Ambulanza
Ambulanza
Servizi sociali

Cannito sul 118: «Non è possibile che prestino servizio in condizioni così precarie»

«Mi affido alla sensibilità del nuovo management della ASL BT e del Commissario Straordinario»

Nel 1992 mi fu affidato dalla Direzione Generale della ASL BA2, poi diventata BAT, il difficile compito di organizzare il servizio di 118: partivo da zero!
Grazie al sacrificio di medici, infermieri, soccorritori e delle varie associazioni di volontariato il servizio 118 della BAT è diventato nel tempo, senza tema di smentita, il migliore di Puglia: basta chiederlo altrove.

Negli ultimi tempi, purtroppo, ho constatato di persona una condizione di scarso interesse generale rispetto ad un servizio strategico per l'emergenza sanitaria del territorio tutto.
Mi riferisco sia alle precarie condizioni logistiche del 118 di Barletta che alla mancanza di risposta nei tempi dovuti alle richieste di soccorso dei cittadini. Di recente, per esperienza vissuta, difatti, ho dovuto assistere un motociclista ferito sulla SS 16 bis in attesa da ben 40 minuti a fronte 20 minuti previsti fuori dalla cinta urbana e dei 10 minuti previsti in quella urbana.

Non è possibile che i lavoratori del 118 prestino un servizio così essenziale in condizioni, logistiche e organizzative, così precarie. È importante, per i suddetti motivi, restituire loro dignità umana e professionale.

Desidero ricordare, ove questo qualcuno lo avesse dimenticato, che gli operatori sanitari salvano vite umane, agiscono e devono agire, nel rispetto della legge medica del 118 che dice che "il tempo è vita".
Su di loro, peraltro, incombono enormi responsabilità medico/legali, oltre a notevoli rischi per la propria incolumità fisica.

Mi affido, quindi, alla sensibilità del nuovo management della ASL BT (nella persona del direttore generale dott.ssa Tiziana Dimatteo e del direttore sanitario dott. Alessandro Scelzi) e del Commissario Straordinario del Comune di Barletta, dott. Francesco Alecci, affinché ci si possano prodigare con maggiore attenzione rispetto alla questione 118, garantendo alle tre postazioni del personale medico e infermieristico sedi più consone e funzionali, diverse da quelle provvisorie dell'area retrostante il vecchio ospedale "Umberto I".

Anche se questa sarà considerata propaganda politico-elettorale poco mi importa. Ciò che m'importa è il sostegno a questi lavoratori e colleghi ma, più di tutto, la risoluzione del problema. Quando si tratta di sanità e di salute, non esistono medaglie da affiggersi al petto.

Nell'interesse dei nostri cittadini, inoltre, ai decisori politici regionali torno a chiedere, come ho sempre fatto da vent'anni a questa parte, il raggiungimento di un grande traguardo per il territorio tutto e per i nostri soccorritori: l'istituzione della centrale operativa 118 della BAT da allocare nel futuro Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, luogo strategico per le attività di Protezione Civile.
Barletta merita rispetto.
  • Cosimo Cannito
Altri contenuti a tema
Cannito: «Il Pd non ha ancora metabolizzato la sconfitta» Cannito: «Il Pd non ha ancora metabolizzato la sconfitta» Il sindaco risponde alle critiche sull'operato della sua Giunta nei primi 100 giorni
Salvarono tre persone in mare, premiati dal sindaco Cannito Salvarono tre persone in mare, premiati dal sindaco Cannito Riconoscimenti per il vice brigadiere della Finanza Nunzio Disalvo e lo studente Giovanni Sfregola
1 PD contro Cannito: «Invece di allargare fronti di conflitto, dovrebbe cercare la collaborazione» PD contro Cannito: «Invece di allargare fronti di conflitto, dovrebbe cercare la collaborazione» Il partito replica alle recenti dichiarazioni del sindaco
Politica, interviene il PD: «Cannito in ritardo sulle linee programmatiche» Politica, interviene il PD: «Cannito in ritardo sulle linee programmatiche» La nota di Cascella, Capogruppo del Partito Democratic
Cannito: «Ancora rifiuti a Tittadegna, porto la Regione in tribunale» Cannito: «Ancora rifiuti a Tittadegna, porto la Regione in tribunale» La denuncia del sindaco a margine della presentazione della mostra "Ditelo ai bambini"
14 Cannito: «Con nuove lampade a led più luce e meno consumi» Cannito: «Con nuove lampade a led più luce e meno consumi» Sostituite 845 armature in 57 strade della nostra città
13 Cannito: «Scuola via Morelli, Lodispoto si arroga meriti che non ha» Cannito: «Scuola via Morelli, Lodispoto si arroga meriti che non ha» La nota del sindaco di Barletta
24 Incontro in Regione, Cannito dice no all'invito di Caracciolo Incontro in Regione, Cannito dice no all'invito di Caracciolo "Ritengo irrituale l'invito a mezzo carta intestata di un partito"
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.