Camioncino Bar.S.A. danneggiato
Camioncino Bar.S.A. danneggiato
Cronaca

Capodanno di botti e degrado, ferito un operatore Bar.S.A.

Petardo lanciato nel mezzo per la raccolta rifiuti: il vile gesto nel giorno di San Silvestro

A Barletta, alle ore 17.45 dello scorso 31 dicembre, si è registrato un gesto terribilmente vile, segno di degrado umano e stupidità: un petardo è stato lanciato da ignoti all'interno di un camioncino della Bar.S.A. in via Imbriani causando una deflagrazione che solo per un fortunato caso non ha generato un incendio. A farne le spese è stato un operatore della Bar.S.A., intento a raccogliere le buste di carta e di cartone poco prima dei festeggiamenti per l'arrivo del nuovo anno.

L'oggetto esplodente, probabilmente una bomba carta, venduta illegalmente, nonostante i divieti del sindaco di Barletta dott. Cosimo Cannito, è stato lanciato da un balcone o da un'automobile in transito, all'interno del veicolo, che è rimasto visibilmente danneggiato. Il dipendente della Bar.S.A., rimasto ferito dall'esplosione, si è recato al pronto soccorso dell'ospedale "Dimiccoli": dopo una prima prognosi di quattro giorni, la stessa è stata proroga per 10 giorni, salvo complicazioni.

Parole di ferma condanna sono state espresse dall'amministratore unico di Bar.S.A., l'avvocato barlettano Michele Cianci: «È stato un gesto sconsiderato che poteva innescare una terribile tragedia. Sporgeremo una formale denuncia all'autorità giudiziaria in modo da identificare i responsabili di tale atto e chiarire la dinamica di quanto accaduto, soprattutto ricorrendo alle immagini delle telecamere di sorveglianza presenti in zona».

«Mi auguro che questo episodio resti isolato – conclude Cianci - e che insieme potremo dimostrare che Barletta può diventare una città migliore, grazie anche ai tanti barlettani virtuosi e ai cittadini esemplari che rispettano il lavoro altrui, nel nome del bene comune e dell'amore verso la nostra città».
Camioncino Bar.S.A. danneggiatoCamioncino Bar.S.A. danneggiatoCamioncino Bar.S.A. danneggiatoCamioncino Bar.S.A. danneggiato
  • Bar.S.A.
Altri contenuti a tema
Bar.S.A. e Avis Barletta, donare il sangue per dare il buon esempio Bar.S.A. e Avis Barletta, donare il sangue per dare il buon esempio Cianci: «Diffondiamo la cultura della solidarietà e del rispetto reciproco»
Strade più pulite, Bar.S.A. ringrazia i barlettani per la collaborazione Strade più pulite, Bar.S.A. ringrazia i barlettani per la collaborazione Cianci: «Rimbocchiamoci le maniche e facciamo qualcosa per il nostro territorio»
1 Barletta pulita, Cianci: «Una città moderna nasce dalla collaborazione» Barletta pulita, Cianci: «Una città moderna nasce dalla collaborazione» Prosegue l'articolato processo di spazzamento meccanizzato in città
Spazzamento meccanizzato: tocca a via Canosa, via Barberini e via Madonna della Croce Spazzamento meccanizzato: tocca a via Canosa, via Barberini e via Madonna della Croce Intervento in calendario lunedì e martedì prossimi
Spazzamento meccanizzato, gli aggiornamenti sulle strade coinvolte da oggi Spazzamento meccanizzato, gli aggiornamenti sulle strade coinvolte da oggi Imposto il divieto di sosta con rimozione dalle ore 5.00 alle ore 9.00
Riprende lo spazzamento meccanizzato a Barletta, tutti i divieti di sosta Riprende lo spazzamento meccanizzato a Barletta, tutti i divieti di sosta Vietato lasciare le auto in sosta dalle 5 alle 9
2 Rimossa la sabbia da strada e marciapiedi sul lungomare Mennea di Barletta Rimossa la sabbia da strada e marciapiedi sul lungomare Mennea di Barletta Intervento nelle ore notturne, Cianci: «Garantire in tempi celeri la massima sicurezza»
Vandali alla cattedrale di Trani, Bar.S.A. offre le proprie professionalità per eliminare lo scempio Vandali alla cattedrale di Trani, Bar.S.A. offre le proprie professionalità per eliminare lo scempio Cianci: «Una bravata che danneggia un patrimonio non solo della città tranese, ma di tutto il nostro territorio»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.