Sindaco Maffei applaude
Sindaco Maffei applaude
Istituzionale

Barletta, Maffei mette a disposizione immobili per la sede legale

Lettera aperta del sindaco al presidente Ventola. Maffei chiede che la sede legale sia attribuita a Barletta

In data odierna, il Sindaco di Barletta, Nicola Maffei, ha inviato al presidente della Provincia Barletta-Andria-Trani, Francesco Ventola (e per conoscenza al Presidente del Consiglio provinciale, Luigi Riserbato), la seguente comunicazione, chiedendo la sede legale della sesta Provincia pugliese a Barletta e ribadendo l'immediata disponibilità di immobili da destinare a sede e uffici. Di seguito il testo della lettera:

«Gentilissimo Presidente,
il tema afferente alla individuazione della sede legale della nostra nuova Provincia continua ad "appassionare" ed animare il dibattito politico istituzionale generando, purtroppo, solo tensioni, fibrillazioni, intemperanze e, soprattutto, contrapposizioni che rischiano di divenire insanabili.

Al silenzio assordante registrato sul documento che il Consiglio Comunale della città di Barletta aveva votato all'unanimità in data 26 aprile u.s., notificato a Lei ed al Presidente del Consiglio Provinciale, ha fatto seguito la proposta di votazione della Sua maggioranza il cui esito ha giustamente generato contrapposizioni sfociate anche in palesi contestazioni, condannabili sotto il profilo comportamentale.
Rinnovo pertanto ancora una volta, a Lei ed all'intero consiglio provinciale, la richiesta di attribuzione della "Sede legale" a Barletta, quale legittimo riconoscimento alla Città che ha scritto la storia di questa Provincia, ovviando a quelle considerazioni che nulla hanno a che vedere con il principio della policentricità, né tanto meno con quello delle vocazioni territoriali.
Nel ribadire, inoltre - in subordine -, l'invito a porre in essere quanto di competenza per invocare il ricorso alla consultazione popolare, strumento altamente rappresentativo ed attuativo dei principi democratici, mi permetto di porgere alla Sua attenzione vecchie e nuove offerte di disponibilità per la Sede degli uffici della nuova Provincia.
Nella nota del 2 ottobre 2009 il sottoscritto indicava nella messa a disposizione dell'immobile della vecchia Caserma Lamarmora, già sede dell'Anagrafe e dello Stato Civile, la possibilità di accogliervi degnamente la Sede della nuova Provincia.

Nella stessa nota l'esplicito riferimento anche alla disponibilità degli uffici del Complesso San Domenico, già utilizzati nel passato per il Museo Civico e per il Parco Letterario Massimo d'Azeglio, induceva, successivamente, ad espletare, con assessori e tecnici della nuova Provincia, idoneo sopralluogo i cui esiti non sono mai stati offerti alla conoscenza del sottoscritto.
In aggiunta a quanto sopra, aggiungo, che a seguito della disponibilità formalizzatami dal Presidente dell'Arciconfraternita del Monte di Pietà (arch. Sarcina), pongo a disposizione, gratuitamente e per il tempo necessario all'allestimento della struttura definitiva dell'ex Caserma Lamarmora, locali della estensione di 300 ÷ 400 mq approntabili in tempi brevissimi.
Questi, individuabili all'interno del complesso immobiliare che attualmente ospita la Prefettura, sono distinti da essa e dall'ambito che definisce il rapporto locativo con il Ministero ed hanno accesso indipendente dalla stessa.
In attesa di favorevole accoglimento delle proposte formulate e fiducioso per un significativo ripensamento sulle procedure poste in essere nell'approvazione dello Statuto, rinnovo la piena disponibilità a collaborare nel perseguimento del bene comune.
Distinti saluti».
  • Nicola Maffei
  • Provincia Barletta-Andria-Trani
  • Francesco Ventola
  • Sede legale provincia
Altri contenuti a tema
Lorenzo Marchio Rossi: «La provincia la festeggiamo ogni giorno con il nostro lavoro al servizio della comunità» Lorenzo Marchio Rossi: «La provincia la festeggiamo ogni giorno con il nostro lavoro al servizio della comunità» La nota del vicepresidente della provincia
Oggi nasceva la Provincia BAT, «Lodispoto dimentica» Oggi nasceva la Provincia BAT, «Lodispoto dimentica» Intervengono i consiglieri provinciali di opposizione
1 15 giugno 2024: 20 anni della nascita della provincia di Barletta-Andria-Trani 15 giugno 2024: 20 anni della nascita della provincia di Barletta-Andria-Trani La nota del già segretario del “Comitato di lotta Barletta Provincia” Nardo Binetti
Francesco Ventola entra al Parlamento Europeo: unico rappresentante della Bat Francesco Ventola entra al Parlamento Europeo: unico rappresentante della Bat Quasi 90mila preferenze in tutta la Circoscrizione Italia Meridionale
Centrodestra Bat: «Consiglio Provinciale ancora “deserto”, cosa succede alla maggioranza Lodispoto?» Centrodestra Bat: «Consiglio Provinciale ancora “deserto”, cosa succede alla maggioranza Lodispoto?» La nota dei consiglieri di opposizione
I consiglieri provinciali di centrodestra: «Lodispoto non ha la maggioranza, per lui sconfitta politica» I consiglieri provinciali di centrodestra: «Lodispoto non ha la maggioranza, per lui sconfitta politica» Non approvato per mancanza di numero legale il Rendiconto di Bilancio
Le consigliere di parità della provincia Bat: «Solidarietà a Raffaella Piccolo» Le consigliere di parità della provincia Bat: «Solidarietà a Raffaella Piccolo» La nota di Rosa D'Alterio e Maddalena Petronelli
Consiglio provinciale, assegnate le deleghe di supporto a Lodispoto Consiglio provinciale, assegnate le deleghe di supporto a Lodispoto L'andriese Lorenzo Marchio Rossi e lo spinazzolese Di Noia i vice-presidenti
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.