Giornale strappato
Giornale strappato
Associazioni

Collettivo Exit: presentato il giornale, voce della massa

Presentato lo scorso giovedì l'omonimo giornale, strumento per dar voce al popolo. “Exit è solo un ulteriore piccolo ingranaggio per far meglio funzionare il meccanismo.”

Si è tenuta giovedì 4 novembre, presso il pub S. Sebastiano la presentazione del giornale Exit, strumento per dar voce al collettivo omonimo.

Exit, un giornale (se così si può definire, più semplicemente contatto diretto) che non vuole amalgamarsi ai giornali comuni, vorrebbe piuttosto rappresentare un allarme, parlare di ciò che non funziona che è sotto gli occhi di tutti, un intero sistema che non funziona. I problemi li conosciamo, ormai non ci facciamo più caso. I media non ci parlano delle cause a monte (appositamente omesse per tutelare gli interessi delle multinazionali?). L'obiettivo è fare un po' di seria informazione, parlare di come stanno realmente le cose raccontate del protagonisti senza aver paura delle conseguenze, eliminare quel velo di "omertà" che troppo spesso caratterizza l'informazione. Tutti possono scrivere su Exit purché escano dalla logica insensata di arrivare alla vetta passando per le scorciatoie. Informazione dal basso, potere al popolo è la parola d'ordine.

Exit: uscita, cercare una via di uscita. Uscita dagli schemi dettati da un capitalismo fallito che da decenni punta tutto sulla crescita economica considerata fonte di benessere. La smodata crescita economica si è rivelata, invece, fonte di miseria, sfruttamento, totale precarietà e inquinamento.

«La presentazione di oggi per noi è fondamentale, finisce una fase e ne comincia un' altra» - parla così Alessandro Zagaria, esponente del collettivo - «uno strumento messo a disposizione di tutti coloro che vogliono costruire un progetto alternativo, creare le condizioni per cercare di "afferrare quella scintilla che incendi la prateria" cominciando con l'uscire da schemi obsoleti». Le componenti del collettivo stanno cercando di farlo concretamente mettendo su una serie di progetti: nasce a gennaio il collettivo exit dalla "fusione" di due realtà, il network per i diritti globali e il movimento mutualista; in altre realtà con il coordinamento no biomasse e inceneritori che in questi mesi è riuscito a portare avanti una serie di vertenze a livello provinciale sulla questione biomasse e inceneritori.

«Exit è solo un ulteriore piccolo ingranaggio per far meglio funzionare il meccanismo».
13 fotoInaugurazione Giornale 'Exit'
exit nuovo giornale 1exit nuovo giornale 2exit nuovo giornale 3exit nuovo giornale 4exit nuovo giornale 5exit nuovo giornale 6exit nuovo giornale 7exit nuovo giornale 8exit nuovo giornale 9exit nuovo giornale 11exit nuovo giornale 12exit nuovo giornale 13exit nuovo giornale 14
E' possibile sfogliare il mensile Exit e avere ulteriori informazioni sull'iniziativa sul sito www.magozine.it/
  • Collettivo Exit
Altri contenuti a tema
Ampliamento discarica San Procopio, il Collettivo Exit dice no Ampliamento discarica San Procopio, il Collettivo Exit dice no Preoccupazione per i rischi ambientali, la posizione del movimento cittadino
1 Ex Palazzo delle Poste, Collettivo Exit: «Lo strabismo della politica» Ex Palazzo delle Poste, Collettivo Exit: «Lo strabismo della politica» «È venuta l'ora di aprire una discussione pubblica sul futuro degli immobili pubblici»
2 Zagaria: «Non ho infranto la memoria dei due poliziotti» Zagaria: «Non ho infranto la memoria dei due poliziotti» La risposta di Alessandro Zagaria (Collettivo Exit) alla nota dei consiglieri Mele, Memeo e Antonucci
3 Mele, Memeo, Antonucci: «Parliamo di autentico odio misto a ignoranza» Mele, Memeo, Antonucci: «Parliamo di autentico odio misto a ignoranza» La risposta dei consiglieri al commento di un rappresentante del Collettivo Exit
1 "Barletta antifascista", ripristinato il murale nei giardini De Nittis "Barletta antifascista", ripristinato il murale nei giardini De Nittis Alla vigilia della Festa della Repubblica, alcune associazioni cittadine hanno provveduto al ripristino del murale
3 Barletta antifascista: murale vandalizzato, la denuncia del Collettivo Exit Barletta antifascista: murale vandalizzato, la denuncia del Collettivo Exit «Non sarà certo una bomboletta verde a cancellare la memoria dei fratelli Vitrani»
4 «La lista dei contagiati sarebbe rimasta riservata»: la replica dell'avv. Cianci «La lista dei contagiati sarebbe rimasta riservata»: la replica dell'avv. Cianci L'Amministratore unico della società Bar.s.a. scrive in risposta a quanto dichiarato dal Collettivo Exit
Richiesta nomi dei contagiati da Bar.s.a., Collettivo Exit: «Una caccia all'untore» Richiesta nomi dei contagiati da Bar.s.a., Collettivo Exit: «Una caccia all'untore» «Farebbe bene l’avvocato Cianci a occuparsi della tutela dei lavoratori fornendogli tutti i dispositivi di sicurezza necessari»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.