proseguono i servizi coordinati di controllo – con prove di revisione e di velocità – per ciclomotori e velocipedi a pedalata assistita. Di recente le operazioni sono state condotte dalla Polizia Locale avvalendosi di una stazione mobile e in sinergia con il Commissariato di Pubblica Sicurezza e la Compagnia Carabinieri. È stata richiesta la presenza anche del personale del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile con il Centro Mobile Controllo Ciclomotori e Motocicli della Direzione Generale Territoriale del Sud – Ufficio Motorizzazione Civile di Bari.

Le attività di accertamento sono state compiute prevalentemente in piazza Aldo Moro, con l'obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sul rispetto del Codice della Strada e sul divieto di adoperare velocipedi non conformi alle disposizioni vigenti. Il bilancio dello scorso fine settimana registra 19 mezzi sottoposti a controllo e 43 sanzioni elevate per complessivi euro 30.597,00, proprio sulla base delle constatazioni, eseguite con gli strumenti tecnici in dotazione alla Motorizzazione Civile, delle irregolarità a carico dei mezzi assoggettabili al regime giuridico dei ciclomotori. Oltre alla contestazione delle violazioni, sono state altresì applicate le relative sanzioni accessorie. In 9 casi si procederà alla confisca senza alcuna possibilità di restituzione al proprietario. Nel prospetto allegato al comunicato sono elencate in dettaglio le attività compiute che hanno comportato risultati incoraggianti sul piano delle responsabilizzazione, sé è vero che alcuni possessori di bici elettriche hanno richiesto spontaneamente il controllo del mezzo per verificarne la regolarità. Una presa di coscienza della problematica che lascia ben sperare.

A tal proposito il Comando di Polizia Locale ribadisce che la normativa attualmente in vigore – e nello specifico l'art. 50 del Codice della Strada – è chiarissima nel sottoporre al regime giuridico dei ciclomotori le "biciclette" dotate di supporto elettrico che consente velocità superiori ai 25 Km/h. Al raggiungimento di tale velocità o nel caso di cessazione della pedalata il supporto elettrico deve smettere di funzionare.

Se dai controlli effettuati emergesse tale evidenza, al conducente della "bicicletta" e al suo proprietario, se diverso dal conducente, saranno applicate le sanzioni previste che ammontano a diverse migliaia di euro, anche in relazione ai requisiti dello stesso conducente, non senza la correlata confisca del mezzo.
Sanzioni bici elettriche
  • Controllo
Altri contenuti a tema
Pandemia e controlli a Barletta, «cittadini spesso indisponibili alla collaborazione» Pandemia e controlli a Barletta, «cittadini spesso indisponibili alla collaborazione» L'assessore alla Polizia locale Nicola Gammarrota rivolge un appello alla promozione di comportamenti virtuosi
Controlli a ciclomotori e bici elettriche, in azione la Polizia Locale di Barletta Controlli a ciclomotori e bici elettriche, in azione la Polizia Locale di Barletta Supporto di Polizia di Stato e Carabinieri: elevate diverse sanzioni
In corso controlli anti-assembramento anche a Barletta In corso controlli anti-assembramento anche a Barletta In azione la Polizia di Stato con le altre forze dell'ordine e l'ausilio dell'Esercito
Botti illegali, «dov'erano le forze dell'ordine?» Botti illegali, «dov'erano le forze dell'ordine?» Chi si occupava di controllare nella notte di Capodanno?
Screening dell'infertilità di coppia, «importanti i controlli fin da giovani» Screening dell'infertilità di coppia, «importanti i controlli fin da giovani» Ottimo riscontro sull'iniziativa gratuita del centro medico Pro.Andros
Giornata mondiale del diabete: a Barletta la prevenzione nella galleria del Curci Giornata mondiale del diabete: a Barletta la prevenzione nella galleria del Curci “Il diabete ha scelto me, ma anche io ho scelto me”
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.