Consiglio comunale
Consiglio comunale
La città

Barletta riciclona, in arrivo un nuovo impianto in via Andria

Lavorerà i rifiuti differenziati, con l'obiettivo di ridurre la TARI

Un consiglio comunale interamente dedicato alla questione rifiuti. La massima assise cittadina si è riunita ieri pomeriggio per quello che doveva essere un consiglio monotematico su Bar.S.A., al cui ordine del giorno è stato aggiunto un punto extra, ossia "Realizzazione impianto complesso di selezione meccanica e recupero frazioni secche da raccolta differenziata Barletta (CMRD) fondo per lo sviluppo e coesione 2007/2013. Delibera CIPE n.79/2012. DGR n.1433/2018. Atto di indirizzo sulla localizzazione".

Il provvedimento, già approvato dalla giunta comunale, ha avuto questo ulteriore passaggio in consiglio per la conferma dell'ubicazione dell'impianto. Tra il posizionamento su suolo privato in via Callano (nelle vicinanze della sede Bar.S.A.) oppure su suolo pubblico in un terreno sito in via Andria (nelle vicinanze della stazione di servizio Levante), il sindaco Cannito ha proposto ai consiglieri la seconda scelta in vista di un risparmio per le tasche dei cittadini. Il provvedimento è stato approvato con l'astensione dei consiglieri del Movimento 5 Stelle, contro i quali è poi montata la polemica da parte del primo cittadino. I consiglieri pentastellati hanno rimproverato la carenza di dettagli del provvedimento e hanno avanzato numerosi chiarimenti, pur mantenendo perplessità, anche dal punto di vista dell'impatto ambientale.

Del costo totale dell'impianto, 7 milioni di euro potrebbero essere finanziati dalla Regione Puglia: di qui l'urgenza di decidere in consiglio la localizzazione e procedere in tempi brevi alla stesura del progetto, propedeutico all'accettazione del finanziamento regionale. Il complesso sarà destinato alla lavorazione dei rifiuti già differenziati, con un'ulteriore suddivisione (per esempio in base al colore per quanto riguarda la plastica) e con la lavorazione per poter rivendere il risultato del processo alle aziende del settore. L'obiettivo è dunque convogliare questo finanziamento per coprire buona parte delle spese dell'impianto, con il fine ultimo di ridurre la TARI per i cittadini barlettani attraverso la vendita del prodotto finale.
  • Bar.S.A.
  • Emergenza rifiuti
Altri contenuti a tema
1 Cianci: «Onore ai lavoratori di Bar.S.A. che si impegnano per il bene di Barletta» Cianci: «Onore ai lavoratori di Bar.S.A. che si impegnano per il bene di Barletta» Oggi l'incontro: trovata l'intesa con i sindacati
1 Somministrazione lavoro, Bar.S.A. e Comune di Barletta individuano 13 società tramite sorteggio Somministrazione lavoro, Bar.S.A. e Comune di Barletta individuano 13 società tramite sorteggio Giovedì scorso riunione in sala giunta
Spazzamento meccanizzato, concluse le operazioni di giugno Spazzamento meccanizzato, concluse le operazioni di giugno A partire da luglio prossimo, il calendario subirà delle variazioni
4 Barletta sporca, sospese le premialità salariali per i dipendenti Bar.S.A. Barletta sporca, sospese le premialità salariali per i dipendenti Bar.S.A. L'amministratore unico Cianci: «Dobbiamo incrementare l'impegno per garantire una Barletta pulita»
Trattamenti fitosanitari per il benessere del patrimonio arboreo di Barletta Trattamenti fitosanitari per il benessere del patrimonio arboreo di Barletta L'attività sarà espletata da Bar.S.A. nelle ore notturne e ogni giorno entro le ore 06.00
Valutazione positiva per il sistema anticorruzione di Bar.S.A. Valutazione positiva per il sistema anticorruzione di Bar.S.A. L'azienda è conforme alla ISO 37001:2016
3 Rifiuti abbandonati per strada, a Barletta degrado no stop Rifiuti abbandonati per strada, a Barletta degrado no stop Numerose le segnalazioni dei cittadini sui social
2 Piazza Divittorio nel mirino dei rifiuti, «gli incivili devono essere sanzionati» Piazza Divittorio nel mirino dei rifiuti, «gli incivili devono essere sanzionati» Cianci: «Non se ne può più, atteggiamento irrispettoso e ignorante»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.