Rifiuti
Rifiuti
La città

Barletta, così non va: inciviltà, roghi e “puzza di Fonzies”

A un mese dal Jova Beach Party si torna alla triste realtà

Poco più di un mese fa raccontavamo di una Barletta estasiata per la perfetta riuscita di un grande evento come il Jova Beach Party. Ma una volta passata la fantastica atmosfera di quei giorni la nostra città, purtroppo, pare essere ripiombata nei suoi problemi di sempre, tra cui degrado ambientale e diffusa inciviltà.

È ancora ben impressa nella memoria dei cittadini barlettani l'infausta serata del 16 agosto, quando i nostri nasi e i nostri stomaci sono stati messi a durissima prova dal vomitevole "olezzo di formaggio" proveniente dalla lavorazione di scarti di macelleria di un'azienda tranese. Tuttavia quella ribattezzata come "puzza di Fonzies" è solo l'ultimo e più evidente episodio di degrado civico ed ambientale che da tempo immemore mortifica e penalizza la città di Barletta. Basta pensare al mare di colore giallo Gange con tocco di schiuma e di alghe di qualche giorno fa.

E che dire dei continui piccoli roghi di sterpaglie e spazzatura divenuti oramai una consuetudine nell'agro barlettano? Basta infatti farsi un giro per le nostre stradine di campagna per imbattersi in vere e proprie discariche a cielo aperto colme di ogni sorta di rifiuto: dal vetro alla plastica, dal materiale edile di risulta alle lastre di Eternit. Un quadro, insomma, di degrado e di inciviltà a dir poco desolante, nonostante non manchino deterrenti come telecamere nascoste e pesanti sanzioni.

E le cose di certo non vanno molto meglio in città. In particolar modo nei cosiddetti luoghi della "movida" dove tra i giovani avventori – oltre a quella di obbligare i residenti alle ore piccole tra rutti, schiamazzi e autoradio a palla – è molto diffusa l'abitudine di lasciare per terra lattine, cartacce, cartine, bottiglie di vetro ed ogni sorta di avanzo di pizzeria.

Le soluzioni a questi fenomeni? Al momento rivolgersi alle forze dell'ordine e sperare in Dio (o chi per Lui) affinché ogni tanto qualcuno si ricordi di intervenire, provando così quantomeno ad attenuare quel fastidioso senso di impotenza oramai presenza fissa nell'animo di noi cittadini barlettani.

È necessario di imprescindibile quindi che la nostra amministrazione comunale faccia sentire in modo forte e costante la propria voce presso le autorità preposte, così come accaduto per i miasmi alla "Fonzies" dello scorso 16 agosto. Altrimenti vorrà dire che la splendida Barletta dei giorni del Jova Beach Party resterà un qualcosa di più unico che raro e che la nostra città era, è, e sarà condannata a morire di sporcizia e di inciviltà. Altro che vocazione turistica.
9 fotoBarletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagna
Barletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagnaBarletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagnaBarletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagnaBarletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagnaBarletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagnaBarletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagnaBarletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagnaBarletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagnaBarletta, rifiuti abbandonati per strada, in spiaggia e in campagna
  • Degrado
Altri contenuti a tema
Via Ospedale dei Pellegrini, una lettera per il sindaco Via Ospedale dei Pellegrini, una lettera per il sindaco Residente ed esercenti stanchi dell'abbandono del lastrico stradale
Rissa in via Fieramosca, strada di Barletta conquistata dallo spaccio Rissa in via Fieramosca, strada di Barletta conquistata dallo spaccio I residenti convivono con situazioni ben oltre la legalità e il decoro
Degrado in via Porta Reale a Barletta, un palazzo discarica e luogo di spaccio Degrado in via Porta Reale a Barletta, un palazzo discarica e luogo di spaccio La denuncia arriva dal consigliere Coriolano durante il consiglio comunale di ieri pomeriggio
Cassonetti "antintrusione" a Barletta? «Hanno già fatto shopping» Cassonetti "antintrusione" a Barletta? «Hanno già fatto shopping» La segnalazione di un lettore
Parco dell'Umanità nonché parco del topolino Parco dell'Umanità nonché parco del topolino Brutte sorprese a portata di camminata
1 Birra e degrado in Largo San Nicola, Oktoberfest made in Barletta Birra e degrado in Largo San Nicola, Oktoberfest made in Barletta Bottiglie di vetro abbandonate in piazza
Via Ungaretti, il parco giochi sembra il set di un film horror Via Ungaretti, il parco giochi sembra il set di un film horror Abbandono e sporcizia: ancora una segnalazione di Carlo Leone
3 Mura del Carmine, la grande bruttezza Mura del Carmine, la grande bruttezza «Stato di completo abbandono durante la festa patronale»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.