Giornata d'inverno
Giornata d'inverno
Eventi

«Ammirò l’opera d’arte ovunque la trovò», oggi l’anniversario della nascita di De Nittis

Ieri la lezione aperta sulle sue opere presso l’università della terza età di Barletta

Parigi, i boulevard, Londra, i ponti, i cantieri, i salotti, sé stesso, Leontine, tutti soggetti dello stesso imponderabile talento, tutte ispirazioni per la stessa memorabile abilità tecnica, tutti plasmati dall'agile pennello denittissiano. Oggi il 168° anniversario del giorno che diede i natali a Giuseppe De Nittis (25 febbraio 1846 - 21 agosto 1884), nato nella nostra Barletta, cresciuto con l'animo indisposto alle costrizioni, amato e odiato per il suo talentuoso sguardo sul mondo. Fu odiato dai suoi colleghi che, ammirandone segretamente il grande talento, lo denigrarono pubblicamente temendo il suo successo. Fu amato da una donna, sua moglie Leontine, che criticata per la sua costante presenza, restò al suo fianco per tutta la vita. Il suo sguardo la dipinse colma d'iridescenti svolazzi bianchi, come la si vede nella celebre "Giornata d'inverno", o vestita di aristocratici abiti e cappelli piumati, sempre vigile sulle scelte e gli orientamenti del marito.

De Nittis costantemente ispirato dalla realtà a lui circostante, "dipinse l'aria e ciò che nell'aria si muoveva": è stato questo il tema che ha ispirato l'incontro della scorsa sera "Oggetti invisibili. Omaggio a De Nittis" presso il Centro di Aggregazione Multifunzionale San Francesco, in occasione della nascita del famoso pittore barlettano. Il Club UNESCO di Barletta in collaborazione con l'Università della terza età di Barletta con il centro San Francesco ha voluto organizzare una lezione aperta sul tema, eseguita con la proiezione di alcune tra le più celebri e le più significative opere del pittore.

La serata è stata introdotta dalla presidente dell'Unitre, professoressa Angela Paolillo che ha sostenuto «strada facendo si capisce di poter dare un contributo che prima non s'immaginava di poter dare», offrendo una prospettiva sull'importanza di prendere parte ad un progetto come quello dell'università della terza età. E' intervenuto in seguito il vicepresidente del Club UNESCO di Barletta, dottor Mario Tatò, mentre hanno descritto le celebri opere la professoressa Marcella Ruggiero e la professoressa Giorgia Allegretta, offrendo un percorso semplice e al tempo stesso ricco delle sfumature delle quali si compose la carriera del De Nittis, partendo dalla descrizione del movimento impressionista sino a giungere alla proiezioni dei celebri "Pranzo a Posillipo", "Cena del vescovo" , "Autoritratto", " Il salotto della principessa Matilde", "Boulevard Haussmann" e molti altri scorci della Londra e della Parigi che egli amò tramandarci. Come ha sostenuto la professoressa Ruggiero, «Egli ammirò l'opera d'arte ovunque la trovò, perciò è inutile rimpiangere quello che avrebbe potuto fare, ma godere di ciò che ci ha lasciato».
6 fotoDe Nittis vive nel ricordo dei barlettani
De Nittis vive nel ricordo dei barlettaniDe Nittis vive nel ricordo dei barlettaniDe Nittis vive nel ricordo dei barlettaniDe Nittis vive nel ricordo dei barlettaniDe Nittis vive nel ricordo dei barlettaniDe Nittis vive nel ricordo dei barlettani
  • Giuseppe De Nittis
  • Anniversario
Altri contenuti a tema
“An Italian Impressionist in Paris: Giuseppe De Nittis”, mercoledì a Roma la conferenza stampa “An Italian Impressionist in Paris: Giuseppe De Nittis”, mercoledì a Roma la conferenza stampa Sarà presentata l'esposizione prevista dal 12 novembre negli Stati Uniti
"Colazione in giardino" vola a Washington, Italia Nostra non ci sta "Colazione in giardino" vola a Washington, Italia Nostra non ci sta Polemiche sulla mostra in programma da novembre negli States
Studieranno la tecnica pittorica di Giuseppe De Nittis, dal 5 al 7 settembre a Barletta Studieranno la tecnica pittorica di Giuseppe De Nittis, dal 5 al 7 settembre a Barletta Un cantiere didattico per gli studenti del IV anno del Percorso Formativo Professionalizzante (PFP2) dell’Istituto Centrale per il Restauro (ICR)
L'associazione ArcheoBarletta ricorda De Nittis nell'anniversario della sua scomparsa L'associazione ArcheoBarletta ricorda De Nittis nell'anniversario della sua scomparsa L'evento prevede la partecipazione gratuita ai percorsi guidati con prenotazione obbligatoria
Una riflessione per l'anniversario della morte di Giuseppe De Nittis Una riflessione per l'anniversario della morte di Giuseppe De Nittis «Non è stato rispettato il desiderio di Peppino De Nittis che avrebbe tanto voluto rientrare in possesso della sua vera casa natale»
Da Palazzo della Marra, i quadri di De Nittis volano in America Da Palazzo della Marra, i quadri di De Nittis volano in America Anche la Regione è stata d’accordo per valorizzare e promuovere il patrimonio artistico culturale
De Nittis, 138 anni dalla scomparsa: a Barletta ingresso in Pinacoteca a 1 euro De Nittis, 138 anni dalla scomparsa: a Barletta ingresso in Pinacoteca a 1 euro L'iniziativa del Comune in vista del 21 agosto
2 Parigi, Belle Epoque e impressionismo: De Nittis dimenticato da "Ulisse" Parigi, Belle Epoque e impressionismo: De Nittis dimenticato da "Ulisse" Nessuna menzione per l'artista barlettano nel programma di Alberto Angela
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.