ASP “Regina Margherita”
ASP “Regina Margherita”
La città

Casa di Riposo "Regina Margherita", «aiuto all'emergenza COVID-19»

«Il presidente e il cda hanno messo a disposizione la struttura per i fini sanitari»

Il Presidente Ruggiero Balzano e il consiglio di amministrazione dell'Asp Casa di Riposo "Regina Margherita" di Barletta, Ruggiero Gentile, Mariella Rizzi, Cosimo Lionetti e Domenico Piccolo, scrivono sull'attuale destino della struttura, e il suo utilizzo per contribuire a fronteggiare l'emergenza sanitaria Covid-19.

Si legge nella nota: «Il Presidente e il consiglio di amministrazione dell'Asp "Regina Margherita", subito dopo l'insediamento, avvenuto lo scorso 11 dicembre, ha avviato contatti con la Regione e il Comune di Barletta per la risoluzione dei problemi legati alla riapertura. Ci sono stati incontri a livello istituzionale con Regione e Comune per affrontare le varie problematiche e cercare le opportune soluzioni ad una situazione economica e debitoria purtroppo ereditata e non addebitabile all'attuale Cda. A proposito è emersa la volontà di collaborare unitariamente per cercare di restituire alla città e all'utenza anziana una struttura presente sul territorio da oltre un secolo.

Nell'ambito delle iniziative si ricorda che nella seduta del Consiglio Comunale celebrata a fine Febbraio, la situazione dell'Asp, è stata oggetto di una domanda di attualità da cui è scaturita la decisione di convocare una seduta consiliare "monotematica", per affrontare – appunto – nella massima assise cittadina tale situazione da tutti ritenuta urgente. Convocazione che, purtroppo, non ha avuto un seguito nell'immediato considerato che l'attività dell'istituzione comunale è stata chiamata a fronteggiare l'emergenza sanitaria Covid-19.Tuttavia, nel pieno della citata emergenza, l'attività dell'Asp Regina Margherita non è rimasta ferma: il presidente e il cda hanno messo a disposizione la struttura per i fini sanitari, mediante una nota inviata a Regione, Protezione civile, Comune di Barletta, Prefettura e Asl-Bt.

Ora più che mai, alla luce di quanto sta accadendo in tutte le altre strutture simili, siamo convinti che l'Asp Regina Margherita possa essere di aiuto alla emergenza e abbia la chance importantissima di dispiegare la propria utilità anche nella successiva fase 2.La nostra attenzione come quella del governo nazionale, regionale, della Protezione civile, del Comune e delle Asl è volta alla risoluzione di questa enorme emergenza e al poter fornire uno strumento concreto, quale l'utilizzo della struttura per fronteggiare l'emergenza Covid-19. Sulla bontà di tale iniziativa si sono già espressi anche la Protezione civile e la Cgil, che ha anche sollecitato tale percorso.

Purtroppo non sappiamo quando questa emergenza finirà e quando potremo tornare alla "normalità", ma certamente in questo tempo sarà utile sapere che l'Asp, ha tutte le carte in regola per essere utilizzata per aiutare il nostro paese in questo momento drammatico. Va da sé che l'eventuale attività a favore dell'emergenza potrà essere d'impulso al percorso che porterà alla definitiva riapertura della struttura al servizio della collettività anziana allorquando la stessa emergenza finirà».
  • Casa di riposo
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

2076 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, oltre 8600 decessi dall'inizio dell'emergenza Covid in Puglia, oltre 8600 decessi dall'inizio dell'emergenza Prosegue l'aumento degli attualmente positivi e dei ricoverati
Covid in Puglia, boom di ricoverati nelle ultime ore Covid in Puglia, boom di ricoverati nelle ultime ore Attualmente positivi sempre in aumento
Vaccini: il 90% della popolazione over 5 anni ha ricevuto la prima dose Vaccini: il 90% della popolazione over 5 anni ha ricevuto la prima dose Il 64 per cento della popolazione ha ricevuto anche la terza dose
Covid in Puglia, nuova impennata di casi: quasi 30 mila attualmente positivi Covid in Puglia, nuova impennata di casi: quasi 30 mila attualmente positivi Il numero dei ricoverati scende leggermente ma si registrano 11 decessi nelle ultime ore
Covid in Puglia, sensibile aumento dei ricoverati Covid in Puglia, sensibile aumento dei ricoverati Gli attualmente positivi continuano a salire PUGLIA - MERCOLEDÌ 22 GIUGNO 2022
Covid in Puglia, quasi 4 mila casi positivi nelle ultime ore Covid in Puglia, quasi 4 mila casi positivi nelle ultime ore Leggero aumento dei ricoverati
Covid, quasi il 25% di positività ai test in Puglia Covid, quasi il 25% di positività ai test in Puglia Superata nuovamente la quota di 2500 attualmente contagiati nelle ultime ore
Covid in Puglia, sale la curva dei contagi Covid in Puglia, sale la curva dei contagi Attualmente positivi vicini nuovamente a superare quota 25 mila
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.