Campane del vetro come discariche, fototrappole attive a Barletta
Campane del vetro come discariche, fototrappole attive a Barletta
La città

Campane del vetro come discariche, fototrappole attive a Barletta

«Questi cittadini sarebbero contenti se chiunque entrasse nel loro salotto con una bella busta di organico pronto a lasciarla sul pavimento?»

Fototrappole Bar.S.A. sempre in azione, continua la lotta all'inciviltà e agli "irriducibili". Non si arresta l'azione incessante di controllo tramite fototrappole, volta a scoprire attività – veri e propri reati – di conferimento abusivo di immondizia e indifferenziato.

Resiste come la peggiore delle abitudini in alcuni cittadini, pochissimo virtuosi, la censurabile capacità di avvicinarsi a qualsiasi arredo urbano come le "campane" del vetro e lasciare la propria immondizia.

Colpisce la nonchalance di molti, che esercitano tale azione con assoluta normalità e con la circospezione degna di un film thriller. Un passo verso il bordo del marciapiede e l'immondizia è servita. Poco importa che stiano sporcando la nostra città, ovvero la nostra casa. Questi cittadini sarebbero contenti se chiunque entrasse nel loro salotto con una bella busta di organico pronto a lasciarla sul pavimento?

«Continuo a non trovare alcuna giustificazione, se non una totale mancanza di senso civico». Secco interviene l'amministratore unico di Bar.S.A. S.p.A. avv. Michele Cianci dopo aver visionato questa avvilente raccolta di fotografie. «Abbiamo fatto di tutto per dare un calendario agevole che permettesse, con una pianificazione minima e non impegnativa, di conferire i propri rifiuti. Trovo anche gioia nel pensare che una corretta attività di differenziazione rientri in un concetto di riciclo e di rinnovamento ma ciò sembra non scalfire minimamente questi "signori" che non esito a definire buzzurri e trogloditi. Cittadini, pochi, pochissimi in verità, ai quali saranno elevate multe cospicue in quanto queste fotografie sono come di consueto al vaglio della Polizia Municipale per riconoscimento e sanzioni».

«Invito tutti a dare uno sguardo a questi orrori e ragionare sul fatto che queste foto esistono perché esiste l'inciviltà – conclude Cianci - ma dobbiamo agire per Barletta, dobbiamo "farci riconoscere". In meglio». Fotografie pubblicate nella sezione "Educazione Civica" del sito istituzione Bar.S.A. S.p.A.
  • Bar.S.A.
  • Emergenza rifiuti
Altri contenuti a tema
1 Facility management, prorogato fino al 31 marzo 2023 l'affidamento a Bar.s.a. Facility management, prorogato fino al 31 marzo 2023 l'affidamento a Bar.s.a. Provvedimento della Giunta, in attesa di rinnovo del contratto la partecipata continuerà a curare manutenzione e servizi in città
«Basta rimpalli politici, ne va del bene dei nostri figli» «Basta rimpalli politici, ne va del bene dei nostri figli» Antonio Binetti interviene sulle ultime vicende legate alla pulizia del Vallone Tittadegna
5 Indumenti abbandonati in Via Leopardi a Barletta Indumenti abbandonati in Via Leopardi a Barletta La segnalazione di un cittadino sui social
8 «Concorso Bar.S.A. e la lunga attesa per le prove selettive» «Concorso Bar.S.A. e la lunga attesa per le prove selettive» Intervento di Grazia Desario (Italia in Comune)
Patrimonio arboreo, Bar.S.A. inizia il trattamento fitosanitario a Barletta Patrimonio arboreo, Bar.S.A. inizia il trattamento fitosanitario a Barletta Difesa messa in campo per difendere il verde cittadino
2 Barletta chiama, Pinuccio "rispondi?": a Striscia il caso del Vallone Tittadegna Barletta chiama, Pinuccio "rispondi?": a Striscia il caso del Vallone Tittadegna L'inviato del programma satirico ha intervistato Antonio Binetti
Vallone Tittadegna, iniziate le operazioni di rimozione dei rifiuti Vallone Tittadegna, iniziate le operazioni di rimozione dei rifiuti Realizzata la rampa di accesso per i mezzi Bar.S.A. e una prima ricognizione sul materiale abbandonato
Sulla protesta di Antonio Binetti: «L’esempio di coraggio rivoluzionario» Sulla protesta di Antonio Binetti: «L’esempio di coraggio rivoluzionario» «Oggi i referenti del Comitato di zona 167 hanno voluto concretamente unirsi a questa battaglia di civiltà»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.