Biomasse
Biomasse
Associazioni

Centrali a biomasse, la lotta continua

"Congelata" la centrale di via Foggia, spunta quella di via Andria. Organizzato il presidio presso il palazzo di città

Un sospiro di sollievo per la cittadinanza quando, lo scorso aprile, l'amministrazione comunale sospese la delibera per la costruzione della centrale a biomasse che sarebbe sorta in via Foggia. Grazie a una azione combinata del coordinamento "No biomasse e inceneritori" supportata dall'intera cittadinanza, si riuscì a far accantonare il progetto della società Tre Tozzi che prevedeva la costruzione di un impianto da 37 megawatt elettrici.

Ma non finisce qui, la diatriba continua.

I primi giorni di Agosto è comparso sul sito della Regione Puglia un avviso che aveva tutta l'aria di una presa in giro. La Società Life Energy s.r.l. avrebbe presentato alla Regione lo "Studio di impatto ambientale" finalizzato alla costruzione di una nuova centrale a biomasse liquide (alimentata ad olio crudo) di potenza addirittura maggiore rispetto a quella del progetto congelato, 56 megawatt. Dovrebbe sorgere in via Andria, a soli 3 km dal centro abitato.

Le preoccupazioni sono sempre le stesse, legate alle emissioni inquinanti, all'aumento del traffico veicolare e soprattutto alla possibilità di queste centrali di essere convertite in inceneritori per rifiuti. Non per ultimi i rischi legati alla salute, divulgati in svariati trattati di medicina. Non è servito a nulla combattere? Non può essere, dopo mesi di lotte si dovrà tornare in battaglia. Come primo atto, si tornerà a presidiare il Palazzo di Città giovedì 9 settembre dalle ore 17 per far sentire la voce di coloro che a Barletta vogliono continuare a vivere serenamente!
  • Centrale a biomasse
  • Coordinamento no biomasse
  • mobilitazione
Altri contenuti a tema
"Change is NOw", oggi a Barletta mobilitazione studentesca "Change is NOw", oggi a Barletta mobilitazione studentesca Ricorre la giornata internazionale degli studenti con vista al referendum
Il settore Igiene ambientale di Bar.S.A. si mobilita Il settore Igiene ambientale di Bar.S.A. si mobilita Tutto il personale in stato di agitazione, potrebbe esserci anche sciopero
Cimitero di Barletta, i dipendenti sono in stato di agitazione Cimitero di Barletta, i dipendenti sono in stato di agitazione Ritardi nei pagamenti e mancati stipendi
«La città tutta stia al fianco degli studenti» Si scuote l'opinione pubblica sulle mobilitazioni degli studenti barlettani
“Spending review”, il pubblico impiego si mobilita a Barletta “Spending review”, il pubblico impiego si mobilita a Barletta Appuntamento di Cgil e Uil presso la sala consiliare
Mobilitazione studentesca a Barletta: "Diamo voce ai pendolari" Mobilitazione studentesca a Barletta: "Diamo voce ai pendolari" Parte il volantinaggio e la raccolta firme per gli universitari
La “Notte dei ricercatori” arriva a Barletta La “Notte dei ricercatori” arriva a Barletta Mobilitata la cattedra di Allergologia
Cementeria di Barletta, una crisi sociale e ambientale Cementeria di Barletta, una crisi sociale e ambientale Intervengono il Collettivo Exit e il Coordinamento Antinucleare
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.